Concetto di propulsione a risonanza di campo

Il Giornale OnlineFIELD RESONANCE PROPULSION CONCEPT (NASA)
N80-19184 13 p HC A02/MP A01 CSCL 21C
G3/20 14761 - August 1979
NASA - National Aeronautics and Space Administration
Lyndon B. Johnson Space Center


Assunti

lo spaziotempo è una "proiezione" di uno spazio dimensionale superiore come un ologramma è una proiezione di un sottogruppo della nostra realtà spazio-temporale. Esiste una relazione tra i campi elettromagnetici/idromagnetici e gravitazionali, può essere sviluppata la teoria di unificazione di Einstein. Sono state sviluppate relazioni matematiche e concetti teorici sono stati proposti per descrivere le cause e gli effetti associati agli assunti, ma sono necessari dati sperimentali per sviluppare le basi corrette degli assunti (Rachman e Dutheil 1979).

Ricerca astrofisica

Esistono alcuni dati astrofisici che tendono a supportare gli assunti. Per esempio, gli astronomi hanno speculato che possa esistere una relazione tra i buchi neri e le quasar (buchi bianchi). L'energia e la materia che lascia lo spaziotempo in un buco nero può riapparire in un buco bianco in qualche punto distante. Perchè possa avvenire questo trasferimento di energia da un punto all'altro è necessario un tipo di iperspazio o spazio dimensionale superiore (4° e 5°). L'assunto 2 puo essere la causa della grande quantità di energia rilasciata nelle flares solari. Nelle regioni delle macchie solari dove avvengono le flares, i campi magnetici di 2-3 migliaia di gauss sono configurati in modo che le polarità positive e negative sono molto vicine tra loro. Dove le linee del campo magnetico positive e negative sono quasi anti-parallele, può avvenire un processo detto fusione della linea di campo magnetico. In questo processo le linee opposte si rompono e ricollegano espellendo campi e plasma dai lati. Quindi l'energia magnetica è convertita in cinetica. Il processo di fusione è stato proposto come la più probabile spiegazione delle eruzioni solari. Alcune flares comunque possono rilasciare energia equivalente al 10% della totale produzione del sole in un secondo. Questa grande quantità di energia è difficile da ottenere col concetto della fusione della linea. Quindi può essere la configurazione dei campi magnetici e delle onde idromagnetiche associate (oscillazione delle linee di campo) ad indurre una "risonanza" con i campi gravitazionali e questo risulterebbe nel rilascio di energia magnetica e gravitazionale.

Le relazioni geometriche dei campi magnetici (e quindi dei gradienti di campo) sono più importanti per la produzione delle flares solari, della magnitudine della forza di campo. Un confine molto distorto tra le polarità magnetiche porta a frequenti e potenti flares. Altro fatto interessante è che le onde idromagnetiche generate dalla flare solare sono state viste propagarsi lungo la superficie cromosferica e scatenare flares in altre regioni di macchie solari. Le onde alfven, che sembrano la forma dominante coinvolta, cambiano solo la geometria delle linee di campo. Questo effetto indica anche che l'iniziazione delle flares solari dipende dalle relazioni geometriche e dalle proprietà dello spaziotempo e dei campi gravitazionali. La fusione delle linee magnetiche è stata usata anche per spiegare l'interazione del vento solare (e campi associati) con i campi magnetici della Terra nella magnetopausa e la generazione delle tempeste magnetiche è spesso scatenata dalle flares solari. Il processo di fusione delle linee magnetiche è anche parte essenziale del concetto di "propulsione" per risonanza di campo.

Ricerca UFO

Gli studi sugli ufo indicano che un fenomeno inspiegato (UFO residuale) può essere dovuto a visitatori extraterrestri, esperienze parapsicologiche o una combinazione. Se alcuni fenomeni UFO sono causati da visitatori extraterrestri in astronavi molto avanzate, allora la frequenza delle visite e il grande numero di diversi tipi di visitatori (molti diversi umanoidi sono stati descritti) implicano una abilità di attraversare grandissime distanze galattiche e intergalattiche in poco tempo. Se la velocità della luce è davvero un limte della velocità nello spaziotempo, allora i visitatori potenziali devono usare una forma di trasporto che trascende spazio e tempo per abbreviare la durata. Gli UFO vengono visti sparire istantaneamente. In alcuni casi, l'UFO poi riappare in una zona vicina e implica una scomparsa e riapparizione nello spaziotempo. L'alta velocità, le svolte ad angolo retto o le accelerazioni repentine degli UFO e l'assenza di boom sonici nonostante le velocità calcolate di 22000 miglia orarie o più, suggerisce che gli UFO possono generare un campo gravitazionale artificiale o usano altrimenti proprietà dello spaziotempo che non conosciamo. I sistemi di propulsione UFO sembrano coinvolgere processi elettromagnetici o idromagnetici dati gli effetti radiativi sull'ambiente come bruciature, disidratazione, motori che si spengono, disturbi radio e tv, alterazione del terreno o delle strade, disturbi elettrici ed effetti statici. Questi dati suggeriscono che una sconosciuta relazione tra campi gravitazionali ed elettromagnetici può essere usata per i sistemi di propulsione ufo. Leggi tutto ...


da Richard mer 08 ago 2012, 00:59 Stampa veloce crea pdf di questa news




Categorie News