Nuovamente in Azione!

Il Giornale Online
di David Wilcock

Felice di essere tornato!

Molti di voi mi hanno chiesto di scrivere brevi aggiornamenti, anche se non ho il tempo o l'energia per fare qualcosa di più sostanzioso. Allora eccolo!

Sono ovviamente molto interessato a quello che accadrà oltrepassando la data finale del Calendario Maya. Questo è stato il mio obiettivo, persino durante una difficile influenza.

Non aspettatevi catastrofi

Non mi aspetto un cataclisma o un disastro. Il 21 Dicembre 2012 è molto probabilmente la fine del ciclo di 25920 anni che oltre 30 culture antiche hanno “codificato” nelle loro mitologie, grazie a qualche fonte sconosciuta alla scienza convenzionale. Queste antiche culture non avevano modo tangibile, fisico per connettersi tra loro nel tempo e nello spazio, ma comunque due storici negli anni '60, Santilana e von Dechend, hanno prodotto una approfondita ricerca per dimostrare la presenza globale di questo ciclo nella mitologia. Il termine tecnico è “precessione degli equinozi”. Inizialmente ho appreso della sua prevalenza nelle antiche culture leggendo “Fingerprints of the Gods” di Graham Hancock nel 1995. Questo ciclo è discusso a fondo in The Source Field Investigations, nei miei video e in molti altri articoli nel mio sito. Questo periodo di 25920 anni non è solo presente nella mitologia, rappresenta il moto apparente delle stelle nel cielo notturno, che cambia di 1° ogni 72 anni quando le guardate lo stesso giorno di ogni anno, come nel Solstizio di Inverno. Nell'astrologia occidentale, il ciclo è diviso in 12 parti di 2160 anni, conosciute come “Ere dello Zodiaco”. Ora ci stiamo muovendo nell'”Era dell'Acquario”. L'aspetto più eccitante di esso è che le antiche profezie quasi sempre ci dicono che al suo termine ci porterà in una meravigliosa Era Dorata sulla terra, diversa da qualsiasi cosa abbiamo visto fino ad ora.

La data finale è accurata

Sembra che la data finale del Calendario Maya del 21 Dicembre sia tecnicamente accurata e sia il punto di svolta. La determinazione di questa data finale è certamente importante. Con 5125 anni, il Calendario Maya è vicino ad un quinto di questo “ciclo maestro” (tecnicamente risulta di 25625 anni invece di 25920 o 295 anni di differenza dalla lunghezza “armonica ideale” di 25920 anni). Come ho sostenuto in The Source Field Investigations, le profezie su questa data e il suo risultato, sono nel mondo in gran maggioranza in senso positivo e non negativo.
Una conoscenza “inseminata”

Il libro che sto scrivendo ora è The Synchronicity Key. Sfortunatamente sono stato così schiacciato dagli impegni che abbiamo dovuto rimandare la data di rilascio ad agosto 2013. Sono ancora in fase di scrittura del libro. In retrospettiva ha più senso per me attendere dopo il 21 Dicembre, dato che questo “grande ciclo” è il soggetto principale del contenuto. Esistono forti evidenze che umani extraterrestri abbiano visitato la Terra nel nostro passato distante e “inseminato” deliberatamente questo ciclo nelle antiche mitologie, per i nostri tempi.

Il passaggio della storia

La ricerca per scoprire cosa significhi questo calcolo temporale è stata la mia maggiore passione da quando ho letto la serie della Legge dell'Uno nel gennaio 1996. Forse l'elemento più significativo, come ora ho scoperto, è che la storia si ripete, con precisione impressionante, in intervalli di tempo che sono “armoniche” precise di questo periodo di 25920 anni. Un esempio di “armonica” sarebbe 1/12mo del ciclo totale o 2160 anni, una “Era dello Zodiaco”. Come è risultato, esiste una correlazione tra la storia Romana e quella Americana iniziando almeno nel 1896. Prendete gli eventi di Roma e vi spostate di 2160 anni in avanti e troverete molte correlazioni sconvolgenti.

Cosa sapevano?

Basandoci su tutta l'evidenza, il ciclo di 25920 anni è il risultato visibile di una struttura energetica in cui ci muoviamo col sistema solare. Questa struttura energetica ha un effetto su come pensiamo e sentiamo, molto più di quanto crediamo possibile con la scienza convenzionale. Ora credo che questa struttura energetica sia di natura geometrica e sia creata da una stella “nana bruna” attorno alla quale il nostro Sole orbita in cicli di 25920 anni. Ci sono moltissime evidenze di questo, che tratto nel mio nuovo libro e forse ne parlerò in un nuovo video. Molti degli indizi da mettere assieme si trovano già in The Source Field Investigations. Walter Cruttenden ha fatto un lavoro eccellente elencando le evidenze per le quali viviamo in un sistema solare binario, nel suo libro “Lost Star of Myth and Time.”

Mettere tutto assieme

Ho capito che questa dev'essere la soluzione durante l'estate, poco prima di partire per un tour in Australia e Nuova Zelanda e ne ho parlato in ogni discorso fatto da quel momento. Sembrerebbe quindi che dalla fine del ciclo possa risultare maggior pace, felicità e abbondanza. Le vecchie “ruote della tortura” di guerra, deprivazione e dolore, smettono di ripetersi e abbiamo l'opportunità per un cambiamento molto significativo.

La serie della Legge dell'Uno

Anche la serie della Legge dell'Uno parla di questo “ciclo di 25000 anni”, senza fare riferimento alla “precessione degli equinozi” o al Calendario Maya. Indicano il punto di svolta a circa 30 anni dopo gennaio 1981. Ci troviamo ancora nella “finestra”, come ho scritto in un articolo precedente. La serie della Legge dell'Uno indica che ci muoveremo in una struttura energetica in cui la natura del fotone, di materia, energia e coscienza, cambierà passando ad una “quarta densità” superiore e più carica d'amore. Sono molto felice che siamo arrivati fino a qua senza grandi guerre, collassi economici o altri disastri. Seguo con molta attenzione gli eventi per vedere come tutto si svolgerà.

Scriverò altro in futuro, devo correre per un taglio di capelli, si tratta di un appuntamento importante di cui ancora non posso parlarvi!

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org
Fonte: http://divinecosmos.com/start-here/davids-blog/1095-backinaction?utm_source=feedburner&utm_medium=twitter&utm_campaign=Feed%3A+DavidWilcockBlog+%28David+Wilcock+Newsletter%29&utm_content=FaceBook

Nuovamente in Azione! ultima modifica: 2012-12-09T18:25:37+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)