Onde magnetiche osservate in modo diretto tra i pori solari

SHFFIELD (UK) – Nuove interessanti scoperte presentate sull'Astrophysical Journal da un team di scienziati inglesi, riguardano le linee dei campi magnetici del Sole, presenti tra i “pori”, immense macchie che costellano la sua superficie.

Dalla Terra e dalle immagini delle sonde solari che osservano la nostra stella, non sembrano poi così grandi e le celebri “macchie” lo sono ancor di più. Stiamo parlando dei “pori” solari, grandi quanto un intero stato terrestre come il Regno Unito d'Inghilterra, oggetto di interesse dello studio scientifico del team guidato dal professor Robertus von Fay-Siebenburgen, responsabile della fisica solare per lo Space Plasma Research Centre (SP2RC) presso l'Università di Sheffield.

I Pori contrassegnano le aree dove il campo magnetico va più nel profondo, facendo emergere materiale ancor più bollente che sale poi nell'atmosfera ad una temperaturadi un milione di gradi, come possibile vedere nella foto qui accanto. L'energia da essi trasportata è in una forma molto particolare di onde, nota come “onde a salsiccia”. Gli scienziati sono stati in grado di osservare grazie al telescopio spaziale ROSA (Rapid Oscillation and Solar Atmospheric), per la prima volta quese onde, in modo diretto.

Il team ora spera di utilizzare le immagini solari fornite dal ROSA per comprendere la sottostruttura di questi enormi buchi magnetici e vedere cosa c'è dentro di essi. Il professore Robertus von Fay-Siebenburgen ha dichiarato che: “Questa è una scoperta nuova ed affascinante, in linea con una serie di scoperte fatte negli ultimi anni dal team”. “Ci avviciniamo sempre più verso la comprensione dei meccanismi fisici dell'atmosfera stellare”, ha concluso il professore, anche se è ipotizzabile pensare che il percorso da seguire sarà ancora molto arduo per gli scienziati.

Fonte: http://www.net1news.org/onde-magnetiche-osservate-in-modo-diretto-tra-i-pori-solari.html

Onde magnetiche osservate in modo diretto tra i pori solari ultima modifica: 2011-02-28T13:16:06+00:00 da Quantico
About the Author
Quantico