Paradigm Research Group: Il linguaggio dell’Embargo

Paradigm Research GroupNon sarà semplice, ma è tempo di lasciare il linguaggio sviluppato durante il primo secolo dell’embargo sulla verità. Prima di tutto l’acronimo “UFO”. Oggetto Volante non Identificato è una definizione inizialmente mantenuta dall’Air Force e altre agenzie. Ora è divenuto anacronistico. Il fenomeno riguarda mezzi extraterrestri (solitamente) pilotati. Non si tratta di volatili che appaiono sui radar o aerei di carta lanciati dalle finestre delle scuole. Si tratta di macchine create da esseri non umani e operanti in modo antigravitazionale nei cieli. Questo termine non è meno assurdo di “piccole particelle non identificate” per descrivere la ricerca nel mondo subatomico. Chiaramente in un contesto dove il governo afferma che non ci sia alcuna evidenza di particelle subatomiche. Il termine “Ufologo” è forse ancora più offensivo. Una professione dello studio di qualcosa di non identificato in eterno.

UFO? No. Mezzo di trasporto extraterrestre. Ufologo? No. Ricercatore del fenomeno extraterrestre.

Veniamo quindi collegati all'”alieno”. Mollatelo. Il termine dovrebbe essere “extraterrestre”. Assorbitelo e lavorate sulle sillabe. “Alieno” è carico di zavorra, molta della quale agganciata non innocentemente. “Cover-up” è deviante. La politica di soppressione di base non era illegale. Certe azioni nel tempo possono esserlo state, ma non la politica. “Cover-up” criminalizza inappropriatamente personale nei servizi militari e agenzie civili. Molti di loro supportano privatamente la Disclosure. Non è stato un “cover-up”, ma un “embargo sulla verità”.

Paradigm Research Group

Paradigm Research Group

Persone civili che hanno avuto contatti diretti con extraterrestri, sono chiamate “contattati”. Alcuni contattati, forse la maggioranza, sono “addotti” prelevati contro la loro volontà e che hanno fatto esperienza a vari livelli di dolore e malessere. Il termine “addotto” è deviante, confonde ed è inappropriato in senso esopolitico. Al momento non abbiamo un consenso generale sul termine per definire chi abbia avuto contatti solo telepatici, ma “contattati” non è una scelta irragionevole. Gli extraterrestri non sono “paranormali”. La presenza di forme di vita molteplici nella galassia è profondamente “normale”. Non si tratta di ricerca nel “paranormale”. Grazie alla verità poco o nulla dovrebbe essere ritenuto paranormale. Dovrebbe essere una brevissima lista e gli extraterrestri non sono in essa.

“Dischi volanti”? Per favore. Questo è come chiamare gli aeroplani, tubi di dentifricio volanti. Sono mezzi, navi, veicoli. Forse un termine ancor più discutibile sarebbe “mutilazione di bestiame”. In questo esempio offro dei suggerimenti: “animale” non “bestiame”, dato che il fenomeno non è limitato al bestiame. “Raccolta” e non “mutilazione” dato che l’evidenza punta chiaramente all’acquisizione di certi tessuti. Perciò, “raccolta di animali”. Per quanto riguarda i “crop circles”? Innocuo forse, ma certamente non appropriato. Io tendo verso “agroglifi”.

Tutto questo è importante? Sì. Tutta la propaganda è costruita sul linguaggio, in un modo o nell’altro. I propagandisti cercano debolezze nel lessico usato e/o creano il proprio lessico per i propri propositi. Non fate il loro gioco. Usate un linguaggio che meglio rifletta la verità per come viene scoperta.

Steve Bassett
San Mateo, CA
Giugno 2014

Paradigm Research Group Site
4938 Hampden Lane, #161, Bethesda, MD 20814
PRG@paradigmresearchgroup.org 202-215-8344

Paradigm Research Group: Il linguaggio dell’Embargo ultima modifica: 2014-07-18T13:58:23+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)