Passiamo la parola alla parola. Ovvero i linguaggi adoperati per descrivere un evento fisico.

Il Giornale OnlineQuando ci troviamo a che fare con un fenomeno fisico ed intendiamo studiarlo procediamo da un ipotesi di partenza, un modello, una descrizione iniziale – ad es. dopo la scoperta degli elettroni, quando ancora non si conosceva come fosse distribuita la carica positiva, vennero formulati i primi modelli di atomo.

Il più noto di questi fu ipotizzato, nel 1904, da Joseph John Thomson.

Il modello teorico deve essere sottoposto alla verifica sperimentale, alla fine la stessa descrizione deve essere esposta in linguaggio matematico. Provare e riprovare, misure, misure, misure, migliaia di misure; tutte ben sistemate in tabelle, poi diagrammi, assi e controassi geometrici, linee serpeggianti, abissi di indeterminazioni, limiti, “pacchetti di onde

Per chi lancia l’allarme rosso c’è lo psichiatra, il sacerdote, il rabbino, uno dei padri anzi padrini di religioni, partiti, logge, sistemi, elìte, e varia “diversità

Passiamo la parola alla parola. Ovvero i linguaggi adoperati per descrivere un evento fisico. ultima modifica: 2007-08-15T14:54:33+00:00 da Pasquale Galasso
About the Author
Pasquale Galasso

Pasquale Galasso, editore di Altrogiornale.org - Conoscere non è avere l'informazione.