I pesticidi favoriscono l’endometriosi

endometriosiEndometriosi- La malattia cronica che ormai colpisce 3 milioni di donne solo in Italia è stata collegata alla presenza di alcuni pesticidi nel sangue. Uno di questi contamina da decenni il Lazio

di Michela Dell’Amico

 

L’uso di pesticidi sarebbe alla base della crescente diffusione dell’endometriosi. Lo dice uno studio americano pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspectives. Chi è colpito da questa malattia cronica – 3 milioni di donne nel nostro Paese – ha problemi di fertilità e, secondo i dati del Ministero della Salute, ha dolori che compromettono la vita sociale e lavorativa. Finora si ignoravano le cause di questa patologia, che porta l’endometrio – la membrana che riveste la parte interna dell’utero – a crescere anche al di fuori dell’organo.

I pesticidi aumentano il rischio fino al 70%
La ricerca ha analizzato 248 donne affette da endometriosi, valutando la presenza di due pesticidi nel loro sangue, il Mirex e il Beta-esaclorocicloesano, bandito da 20 anni negli Usa ma ancora presente nel suolo e quindi in prodotti caseari e nel pesce, spiega lo studio. Le analisi hanno mostrato che le donne con le più alte concentrazioni del primo pesticida avevano un rischio aumentato del 50% di contrarre l’endometriosi, contro un aumento dal 30 al 70% per chi aveva maggiori quantità del secondo pesticida. Il rapporto tra i livelli di quei veleni nel sangue e l’insorgere della malattia restava immutato anche considerando i campioni per età, livello scolastico, fumo, alcol e altri fattori che potessero aumentare il rischio.

Sostanze molto difficili da smaltire
I ricercatori hanno specificato che restano da stabilire le cause, ovvero in che modo questi pesticidi riescano a favorire l’insorgere dell’endometriosi. Tuttavia, analisi di laboratorio hanno stabilito che quegli agenti chimici interferiscono con il normale livello di estrogeni negli animali. “ È risultato evidente – ha detto al New York Times Kristen Upson, tra gli autori dello studio – che anche gli agenti chimici che si usavano in passato possono interferire con la nostra salute oggi, in special modo quella riproduttiva delle donne in età fertile”.

Il Lazio ha le più alte concentrazioni
In Italia la produzione di Beta-esaclorocicloesano era concentrata soprattutto nel Lazio (300mila le donne malate di endometriosi in questa regione) e uno smaltimento sommario, fatto negli anni ’90 tramite interramento, contaminò il suolo e quindi la catena alimentare a vari livelli portando alte concentrazioni del pesticida il prodotti caseari, mais e fieno per gli animali. La brutta notizia è che il Beta-esaclorocicloesano resta nel terreno per moltissimi anni (uno studio tedesco ha valutato almeno 30) e ancora oggi la Valle del Sacco è in stato di emergenza socio-economico-ambientale.

Fonte

I pesticidi favoriscono l’endometriosi ultima modifica: 2014-07-18T12:30:19+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)