Quantum of Strangeness: la comunità dell'Intelligence venne scossa, non commossa

Il Giornale Online

Gary S.Bekkum

21 Novembre 2008

La strana scienza ha infettato l'intelligence Americana nel passato e nel presente. Ho creato la STARstream Research e il sito STARpod.org per esplorare il grado di coinvolgimento del governo nella ricerca di frangia e l'uomo che ha inseguito sogni effimeri oltre la comprensione umana.

La mia connessione con numerose persone nella comunità scientifica e di intelligence, mi ha fornito stimoli allettanti nel mondo nascosto delle stranezze, dove la teoria quantistica si trasforma in menti, macchine e pazzia. Il pubblico ha familiarità con stranezze governative segrete dalla fiction in TV e dalla produzione di film come “The X-Files”, “Fringe” e la corrente produzione di George Clooney di “The Men Who Stare at Goats”.

Quello che segue non è fiction, ma una versa storia dell'irreale. Nel passato decennio, la NSA (National Security Agency) ha affrontato numerose sfide, incluse accuse di monitorizzazione illegale dei cittadini Americani nella scalata alla Guerra al Terrore.

L'autore James Bamford ha scritto tre libri popolari sulla NSA inclusi il suo recente “The Shadow Factory: The Ultra -secret NSA from 9/11 to the Eavesdropping on America”. Come proclamato dalle note al libro di Bamford, “la carenza di supervisione della NSA e i miliardi di dollari post 9/11 hanno portato l'agenzia ad una abilità quasi Orwelliana di origliare”.

L'autore Gus Russo, che mi ha scritto di recente per email sull'incontro con Bamford, conosce una fonte famigliare con una capacità particolare nella NSA, in grado di raggiungere l'interno della mente del nemico. Russo è conosciuto per la sua ricerca nella connessione tra l'intelligence Cubana e l'assassinio di JFK, così come nel crimine organizzato. Secondo Russo, una fonte di cui si fida, gli ha detto che la NSA è stata coinvolta nell'affare dello spionaggio psichico.

Inoltre, secondo la fonte di Russo, non solo la NSA è coinvolta correntemente nella scienza di frangia che coinvolge la raccolta di informazioni tramite il collegamento psichico, ma i loro psichici hanno trovato un firewall mentale. Nello specifico Russo ha menzionato “una fonte extraterrestre sconosciuta”.

L'ultimo sforzo psichico conosciuto pubblicamente è stato fatto dalla DIA (Defense Intelligece Agency) ed è stato soprannominato STAR GATE. STAR GATE è stato l'ultimo di una lunga serie di sforzi condotti da varie agenzie di intelligence USA e dei servizi militari.
Rapporti di questioni extraterrestri relativi a persone interessate con presunti poteri mentali, non è cosa nuova.

Le spie psichiche della DIA spesso riportano incontri con creature di altri mondi e descrivono persino basi aliene nel sistema solare.
E sì, ho i documenti, forniti dalla CIA grazie al Freedom of Information Act. Secondo documenti ufficiali USA, la NSA è stata anche coinvolta nello sforzo nascente per sviluppare poteri della mente per propositi di intelligence. Non è incredibile che il programma NSA sia sopravvissuto allo sforzo della CIA di fermare i programmi segreti governativi nella guerra psichica, che includevano un programma di ricerca condotto dalla SRI International e dalla SAIC, entrambe a collaborazione della difesa.

Con tutto lo spionaggio post 9/11, mi chiederei qualcosa in merito agli psichici della NSA e vorrei sapere quali siano stati i risultati sui cittadini USA. Forse un giorno si investigherà sui files governativi relativi allo spionaggio non etico e intrusivo. Storie di guerra psichica condotta da est a ovest e dalla luna alla terra, continuano ad emergere. La classificazione del 1996 della CIA, ha rivelato sforzi per la raccolta dati della DIA, che includevano viaggi nella ex Unione Sovietica per raccogliere informazioni su progetti psichici della Russia.

La SAIC ha esplorato fenomeni anomali della mente negli anni '90 come parte del progetto STAR GATE dela DIA. Le stranezze spesso seguono per chi rischia con l'uso dei fenomeni di questo tipo. Un collega russo di Ed May, il ricercatore psichico capo della SAIC, che ha accompagnato May in Russia, è stato ucciso da un treno nel giugno 2001, poco prima degli eventi del 9/11. Nell'agosto del 2001, lo psichico Britannico Chris Robinson, ha riportato un incubo in merito ad un aereo schiantatosi contro alte strutture. Al tempo Robinson è stato studiato da accademici alla Università dell'Arizona, interessati nelle sue affermazioni sui sogni premonitivi.

Gli incubi di Robinson hanno continuato finchè non si sono realizzati nel mondo l'11 Settembre. Robinson ha poi affermato di essere stato contattato dall'intelligence Americana per la sua bilità precognitiva, un'affermazione che ha risuonato con altri rapporti fatti da psichici all'autore Britannico Jon Ronson. All'inizio della mia investigazione personale, mi sono chiesto perchè tali agenzie continuassero ad interessarsi nella scienza di frangia. Una risposta si può trovare nell'articolo di Ken Kress, che ha lavorato per la CIA sui primi sforzi nella ricerca psichica allo Stanford Research Institute negli anni '70.

“Sono state offerte due nuove asserzioni per le mie esperienze. Prima, l'intelligence spesso ha a che fare con fonti di informazione inizialmente non valutate che eventualmente si possono provare come altamente importanti. Questo modus operandi rende i servizi di intelligence intrinsecamente suscettibili alle affermazioni seduttive degli psichici. Secondo, complicando una già difficile valutazione delle presunte abilità psichiche, alcuni dei praticanti più interessanti hanno obiettivi personali piuttosto diversi dalla scoperta scientifica o dalla sicurezza nazionale.”

Sopo aver esaminato migliaia di pagine di documentazione governativa sulla frangia, ho concluso che esiste una relazione intima tra i mondi degli psichici, spie e fenomenologia UFO e al cuore di questa intersezione si trova il fenomeno cosiddetto di abduction/contatto alieno. L'era di Internet ha fatto luce su alcune connessioni che uniscono persone dall'interesse nello psichico con persone coinvolte con varie agenzie di intelligence, inclusa la CIA, la DIA, la NSA e la USAF OSI.

Chiedendo di “sospetti usuali” e “persone di interesse” e un nome, spesso quello menzionato è “Ron”. Come riportato in numerosi articoli e blog in Internet, “Ron” è ben conosciuto per la sua associazione con il vero intrigo sugli “X-Files” che circonda il governo USA e asserzioni di retroingegneria su tecnologia aliena. Jon Ronson è l'autore del libro “The Men Who Stare at Goats”, ora ispirazione della nuova produzione di George Clooney.

Nel suo libro Ronson afferma di aver sentito inizialmente di “Ron” dal famoso psichico Uri Geller in un incontro privato poco dopo gli attacchi del 9/11. Nel libro di non-fiction di Ronson, Uri racconta a Ronson che “l'uomo che mi ha riattivato (presumibilmente per usare i poteri psichici nella guerra al terrore) è chiamato Ron”.

Ron, che alcuni dicono coinvolto nel blocco del programma psichico STAR GATE della DIA, ad opera della CIA, è anche conosciuto, grazie al libro di Jon Ronson, come l'uomo dietro la prossima generazione dello spionaggio psichico americano.
In risposta ad una email di richiesta di chiarimenti, “Ron” ha esplicitamente negate l'affermazione di Ronson:

“Dato che non ho attivato e riattivato Uri, tali affermazioni sono false. Chiaramente Uri può percepire di essere stato riattivato con un processo mentale in quanto si autoproclama uno psichico”. Dan Smith, uno degli associati di Ron nel settore privato, ci ha scritto che “Ron” ha “lasciato il suo lavoro presente per una locazione non rivelata, un paio di settimane fa”.

La vera carriera di Ron come analista della CIA è stata rivelata negli anni '90 in una serie di articoli di Jeff Gerth, pubblicati dal New York Times. “Ron” è Ronald S.Pandolfi, una persona della intelligence di interesse per gli investigatori sul cover-up governativo sul paranormale e gli UFO. Pandolfi non è alieno alle controversie, avendo prodotto un National Intelligence Estimate (NIE) che avvisava del trasferimento di missili dalla Hughes Electronic Corporation alla Cina. Il NIE di Pandolfi è stato rigettato, ma le domande sulla politica che ha ucciso il rapporto sono risultate nella testimonianza di Pandolfi in una sessione chiusa del Comitato di Intelligence del Senato.

Più recentemente Pandolfi è stato anche citato online in un documento MITRE, come legame della CIA per il Nationa Intelligence Council. Il soggetto del documento MITRE riguardava un radar passivo, mezzi indiretti per rilevare e identificare oggetti volanti.

Molti nella comunità UFO identificano Pandolfi con l'interesse del governo di ottenre tecnologia extraterrestre. Si sa meno sull'interesse di Pandolfi nei fenomeni mentali anomali, il governo USA preferisce la descrizione di poteri psichici inspiegabili. Pandolfi mi ha scritto che “Nè Price (un primo psichico per la CIA) e nè altri associati con la Remote Viewing in alcun periodo o con nessuna agenzia ha mai fornito alcun dato di alcun valore per l'intelligence. Per questa ragione tutti gli aspetti del progetto sono stati terminati”.

Pandolfi ammette di essere stato la fonte dietro la fuoriuscita degli ora famosi messaggi in email su “spie, bugie e nastri da poligrafo” arrivati a moderatori di un popolare forum su Internet. I messaggi riguardavano la possibilità che un servizio di intelligence straniero potesse usare storie di UFO per coprire la raccolta di segreti Americani.

Uno degli aspetti più interessanti che emergono dalle storie di “spie, bugie e nastri da poligrafo”, è lo strano comportamento esibito da persone ben piazzate nella comunità di intelligence nella subcultura internet sugli UFO. Come con tutte le cose relative allo spionaggio, nulla è davvero come sembra. Files rilasciati dal Ministero della Difesa Britannica (MoD) confermano che il fenomeno UFO (conosciuto anche come Fenomeno Aereo non Identificato) è stato studiato per anni in modo coperto.

Altri files del MoD ottenuti da investigatori inglesi indipendenti e dallo studioso del fenomeno psichico “Daz” Smith, hanno confermato l'interesse Britannico nel fenomeno esotico per la raccolta di dati, inclusa la “visione remota” e la riscerca Russa nei “campi morfici biologici”. Che ci sia o meno una realtà nel fenomeno in questione, non ci sono più domande sull'interesse governativo e le investigazioni segrete.

Gli “X-files” sono reali.

E, sospetto, il gioco di spionaggio su Internet è reale. Cosa che mi riporta a casa di James Bond, lo 007:MI6, e alle loro missioni per “raccogliere informazioni straniere segrete in supporto delle politiche del Governo Britannico e dei suoi obiettivi”. Sono stato informato sul fatto che la nostra fonte di informazioni che ha viaggiato dal Regno Unito a Washington D.C., è stata accusata di associazione col MI6.

Incontri pianificati con ex personale dell'Intelligence sono evaporati come risultato di voci. Basandomi sui files del MoD in mio possesso, sembra possibile sospettare di un certo interesse del MI6 sui giochi di spionaggio negli USA e nel pianeta tramite Internet.
Molti dei giocatori chiave nel campo Americano sono anche conosciuti per avere interesse nei programmi che riguardano gli UFO e lo spionaggio psichico.

Basandomi su fughe di email, almeno alcune di queste persone sono preoccupate sull'intenso interesse nel soggetto UFO esibito dai Britannici. Come si nota dal sommario inglese del Mod sugli UAP (UFO), “la rilevanza di plasma e campi magnetici nel UAP sono una caratteristica inspiegabile dello studio. Si raccomanda che ulteriori investigazioni debbano riguardare l'applicabilità di varie caratteristiche del plasma nelle nuove applicazioni militari. Rispetto alla possibilità dell'uso del plasma per applicazioni militari, come il controllo radar e le antenne, si nota che le implicazioni sono state elencate a managers rilevanti del MoD”.

E' plausibile che il reale interesse della Comunità di Intelligence Americana nel fenomeno UFO riguardi la tecnologia con plasma e veicoli aerei come i droni. Parte della ricerca di Joe Firmage della International Space Sciences Organization, dal 1999 al 2000, riguardava gli UFO e la fisica del plasma condivisa tra ricercatori internazionali.

La verità è,come sempre, leggermente più complicata. Uno dei mentori di Pandolfi, che rimane un consulente di alto livello per la Comunità di Intelligence, suggerisce che c'è altra stranezza ancora. Benchè non sia preparato per rivelare i dettagli, fonti USA e della Cina mi hanno confermato l'interesse in una “prossima generazione” di esperimenti per studiare la mente quantica: l'idea che la coscienza umana sia influenzata da stranezze quantiche.

Nel frattempo, Michael B.Mensky al P.N. Lebedev Physics Institute, della Accademia Russa delle Scienze, sta lavorando sull'idea che porta il vecchio modello quantico della mente (di Stuart Hameroff e del fisico Sir Roger Penrose) nella sua testa. Mensky afferma che il suo modello spiega l'abilità della mente umana “(nello stato del sogno, trance o meditazione, quando la coscienza esplicita viene disabilitata) di ottenere informazioni da tutte le alternative realtà classiche (i mondi paralleli di Everett) e selezionare le realtà favorevoli.”

Mensky sembra credere che la mente umana sia un fenomeno di “trans-universo” che limita le vaste alternative (che molti fisici moderni credono esistere) in ordine per selezionare un mondo favorevole. Come Mensky spiega nel suo estratto, “Il cervello serve come interfaccia tra il corpo e la coscienza, ma il livello più profondo di coscienza non è funzione del cervello.”

L'idea di Mensky rientra quasi precisamente nella metafisica della visione remota. Mensky afferma che “la principale caratteristica della coscienza (umana e in generale, degli esseri viventi), è la sua abilità, superando la separazione delle alternative, di seguire ognuna di esse fino al momento distante nel futuro, trovare quali alternative forniscano la sopravvivenza e scegliere queste alternative escludendo le restanti. L'evoluzione della materia vivente è quindi determinata non solo da cause, ma anche da obiettivi, prima di tutto l'obiettivo della sopravvivenza e il miglioramenteo della qualità di vita”.

Il governo usa ancora spie psichiche per “trovare quali alternative forniscono sopravvivenza e scegliere queste alternative escludendo il resto?”

In altre parole, si può usare l'informazione di un possibile futuro per prevenire il prossimo 9/11?
Basandomi su più di 10 anni di ricerca, se dovessi indovinare, la mia risposta sarebbe “quasi certamente, si”.
Sono convinto che nel mondo dell'intelligence alcune spie sono state almeno scosse dalla loro esperienza nelle cose impossibili, se non commosse per aver raccolto utile informazione di intelligence.

Dai files investigativi di STARpod.org, News and Intelligence for the 21st Century, and Beyond.
Per altre informazioni visitate STARpod.org.

Copyright (c) 2008 Gary S. Bekkum

All rights reserved.
Fonte: http://www.americanchronicle.com/articles/82266
Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

Manuale di Ingo Swann, istruttore del progetto “Stargate” sulla Remote View: http://www.firedocs.com/remoteviewing/answers/crvmanual/CRVManual_FiredocsRV.pdf

[youtube=425,344]RI8hrSJn-AE

Quantum of Strangeness: la comunità dell'Intelligence venne scossa, non commossa ultima modifica: 2008-11-23T19:03:34+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)