Richard C. Hoagland e David Wilcock: Free Energy 1 di 3

C. Hoagland e David Wilcock: Free EnergyArt Bell: Dal deserto nel sudest dell’America, auguro a tutti buona serata, buon giorno e buon pomeriggio, a seconda del vostro orario, comunque coperto da questo programma, Coast to Coast AM.

Sono Art Bell. Siamo nel weekend e sono onorato di essere con voi questo Sabato notte che diverrà una Domenica mattina, così come nella prossima nottata.

Ho alcune news tragice e sconvolgenti per voi all’inizio del programma e sono sicuro che Richard ha molto da dire su questo e probabilmente mi istruirà sui dettagli che ancora non ho. Il fatto è che il Dr. Eugene Mallove è morto. E’ con estrema tristezza che riportiamo la morte di Gene Mallove, o meglio, della sua uccisione del 14 Marzo, sembra a causa di una sorta, non ne sappiamo in merito, alcuni dicono per “una sorta di disputa per la proprietà”. La polizia lo considera omicidio e le indagini sono in corso.

Gene lascia sua moglie Joanne, suo figlio Ethan e sua figlia Kim. Non si sa ancora nulla dei funerali. Gene Mallove che nel 1991 ha scritto il libro”Fire from Ice:” (ndt. Fuoco dal Ghiaccio: ) – che potreste conoscere o meno – “Searching for the Truth behind the Cold Fusion Furor” (ndt Cercando la Verità dietro il Furore della Fusione Fredda). Fu il primo a esprimersi coraggiosamente e chiaramente sulla verità dietro la fusione fredda prima di ogni giornalista scientifico.

Ha mantenuto la fusione fredda (la crociata) con grande sacrificio personale, che ha permesso a molti di conoscere la verità dietro la fusione fredda. La generosità di Gene e l’impegno per un mondo migliore sarà apprezzato per sempre. Questo è stato scritto da Steven B. Krivet.

C’erano un centinaio di email nella mia casella sulla morte del Dr. Mallove e non so cosa dire su questo a parte il numero di scienziati e biologi ricercatori e astronomi che sono morti prematuramente, in così tanti casi, che sembra essere in crescita.

In breve nel mondo, l’esercito USA ha comunicato di aver eliminato 18 uomini armati a Baghdad, sabato, che si pensavano essere fedeli ad Al Sadhir e i caccia hanno bombardato le posizioni militari sulla periferia della capitale.

“Il Segretario della Difesa Donald Rumsfield ha autorizzato l’espansione di un programma segreto che incoraggia la coercizione fisica e l’umiliazione sessuale sui prigionieri dell’Iraq per ottenere informazioni sulla insurrezione in crescita. Questo lo riporta il New Yorker. Questa sarebbe una bomba se vera. Il Dipartimento della Difesa ha negato con forza queste affermazioni scritte in questo rapporto, che cita ufficiali ed ex-ufficiali ed è stato pubblicato sul sito web del magazine. Il portavoce del Pentagono Laurence Durita ha definito tali affermazioni, “Antipatriottiche, cospirazionali e piene di errori e congetture anonime.”.

Intanto, l’approvazione per il Presidente ha raggiunto i livelli minimi del 42% per il suo mandato. L’approvazione per il lavoro in generale è al 42%. Questo è un sondaggio del Newsweek.

Queste sono le news dal mondo. Chiaramente la notizia più sorprendente è quella su Eugene Mallove e ne sentiremo altro da Richard C. Hoagland. Ci uniremo brevemente anche con David Wilcock, sempre che riesca a trovare, forse per la fine dell’ora, un telefono.

Richard C. Hoagland lo conoscete tutti. Un ex curatore di un museo di scienze spaziali, un ex consulente per la NASA e, durante le storiche missioni Apollo sulla Luna, è stato consulente scientifico per Walter Cronkite e quindi per CBS News. Negli ultimi 19 anni, Hoagland guida un gruppo di ricerca scientifica esterno su delle analisi indipendenti in merito a possibili artefatti artificiali su Marte. Negli scorsi 4 anni col suo gruppo di investigatori, ha esteso le ricerche per includere 30 anni di dati nascosti precedentemente dalle missioni della NASA, Sovietiche e del Pentagono verso la Luna.

Come ho detto, appena possibile, avremo una conversazione simultanea con David Wilcock.

Buona sera. Penso che siamo fortunati e avremo David in linea. Vi avviso in un momento. C’è un’altra cosa che vorrei menzionare.

Come sai il Film in arrivo, il grande film, The Day After Tomorrow, sta causando una tempesta di fuoco, una tempesta di pubblicità. Cosa che credo sia buono per un film.

Dal momento in cui la NASA ha detto che lasceranno commentare i loro scienziati sull’intera cosa, dal momento seguente, quando all’improvviso hanno deciso, a storie dall’Inghilterra – gli alti ufficiali nel governo Inglese che dicono quanto sia realistico – ad altri che negano a questa semplice email che dice “Ho letto il tuo libro Art e lo adoro.” Si riferisce alla “Supertempesta globale in arrivo”, che in parte è stato la base per the Day After Tomorrow, che sembra impatterà sulle nostre teste in diversi modi.

Ha scritto, “Art ho letto il tuo libro e andrò a vedere il film. Comunque, entrambi i lati di questo paese stanno rappresentando male il tuo libro. A meno che non abbia capito male il libro, non incrimina il riscaldamento globale. Descrive un processo geologico naturale che può essere stato spinto o meno dall’inquinamento. Grazie. Nel tuo libro mi hai fatto notare che questo processo geologico avviene ogni circa 12000 anni e parli dello zodiaco come possibile dispositivo con cui gli antichi ci avvisavano del futuro. Oppure ho capito male?”

No, amico, questo è da atocha. Non hai capito male. Ho cercato di chiarirlo più volte per usarlo come una sorta di “questo sarà il vostro futuro e dovreste farlo capire all’amministrazione Bush. Rifiutano l’intera cosa e la definiscono ridicola e impossibile. Tenete in mente che questo è un film scientifico. Rappresenta nella maniera più ralistica possibile ciò che sta arrivando, perchè è già accaduto.

Abbiamo evidenze archeologiche che cerchiamo di nascondere e a cui cerchiamo di non pensare, ma questo ascoltatore ha toccato il punto. Entrambe le parti sbagliano. Alla fine non conta se sia un evento naturale o facilitato dall’uomo o entrambe le cose; se guardate cosa è accaduto in Europa lo scorso anno e tutti i morti, è solo l’inizio. Il nostro clima sta cambiando e pensiamo cambierà ancora radicalmente.

Credo che dovremmo pensare a fonti di energia alternativa. Abbiamo toccato l’argomento durante l’amministrazione Carter, ricordate? Dopo questa, più nulla, quindi dovremmo cercare un modo per trovare la nostra indipendenza energetica. Prima di tutto, siamo là, molti credono, a combattere una guerra per tutto questo proprio ora. In questo rientra, in un certo modo io credo, la morte di qualcuno che si è messo in prima linea per la ricerca energetica e per la definitiva indipendenza per gli Stati Uniti.
Mi dispiace di aver dovuto portarvi io questa notizia. Il Dr. Eugene Mallove è stato ucciso ed avremo più dettagli da Richard C. Hoagland.

RH: Ciao Art.

AB: Benvenuto al programma.

RH: Sai, abbiamo fatto molti show negli anni e questo sarà uno dei più difficili, perchè Gene ed io abbiamo parlato solo un paio di giorni fa. Alcune delle cose di cui parleremo e di cui non abbiamo mai parlato prima, sono parte di quella conversazione. Robin ed io stavamo pianificando di andare nel New Hampshire la prossima settimana, per incontrare lui e le persone nel suo laboratorio, la New Energy Foundation, per discutere di alcuni importanti sviluppi politici e tecnici relativi alla nuova energia, fisica iperdimensionale, fusione fredda, antigravità (!) – se vuoi usare questo termine.

Ci sono diversi straordinari avanzamenti che attendono e quando abbiamo avuto una chiamata nel primo pomeriggio di oggi, da un amico molto stretto di cui mi fido, che mi ha detto di aver ricevuto una chiamata da qualcuno in merito a questa cosa sconvolgente, assolutamente incomprensibile e ho speso il resto del giorno provando a capire se fosse vero.

Sfortunatamente, circa un’ora fa, abbiamo parlato con la polizia nel Connecticut dove è avvenuto l’omicidio e nonostante siano molto circospetti e ci siano regole sul non riconoscere le vittime fino all’arrivo della famiglia, i media locali del Connecticut, in particolare la mia vecchia stazione, Channel 3, che ora è WFSB o WTIC, ha confermato che Gene è stato trovato circa alle 23 nel sud del Connecticut a casa di sua madre. E’ stato rapinato, sembra.

AB: A casa di sua madre. Nel Connecticut.

RH: Nel sud del Connecticut. Ha vissuto nel New Hampshire.

AB: Giusto. A Concord.

RH: Corretto. Ma Norwich Connecticut, giusto un paio di paesi da dove vivevo in Norwalk, così conosco molto bene i posti vicini, ci sono state alcune discussioni sulla rete in merito ad una disputa per la proprietà con un inquilino e tutto il resto. Non ho idea da dove venga questa storia. Non ne abbiamo conferme. Sembra sia stato trovato, il suo corpo è stato trovato nel cortile di casa della sua famiglia.

AB: Percosse?

RH: Percosse a morte. E’ stato picchiato alla morte.

AB: Mio Dio. Quanti anni aveva, Richard, lo sai?

RH: Aveva circa la mia e la tua età. Abbiamo tutti la stessa età. Sai, le persone che cercano di migliorare il mondo hanno circa la stessa età.

E’ così sconvolgente aver parlato a qualcuno di così vibrante e con tante cose così eccitanti in corso. Stanotte spero che questo show possa divenire una specie di tributo alla memoria del lavoro di Gene. Sai, parlano di persone che cambieranno il mondo? Bene, Gene stava cambiando il mondo. Ho questa terribile sensazione che questa sia la ragione per cui non è più con noi stanotte; che questa azione sia servita per evitare il futuro in arrivo, per evitare l’alba di un nuovo giorno. Alcuni Neanderthals stanno correndo là attorno per fare cose deplorevoli, negli ultimi disperati momenti per evitare che accada l’ inevitabile.

La ragione per cui dico questo è data dalla coincidenza di ciò di cui abbiamo parlato, perchè non parlavamo da due anni al telefono.

AB: Era questo che vi ha fatti riunire, Richard?

RH: Come ho detto allo show di George l’altra notte, quando eravamo a Washington alla X-Conference, abbiamo avuto alcuni incontri estremamente interessanti su Capitol Hill con Senatori – non Senatori – con membri del Congresso e staff. In particolare, abbiamo trovato alcune persone all’interno, così innamorate del nostro messaggio e di ciò che possiamo offrire in termini di dati, ricerca e contatti, che mi hanno praticamente offerto una conferenza a Capitol Hill, più di una, a mia discrezione. La stanza veramente, una stanza è stata già riservata e stavo chiamando Gene per ivitarlo a discutere con me la settimana prossima, per essere parte di questa opportunità straordinaria.

Gene era al centro di una rete di incredibili scienziati e tecnici e ingegneri, che hanno lavorato per tanti anni per portare alla luce questa cosiddetta “free energy e nuova fisica dell’energia e tecnologia” che serve disperatamente a questo pianeta.

AB: Sicuramente serve. Richard, era un grande esperto nella Fusione Fredda. Ora, la Fusione Fredda in America è stata molto controversa. Come sai alcune istituzioni di alto livello sono state in grado di duplicare gli esperimenti, mentre altre no. E’ stata come abbandonata silenziosamente. Pons e Fleischman si sono spostati in Europa, forse per come si è trattata la cosa in questo paese. Il Dr. Eugene Mallove rientra in questo schema di cose?

RH: Bene, Gene ha iniziato come tutti noi, da una base puramente ufficiale. Sai il mio passato è stato alla Cronkite/NASA, il suo al MIT; ha preso due o tre lauree, ho perso come il conto. Era un fisico nucleare, era uno scienziato ambientale. Conosceva la parte cattiva della fisica nucleare e della fissione nucleare e il mito della fusione a caldo, che ci eravamo promessi di attuare, ma non è accaduto per 30, 40 anni. E’ come nel film di Alice nel Paese delle Meraviglie.

AB: Ne era ancora un propugnatore.

RH: Non della fusione a caldo, per nulla!

AB: No.

RH: Quello che lo trasformò in un attivista nella frontiera della nuova energia, fu quando divenne uno scrittore scientifico al MIT, posizione molto prestigiosa. Scoprì scienziati sulla lista paga del dipartimento dell’energia al MIT che alteravano i dati contro gli esperimenti sulla fusione fredda!

AB: L’ho sentito questo.

RH: Non è una voce, è un fatto.

AB: Veramente, alteravano.

RH: Alteravano i dati.

AB: In altre parole…

RH: In modo che apparisse nei loro esperimenti, che avevano risultati positivi, che invece i risultati erano negativi. Si infuriò così tanto sul fatto che il dipartimento non prendesse provvedimenti, per questa enorme violazione dell’etica scientifica se non morale..

AB: Si dimesse?

RH: Si dimesse, precisamente. Quindi entrò in una lista nera.

AB: Si.

RH : Non puoi trovare lavoro. Provò a lanciare un laboratorio indipendente ed un giornale sulla fusione fredda. Ha fatto il suo compito a casa. Ha scritto un libro “Fire from Ice”. Se leggi il libro, vedrai una multitudine di dati fin dal 1989 che mostrano la realtà, di questo fenomeno, pur restando misteriodo.

Ha speso un gran numero di anni, Art, pagando il preazo di essere un uomo integro. Questa era una delle cose meravigliose che amavo di lui. Perchè era inarrestabile, era determinato ad arrivare alla verità, ovunque fosse, renderla pubblica e portare questa nuova era, dove questo pianeta non deve più soffrire per l’economia del petrolio e il controllo di risorse limitate, di cui vediamo qualche piccolo frutto nel Medio Oriente e sugli schermi della nostra TV ogni singola notte.

AB: Si, si.

RH: Cercava un giorno diverso, un percorso diverso, un’alba diversa per l’umanità. Alla vigilia di un potenziale avanzamento in questa direzione, è stato ucciso brutalmente.

AB: Si è fatto in modo che sembrasse una rapina o è stato davvero rapinato. Questo non significa che sia il motivo per cui è stato ucciso.

RH: Non sappiamo davvero nulla. Abbiamo i nomi degli investigatori, dal dipartimento di polizia. Parleremo con loro domani. Porteremo a loro altre persone che possono avere informazioni. Trovo solo una coincidenza le parole che mi ha detto al telefono, di cui posso parlare, e quello che potevo portargli nella conversazione al centro del potere, a Washington con i rappresentati della gente. Sai la Casa Bianca può essere fuori dall’obbligo..

AB: Richard, quanto sai di questi, ti cito, “avanzamenti di cui ti ha parlato?” Possono essere così grandi da essere motivo di omicidio?

RH: Ci sono vari livelli. Ci sono gli avanzamenti tecnici di cui posso parlarti. Questo era un avanzamento politico. Perchè ricorda Art, il problema è sempre stato, una volta trovata la scienza, come portarla alle persone Americane.

AB: Chiaramente. Quindi stai dicendo che aveva supporto in questa arena?

RH: Sentiva di aver reaggiunto questo punto. Si ipotizzava di avanzare nelle prossime settimane. Era una delle cose di cui dovevamo discutere. Io ero scettico, perchè so come Washington può buttare cose importanti nella polvere tirandole avanzi interminabilmente. Fino a quando non smetti. Le persone devono andare avanti con la loro vita. Sentiva che si trattava di un passo politico. Lasciami dire cosa ha detto che fosse in breve.

Qualche anno fa, nel 1989, venne rilasciato un rapporto molto pungente e negativo del Dipartimento dell’Energia, che toccava il tasto della fusione fredda. Quando il New York Times scrive sulla fusione fredda, oppure il Popular Science o il Washington Post o Science Magazine, citano principalmente dalle conclusioni di questo pannello di eminenti scienziati/fisici.

AB: In breve Richard, il tempo corre..

RH: Si. Ma principalmente (Il Rapporto del DOE) diceva che non c’era nulla.

RH: Ciò che mi disse Gene due giorni fa, fu che il Dipartimento della Difesa, il DOD – ricevette una nuova improvvisa informazione, “angolazione terroristica sulla fusione fredda e la nuova energia”.

AB: Angolazione terroristica, si.

RH: Andremo nei dettagli dopo la pausa. Ma disse che loro (il DOD) stavano ribaltando completamente il rapporto del 1989 del DOE!

AB: Giusto. Richard C. Hoagland, resta fermo. Quando torneremo, si unità a noi David Wilcock. Sono Art Bell dal deserto, questo è Coast to Coast AM.

(pausa pubblicitaria)

AB: Ciò che ho letto all’inizio sulla morte del Dr. Mallove è stato scritto da Steven B. Krivet, credo e spero sia corretto, Steven al New Energy Times. Quindi è un momento oscuro. Non ci sono domande, è un vero momento solenne. Annabel di Los Angeles scrive, “Ti preoccupi della tua salute? Se tutti i nostri scienziati brillanti continuano a morire sotto misteriose circostanze e tu sei lì a portarci alcune informazioni, spero tu sia sicuro.”

Non so. Me lo sono chiesto negli anni. Richard e sono sicuro che a volte lo hai fatto anche tu. Quando ti trovi in questo tipo di informazioni, qualcuno può non essere contento di te, inevitabilmente. Suppongo sia un rischio per la vita, ma non ci ho mai pensato molto. Cosa ne pensi?

RH: Come sai, ho avuto alcune esperienze interessanti. Nel 1999, l’attacco cardiaco è avvenuto in strane circostanze.

AB: Si.

RH: George era con Robin l’altra notte e voleva entrare in merito a questo, così abbiamo fatto. Ma no, questo non è certamente qualcosa per cui ti svegli al mattino bloccato nell’indecisione e Gene, se avesse saputo che questo era parte del percorso, non credo che avrebbe cambiato una sola cosa di quello che stava facendo. E’ troppo importante. Troppe persone vivono in bilico.

Lasciami fare una piccola correzione. Cerco di ricordare la conversazione nel dettaglio, come si fa quando è stata l’ultima.

AB: Certamente.

RH: La ragione per cui il DOD è coinvolto (nella modifica del Rapporto DOE del 1989), è perchè c’è una citazione, “connessione terroristica alla fusione fredda”, che è bizzarra, perchè è collegata attraverso il DOE e il loro mandato per le armi nucleari.

AB: Il Dipartimento dell’Energia.

RH: Ciò che puoi non sapere, il Dipartimento dell’Energia –

AB: Richard, puoi darci una idea di quale possibile applicazione possa avere la fusione fredda in ambito terroristico?

RH: Oh si. Elementare..Semplice. Infatti, era così ovvio che ricordo di aver detto diverse volte durante la conversazione, in modo acerbo, “Certamente ora saranno interessati, perchè hanno il fattore paura.”

AB: Aiutami a capire il fattore paura. Dovremmo portare dentro anche David, quindi dammi questo primo pensiero, come..

RH: Bene, devo dare una prima spiegazione di 30 secondi..

AB: (un pò deluso) Okay.

RH: Sai Art, dobbiamo farlo in questo modo.

AB: Ok.

RH: Una delle cose scoperte nell’era post-Pons&Fleishman, in cui Gene è stato molto coinvolto, in termini di monitorizzazione degli sforzi per replicare Pons e Fleishman e la fusione fredda e la bottiglia sulla scrivania, questo tipo di cose, fu la misteriosa apparizione di isotopi, materiale nucleare negli esperimenti, che non erano lì all’inizio. Soprirono anche che ciò che stava accadendo, anche nell’Università del Texas, a Los Alamos, in Francia, in Giappone, era che si otteneva la trasmutazione nucleare.

AB: Capito.

RH: Il tipico, sai, sogno alchemico.

AB: Le bolle. Le bolle davano ciò che appariva essere una reazione.

RH: Erano diversi esperimenti, ma tutti avevano questo in comune, in aggiunta all’energia, il calore che appariva, avevi queste bizzarre trasmutazioni di elementi, che non dovrebbero accadere sotto qualsiasi circostanza.

AB: Comunque, per quanto ne so era piuttosto sottile.

RH: All’inizio era sottile. Ma ecco che è arrivato il passo avanti. Sembra sia stato pubblicato nella letteratura aperta, nel senso che ogni scienziato può leggerlo o chiunque lavori per Bin Laden. Nel maggiore giornale di fisica, il giornale di fisica Giapponese, un gruppo di scienziati alla Mitsubishi, una delle più grandi corporazioni in Giappone, ha condotto alcuni straordinari semplici esperimenti. Non voglio annoiare le persone. Gene me li ha descritti e sono incredibilmente semplici.

AB: Puoi annoiarmi con questo se vuoi.

RH: Ok, bene, bene, dimmi quando vuoi andare.

AB: Voglio capire il processo che..

RH: Bene, concettualmente hai un contenitore. Un contenitore chiuso. Come un tubo sotto vuoto, ok, può essere grande o piccolo. Hai una membrana a metà che separa da un lato il gas deuterio, idrogeno pesante, dall’altro lato dove hai il vuoto. Sulla membrana, che può essere di Palladio, uno degli elementi della fusione fredda..

AB: O nickel..

RH: Viene descritto il Palladio. Corretto (anche il nickel viene usato). Piazzi altro materiale (sulla membrana di Palladio). Qualche altro metallo. A seconda di quale metallo scegli, quando osservavi cosa attraversa la membrana, nel lato vuoto, aveva una composizione elementale diversa, ed era un isotopo pesante! Mentre mi spiegava, mi disse: “Indovina cosa ti serve sulla membrana per avere U-235 nella camera vuota?”

AB: Cosa?

RH: Non lo ha detto. Penso tu possa fare il calcolo nucleare da solo. E’ un comune metallo, è una deposizione nel vuoto. Ogni laboratorio scolastico può farlo.

AB: Questo suggerisce, Richard, che questo elemento si può usare per fare una bomba catastrofica?

RH: Se hai un tipo alla Bin Laden che vuole fare del U-235, che vuole fare molto U-235 per una bomba a fissione..

AB: Si.

RH: Come il vecchio Oak Ridge.

AB: Stai dicendo che potresti produrre..

RH: In un garage, in un piano interrato, in un laboratorio di chimica. Ovunque sulla Terra, con banali risorse, di soldi, equipaggiamento. Ecco perchè il DOD e il DOE sono improvvisamente interessati alla fusione fredda..perchè può uccidere le persone.

AB: Ok. Ho capito. Solo perchè può uccidere persone, certamente.
Bene, tempo di introdurre David, è stato paziente, alla conversazione. Continueremo. David Wilcock è un consulente intuitivo professionale che, dopo avere letto il materiale di Richard C. Hoagland Monumenti di Marte, nel 1993, è entrato intensamente nell’ufologia, nel campo delle antiche civiltù, della coscienza, scienza e nuovi paradigmi della materia e dell’energia.

E’ autore di una trilogia scientifica conosciuta come la serie Convergence, che supporta l’idea sta avvenendo un cambio nella materia, energia e coscienza sulla Terra e nel sistema solare. Quindi volevo portarlo in conversazione e se la fortuna ci accompagna lui è qua. David?

DW: Ciao Art, come va?

AB: Ciao. Credo che tu abbia seguito la conversazione fino a questo punto. Mi scuso per averti fatto aspettare, ma è arrivata una notizia inaspettata, che non pensavamo di dover dare. Spero tu possa capire.

DW: Assolutamente, non è un problema.

AB: Bene, potete entrare…

RH: Si, posso appena sentire David.

DW: Ok.

AB: Bene, avvicinatevi al telefono e gridate fra voi. Se le tue labbra toccano, allora sei nel posto giusto, David.

DW: Ok, come va ora?

AB/RH: Molto meglio.

AB: Molto meglio. Bene. David, vorrei darti l’opportunità di commentare su ciò che hai sentito e aggiungere o eliminare quello che vuoi.

DW: Nel corso del mio lavoro sono stato assieme a persone coinvolte nel campo della free energy, molto direttamente in alcuni casi. Sono stato invitato a parlare alla Conferenza dell’Associazione di Psicotronica del 2002 negli USA. Devo parlare anche a quella di quest’anno. Il sito web è www.psychotronics.org.

Ho visto prove in merito a persone che sono state minacciate o assassinate. Un esempio l’ho avuto quando ho parlato con Dale Pond. Ha fatto una scoperta (nella free energy) e ha trovato un fiammifero acceso nel mezzo del tappeto in casa sua. Altro esempio, molto più bizzarro, avvenuto a qualcuno di cui preferisco non dire il nome ora.

Questo ragazzo ha fatto una scoperta nella free energy (ha ottenuto un effetto over-unity) e quando è accaduto la prima volta, la mattina dopo nel suo laboratorio, è sparito tutto quello che riguardava l’esperimento.. inclusi i documenti di lavoro, i prototipi, ecc..

Più tardi fece una nuova scoperta. Questa volta nel suo appartamento. Uscì per andare alla partita di suo figlio, rimase fuori 4 ore e tornò al suo appartamento e non c’era la moquette, la tenda della doccia, non c’erano mobili, non c’era nulla. L’appartamento era letteralmente vuoto. Questo suono molto scioccante, non so come qualcuno possa muoversi così rapidamente in quattro ore, ma suppongo sia possibile. Credo che mi stesse dicendo la verità.

AB: Come sanno molti degli ascoltatori, David, ci sono stati molti biologi ricercatori, persone al lavoro con ogni tipo di piccolo essere, altri scienziati al lavoro su scienza di alto livello in diversi campi che hanno avuto una misteriosa morte negli ultimi anni. Intendo, questa è stata solo una di più.

DW: Si, la letteratura su questo è molto solida. Per il mio punto di vista, domanda a cui ha già risposto Richard recentemente, mi viene in mente una citazione di Abraham Lincoln quando disse, “Vorrei morire per mano di un assassino che ogni giorno per paura di essere assassinato.”

AB: Corretto. Questa è la risposta alla pericolosa domanda. Non puoi vivere la tua vita in questo modo. Si, alcune linee di lavoro sono più pericolose di altre, per ovvie ragioni.

RH: Ciò che è molto ironico è che nella mia conversazione con Gene, stavamo parlando sulla diga che sembra stia per rompersi. Sono passati 15 anni da quando Pons e Fleishman e il Rapporto negativo del DOE, che ha ucciso ogni interesse scientifico ufficiale, dai giornali scientifici, Nature, Science, dal DOE stesso, come fonte di finanziamento.

Molti scienziati hanno dovuto inseguire i sussidi per sopravvivere e continuare a pubblicare. Gene ha tenuto la torcia molto in alto ed è stato capace di arruolare alcune persone davvero prestigiose per il Magazine (Infinite Energy) per la Fondazione (New Energy). Confido che questa ricerca continui e che questo omicidio sia solo un atto disperato e folle di “qualcosa” che cerca di fermare questa ricerca, ma non posso credere che sia una coincidenza.

AB: Qualcuno di voi vuole commentare la disperata situazione in cui si trova il mondo e quanto siano davvero importanti le fonti di energia alternative ora? Quando sono importanti e critiche?

DW: Io penso sia di vitale importanza. Se non cambiamo il modo in cui vanno le cose, non avremo più un pianeta. Cosa può essere più importante di questo?

AB: Uno degli ufficiali governativi in Inghilterra ha detto, “è un problema per il mondo, maggiore del terrorismo.”

DW: Oh, eccome.

AB: Ecco quanto è importante ciò di cui stiamo parlando. Tutto, letteralmente, il vostro stile di vita, la vostra vita, la vita di altre persone nel mondo, tutto dipende dalla capacità di fermare quello che stiamo facendo e trovare un nuovo modo per farlo.

DW: Ipoteticamente, diciamo che parte della ragione, o forse la principale ragione, per l’estinzione di questi scienziati della free energy (di cui posso fare molti esempi che conosco), ha a che fare con i soldi. Il concetto di fondo è, come puoi fare soldi se non c’è nessuno? Come puoi fare soldi quando il mondo è irrimediabilmente danneggiato continuando ad abusare di questi carburanti fossili? Se è vera l’idea del Picco del Petrolio, allora non ne abbiamo ancora molto. Ecco perchè il gas è a 2 dollari al gallone.

AB: Veramente è arrivato a 3 dollari a Santa Barbara…$3.09.

DW: Totalmente irragionevole.

AB: O qualcosa di orribile come a Santa Barbara. So che abbiamo raggiunto i 3 dollari.

RH: Per il servizio pieno è arrivato oltre i 4.07$ la scorsa notte.

AB: Si, ho sentito. Non ricordavo dove fosse. Era in California?

RH: Era a Los Angeles.

AB: LA. Oltre i 4 dollari. Sta peggiorando sempre di più, molto di più. La gente, non penso che stiano capendo dove si finirà. Intendo, questo paese è basato sul petrolio. Tutto ciò che compri, tutto viene trasportato da veicoli che bruciano carburanti fossili.

DW: Corretto.

AB: Tutta la nostra economia è basata su questo. Capisco cosa sia in gioco. Almeno penso di capirne una parte. Questo è il più grande problema al mondo e abbiamo persone, certo, non abbiamo ragioni per dire che il Dr. Mallove sia stato ucciso per la sua ricerca, ma non possiamo negare che sia una possibilità.

RH: Art, guardo questa coincidenza e non posso credere sia una coincidenza. Perchè, quando ci saremmo incontrati, avremmo dovuto condividere alcune informazioni critiche e lo avrei portato a Washington per incontrare persone con cui ci siamo già visti e molte altre, in una riunione dove mettere a disposizione le sue lauree, le sue conoscenze e le tecnologie che conosceva…

Ricordi, Art, hai sempre voluto un gadget da mettere sulla scrivania?

AB: E’ quello che ho sempre detto, datemi solo, persino un gioco, qualcosa!

RH: Gene lo ha. Lo aveva. Lo volevo per la mia conferenza a Washington. Sto ancora cercando di averlo, lui ne ha avuto accesso tramite altre persone che hanno fatto la ricerca. Questo è molto stupido e quello che è stato fatto è per avvertire tutti cosa è in gioco. Intendo, guardate la TV e immaginate un mondo in cui quello che avremo da vedere è altro terrorismo, prezzi più alti, più bimbi americani che moriranno in posti dove non vorremmo mai morissero.

AB: Deterioramento dell’ambiente.

RH: L’ambiente che va al diavolo. Gli oceani, l’atmosfera, riscaldamento dai gas serra continuando a bruciare i carburanti fossili per mantenere il nostro standard di vita. Questa è la spirale controrotatoria delle risorse di cui ho parlato l’altra notte con George. Questa è la ragione per cui voglio l’udienza per avere la posizione di testimoniare davanti al Presidente della Commissione Spaziale.

Una delle cose che sta accadendo, come parte del nostro viaggio sulla Costa Est delle prossime settimane, è che ho predisposto un incontro personale e una discussione con un membro chiave della Commissione Spaziale Presidenziale. Ciò che mi ha colpito nella nostra conversazione, (prima che parlassi con Gene e la ragione per cui l’ho chiamato è perchè ho pensato, ok, facciamolo come un colpo doppio, portiamo questa conversazione nella stessa arena), quando ho parlato col Commissario, ciò che mi ha colpito è stato il come lui sia stato più apocalittico di quanto lo sia stato io la notte scorsa, quando ho parlato della “scatola di risorse” e di come la visione spaziale del Presidente sia la nostra “ultima, migliore speranza”, abbiamo concluso di doverlo fare nel modo migliore, più intelligente, che comprende alcune tecnologie e la fisica a cui aveva accesso Mallove.

Quando questo Commissario mi stava parlando, disse: “Dick, penso sia la nostra ultima chance. Se non lo facciamo ora, non lo faremo mai, perchè le risorse potrebbero non esserci, la “volontà politica” potrebbe non esserci, saremo inghiottiti da questo mostro in cui “tutti chiusi nella stessa stanza, ci spareremo nel buio per un po di cibo”..

Intendo, ha usato la metafora che ho usato io alla radio l’altra notte. Ecco cosa ci avrebbe riunito in questo incontro (con Gene). Era basato su questo incontro(commissione spaziale), per cui ho chiamato Gene e ho detto, “Troviamo un modo per portare quello che sai a Washington, per mostrare alle persone oneste, ma ignoranti, che c’è un modo per uscire da questa trappola. Esiste un modo per uscire da questa scatola, finchè abbiamo il tempo.

E stanotte, lui non è più con noi..

AB: E tu ti stai muovendo? Stai cercando di trovarmi una dimostrazione? Stai cercando di avere un dispositivo over-unity reale?

RH: Ora che non c’è più Gene come tramite, sarà più difficile. Però farò un diavolo di tentativo, ci proverò. Non so quando ancora.

AB: Stai dicendo che hai questo dispositivo?

RH: Io conosco..

AB: Puoi metterci le mani sopra?

RH: So che Gene lo ha visto personalmente, ne ha scritto e ne ha dato testimonianza.

AB: Bene, vedrai.. Fermo lì Richard, fermo David, stiamo raggiungendo la fine dell’ora. Se tutto questo è vero, allora questo può essere motivo di omicidio. Se davvero hai avuto questo, allora potrebbe davvero essere stato motivo di omicidio, ma non significa che sia stata la causa della sua morte violenta. Però se davvero è successo ciò di cui parli, allora potrebbe essere stato un motivo, nessun dubbio su questo.

Dal deserto nel mezzo della notte. Nel weekend, questo è Coast to Coast AM.

(Pausa pubblicitaria)

AB: Richard Hoagland e David Wilcock sono entrambi qua. Abbiamo appena discusso sulla situazione del petrolio nel mondo. Abbiamo parlato delle alternative ad esso. Avete parlato della situazione del petrolio, della disperata situazione che ne consegue per le persone, che porta alle guerre. La situazione sta peggiorando. Mentre vedete crescere il prezzo alla pompa, vedete calare la nostra economia. Ecco cosa è in gioco. Non meno della nostra sopravvivenza. Un leader nel campo delle energie alternative, il Dr. Eugene Mallove, è stato picchiato a morte, è una notizia di questa notte, di cui abbiamo discusso.

Ascoltate, una nota. Non sarò qua il prossimo weekend. Ramona ed io ci recheremo a New York dove siamo stati invitati a vedere la prima del film The Day After Tomorrow. Nel caso non abbiate mai visto cosa sia un invito alla prima di un film da 125 milioni di dollari, allora ho pensato di mostrarvelo, l’ho scansito censurando il numero RSVP, il numero di telefono, che penso non avreste comunque guardato, ma ho pensato che avreste voluto vedere come fosse.

Ecco cosa ho messo alla webcam stanotte. Saremo attesi il prossimo weekend, il 24, a New York, al posto di essere qua. A quest’ora la prossima settimana, sarò sulla strada per New York City per questo evento.

E’ qualcosa di raro nella vita, quindi volevo che lo sapeste, credo che avremo un replay e Barbara Simpson sarà sul posto per la serata seguente. Bene, in un momento, torniamo ai nostri ospiti: Richard C. Hoagland e David Wilcock. State lì.

(pubblicità)

AB: Ancora una volta i miei ospiti, Richard C. Hoagland e David Wilcock. Signori, ben tornati al programma. Vorrei uscire un pò dal discorso che abbiamo fatto. Stranamente, in molti modi non è davvero così fuori tema comunque..

RH: No, assolutamente in tema, perchè..

AB: Lo è davvero. Si, è ciò che volevo. Richard. Guarda, abbiamo avuto un vicino. Noi siamo la Terra. Possiamo guardare Marte e stiamo guardando molto verso Marte ora. Tu sai cosa, Richard, c’è altro che vorrei dire prima di entrare nell’argomento ed è che, per qualche settimana o mese ora, il pubblico ha pensato o creduto che sia in corso una faida..

RH: (Ride)

AB: Non è vero. Almeno penso non sia vero, non per me.

RH: Nemmeno per me.

AB: Quello che ho fatto è che sono andato in onda e ho detto a riguardo di alcune fotografie che, “Mi spiace, vedo roccie. Allora, alcune delle cose che dite possono essere possibili, non so, nei vari..

RH: Artefatti, spazzatura.

AB: Gli artefatti che hai visto. Non vedo la stessa spazzatura. Io vedo rocce. Vedo ancora rocce. Ma non abbiamo avuto faide in corso.

RH: Si, esatto.

AB: Ancora, non c’è nulla di nuovo fra noi.

RH: Ma Art, Art, ricorda cosa mi hai detto la notte in cui la prima immagine della Faccia di Marte, l’intera Faccia, apparve nel 2001?

AB: Si. Non sto parlando della Faccia ora.

RH: Lo so, ma ricordi cosa mi hai detto? Hai detto “lascia perdere, fai altro..”

AB: Intendi l’immagine della scatola?

RH: No, no, parlo di quella del 2001, l’immagine piena della Faccia.

AB: (pensa) mmmmmmmmm..

RH: Posso far girare il nastro.

AB: Okay. Potrebbe anche essere.

RH: In una riconsiderazione ragionata, tornando indietro e pensando, l’altra notte ti ho sentito dire, “era simile a un gatto da un lato e ad una scimmia da un altro.

AB: Sì. Sì, giusto, giusto.

RH: Bene, ti sono serviti tre anni, Art.
Sono una persona molto paziente. Pensavo che avresti potuto vedere ciò che ho visto subito, ti ho dato tempo.

AB: (ride) Comunque, comunque, solo perchè lo sappiano, non ci sono litigi.

RH: Ci sono persone là fuori che vorrebbero tanto creare litigi.

AB: Si, lo fanno sempre.

RH: Quando io e David abbiamo pensato di fare questa cosa stanotte, la prima persona che ho chiamato sei stato tu, perchè abbiamo iniziato questa discussione (sulla energia alternativa e la fisica) in radio molti, molti anni fa, parlando dei guadagni dalla nuova fisica per cui Gene Mallove ha dato la vita. E’ una completa rivoluzione dei paradigmi, di cui non si è mai parlato seriamente, negli ambienti accademici..

Infatti, ciò che mi piacerebbe fare è una specie di introduzione in questa sezione del programma, vorrei leggere una piccola sezione. So che odi le letture, ma..

AB: Si, è vero. Vorrei impostarlo. Ho iniziato a ..

RH: Lascia che ti dica cosa voglio leggere e poi decidi.

AB: Si.

RH: Questo è l’ultimo editoriale di Gene, incredibilmente premonitivo. E’come se sapesse che non sarebbe più stato con noi.

AB: Leggilo.

RH: Siedo qua, tenendo il mio portatile, leggendolo ancora.

AB: Vai avanti e leggilo.

RH: Per la seconda volta..

AB: Si, fallo.

RH: Okay. Lo ha intitolato, “Scoperta: Censura della Scienza, il Diavolo invisibile.

“I rover Spirits e Opportunity su Marte hanno lasciato i loro moduli d’atterraggio e stanno esplorando la superficie di un mondo alieno che ha catturato da tanto l’immaginazione umana. I laboratori robotici stanno inviando immagini spettacolari e altri dati che, grazie ad internet, danno agli scienziati e alle persone del mondo una possibilità senza precedenti per esplorare un altro pianeta.

Non c’è dubbio che questo sia un enorme risultato. Dimostra i progressi nella sofisticazione tecnologica, nell’aeronautica, nelle comunicazioni, nella tecnologia dei computer, nella robotica, applicati verso fini valorosi per imparare su un altro mondo toccandolo da lontano.

Il successo dell’ultima iniziativa Marziana può suggerire ad alcuni che tutto va bene nelle stanze della scienza. Tutto va come pianificato. Si aprono nuovi orizzonti. Potremmo confrontarci presto con altre evidenze che Marte dia rifugio a qualche tipo di vita o forse che lo abbia dato in passato. La Scienza ha trionfato. Stiamo vivendo collettivamente i frutti di quattro secoli di progressi scientifici rivoluzionari.

Non sembrano esserci ovvie evidenze di censura scientifica in queste missioni; tutti potranno vedere presto i dati, tutti insieme, quasi in tempo reale. Fantastico.

Ma sotto questo trionfo dell’estensione dell’esplorazione umana si cela un’altra realtà di questa scienza, una non piacevole da contemplare. Proprio in questo momento di successo, quelli di noi che per la maggior parte della vita hanno sognato aprirsi gli orizzonti Marziani, ora sono tutti consapevoli di quanti più esseri umani sarebbero realizzati e di quanto sarebbe fantastica la civiltà, avendo la possibilità di usare collettivamente tutte le nostre facoltà e capacità di ragione.

Ma non è la scienza che dovrebbe essere uno dei maggiori tentativi di liberazione? Come posso affermare che non ci è permesso di usare tutte le nostre facoltà e poteri per creare un mondo migliore? Facile. Se esiste un punto in cui tali informazioni sulle scoperte scientifiche vengono trattenute o ridotte, la comunità di scienziati e la cittadinanza che supporta finanziariamente il loro lavoro pubblicamente e privatamente, vengono truffati.

Tristemente, oggi, esistono tali punti. E’ la routine di censura delle informazioni scientifiche che non si conformano ai paradigmi scientifici dominanti del momento.

AB: Ora, Eugene Mallove, brutalmente..

RH: E quindi, entrò nel dettaglio di ciò di cui stava parlando.

AB: Brutalmente ammazzato oggi nel Connecticut.

Molto bene Richard, stiamo esplorando Marte. Esploreremo anche gli altri pianeti. Abbiamo dei vicini, sono questi pianeti a cui ci rivolgiamo. Se proviamo ad immaginare cosa può accadere alla Terra, o cosa è accaduto alla Terra, o persino come siamo arrivati qua, l’intero discorso, dobbiamo studiare i nostri vicini. Nello studiare i nostri vicini, arriviamo a certe conclusioni.
Penso che sia come il centro del nostro discorso stanotte. Cosa sappiamo di Marte o di altri pianeti, che può darci indizi sulla nostra situazione?

RH: La cosa che mi ha avvicinato a Gene e a David Wilcock, è come un filo comune, l’esplorazione dell’angolo tagliente dello sconosciuto. Quando siamo entrati nel problema di Cydonia, decenni fa, due decenni, cercando di rivelare se fosse vero e quindi cosa significasse, uno dei punti chiave che ho estrappolato con l’aiuto di Erol Torun è che sembra esserci un “Messaggio” lasciato nelle rovine di una antica civiltà Marziana, nel posto chiamato Cydonia su Marte.

Questo messaggio ha a che fare con i reami della Realtà; col funzionamento reale della Fisica, ciò che ci relaziona, come esseri coscienti su questo pianeta, alle stelle, alla galassia, ai processi energetici, a possibili tecnologie che non funzionano col petrolio. Le intere nove yard sembrano essere disposte in queste formazioni geometriche.

AB: Come hai capito questo? Come sei arrivato da qua a là?

RH: Nel modo più semplice, abbiamo scoperto che le strutture attorno alla Faccia di Marte non sono in ordine casuale. Sembrano seguire un preciso schema geometrico.

AB: Significa?

RH: Significa che sono state posizionate..

AB: No no no, questo l’ho capito.

RH: Abbiamo scoperto che questa geometria sembrava essere la fisica celata del diciannovesimo secolo. Questa fisica non parlava dei quanti e dell’energia di punto zero e di cose che entrano nell’oscuro e non possono essere misurate. Come il tal numero di dimensioni che non possono essere provate. Parlava di dimensioni più alte che possono essere misurate. In cui l’energia può fluire da alte dimensioni nella nostra dimensione e crea letteralmente tutta la nostra Realtà che vediamo.

AB: Questo è molto curioso, ma non capisco cosa in questa geometria ti abbia suggerito la storia.

RH: Qua le cose diventano complicate. Questo è il punto descritto nel sito web e nei libri e in 20 anni di insegnamenti, quindi non voglio. Possiamo farlo mentre passiamo in questi esempi che vediamo ora nel sistema solare. Non voglio annoiare le persone con una lezione, ok? Voglio arrivare alla parte buona.

AB: Ma c’è un’affermazione incredibile da fare sulla Faccia.

RH: La parte incredibile è che la stessa geometria con cui lavoravano questi matematici e fisici, che porta a possibilità sovradimensionali, persone come Reimann, del diciannovesimo secolo, è la stessa geometria che sembra trovarsi nelle rovine sul pianeta Marte!

AB: David, come rientri in questo punto. Intendo, dove rientri in questo?

DW: Qua c’è un ragazzo di 19 anni che ha letto Monuments of Mars e il suo mondo si è rovesciato, perchè tutto ciò che credeva reale è improvvisamente entrato in questione.

C’è una serie di relazioni tra monumenti chiaramente artificiali in Cydonia, che mostrano relazioni angolari, certi specifici angoli come alcuni di 19,5 gradi e questi angoli corrispondono ad una particolare forma di geometria. Quindi ho speso anni e anni della mia vita col modello di Hoagland, pensando a come la geometria possa influenzare i pianeti, perchè il concetto di fondo..

AB: Spieghiamo a tutti in merito ai 19,5 gradi. C’è qualcosa che tutti possono dimostrare a sè stessi e questo riguarda il punto dei 19.5 gradi (sopra o sotto l’equatore) di un pianeta, potete osservare fenomeni molto inusuali, evidenza dell’energia nei pianeti a 19.5 gradi. E’ corretto?

DW: Assolutamente.

RH: Riguarda il Sole e tutti i pianeti solidi, come la Terra in cui viviamo o Marte, fino ai pianeti gassosi giganti, Giove, Saturno, Urano, Nettuno, troviamo che i più grandi punti energetici sono a 19.5 gradi.

AB: Che è il punto iperdimensionale di cui ci hai sempre parlato e che tu credi essere la fonte di energia per tutti i pianeti, giusto?

RH: Non è materia di fede. E’ nato quando abbiamo visto questa geometria, questo schema, ricorda che tutta la scienza parte osservando uno schema…

AB: Si.

RH: Quindi abbiamo iniziato a fare domande a persone che conoscevo, esperti in vari campi, cosa significa questo schema? Qualcuno ha mai notato questo schema da qualche parte prima? Fu il mio amico Stan Tenen, della Fondazione Meru, che stava lavorando sui testi Biblici da anni e anni..

AB: Si, si, si.

RH: Che disse, “oh, questo schema è stato trovato nel Coxiter e da altri eminenti matematici e si relaziona a modelli iperdimensionali. Modelli di spazi in stati più elevati, realtà elevate che non si possono vedere e toccare o sentire, ma si possono modellare matematicamente in modo teorico e sono stati usati come parte della fisica del diciannovesimo secolo, quando la fisica era appena nata..da persone – giganti della scienza – come Faraday e altri.

AB: E’ tua posizione, Richard, che l’energia a questo punto, questo punto iperdimensionale di cui hai sempre parlato, sia la fonte di energia di molte delle cosiddette “free-energy”?

RH: Questo è ciò che mi ha unito a Gene. Perchè, io arrivai così al punto e lui ci arrivò dalla fisica del ventesimo secolo e iniziò a vedere sempre più anomalie, questo fu l’inizio della nostra conversazione. Un giorno gli dissi, “Gene, non credo che la “fusione a freddo” sia una fusione. Credo sia qualcosa di diverso, qualcosa di più fondamentale, qualcosa di rivoluzionario, qualcosa potenzialmente iperdimensionale, qualcosa che arriva da un’altra dimensione e appare nella nostra dimensione come una fonte anomala di energia, sotto certe condizioni…

AB: Ma, la gente può vedere questa….è quello che cerco di far capire a loro. Se guardano a 19.5 gradi in un pianeta, diventa così ovvio.

RH: Oh si, guardate la mappa dei pianeti. Andate sul sito della NASA e scaricate queste incredibili immagini dei globi.

AB: Corretto. Questo riguarda anche te, David.

DW: Oh si, guardate su Venere e vedete questi due vulcani a 19.5 gradi. Guardate su Marte e vedete il Monte Olympus, 3 volte la dimensione del Mt. Everest., che non si trova solo a 19.5 gradi, ma precisamente a 120° ovest dalla Faccia e 120° è esattamente dove si trova la punta del tetraedro.

RH: C’è altro della stessa geometria.

DW: Si, riguarda il Grande Punto Rosso su Giove, che è rimasto stabile per almeno 300 anni. Urano ha un Grande Punto Scuro.

AB: Tutto questo è reale. Controllate da voi. C’è qualcosa di speciale in merito..

RH: E nel ciclo solare, il ciclo solare di 11 anni che ami tanto, Art.

AB: E’ una relazione di amore-odio..

RW: Corretto.

DW: (ride)

RH: Ok, ho scoperto anni fa in un vecchio Scientific American, uno degli esperti chiavi del Sole, un ragazzo di nome Parker, ha pubblicato che il picco di latitudine delle macchie solari, quando il ciclo ha un picco ogni 11 anni, è più o meno a 19.5 gradi.

Quindi ho trovato persone, quando ho iniziato a parlare di questo in radio, sul tuo show e altri show, che mi hanno spedito piccoli documenti tecnici, dove si descrive il fenomeno “electro-jet” che gli scienziati dell’atmosfera, dell’atmosfera superiore al centro Goddard della NASA, hanno osservato per anni.

Immagina dove sono segnati i fenomeni electro-jets? Sono come scie dei jet a grandissima altitudine, ma sono elettrificate. Sono a 19.5° nord e sud!
Si sono scoperti sempre più esempi come questo, continuamente, finchè ho detto, “Ok, qua e dove abbiamo sbagliato. I fisici del diciannovesimo secolo in qualche modo hanno deviato, abbiamo preso il percorso sbagliato e siamo finiti nella strada del canyon invece che in quella piana.

Se i fisici del diciannovesimo secolo fossero rimasti in strada, ora avremmo la free energy! Non avremmo i nostri uomini e donne morenti in Iraq.

Non avremmo Bin Laden alla porta. Le Torri del WTV esisterebbero ancora. Sarebbero 5 volte più alte e fatte di materiali meravigliosi, perchè con questo tipo di energia, puoi fare cose tecnologicamente sconvolgenti.

Avremmo probabilmente un giardino sulla Terra. Probabilmente saremmo in grado di nutrite tutti qua e gli altri che arriveranno. In altre parole, era la visione di Mallove. L’Età della Nuova Energia, quando le persone prendono la nuova Fisica e la applicano alla Reale tecnologia, che ci libererà dal petrolio. La visione di Gene può dare questo ad ogni essere umano sul pianeta. Quello che mi ha sconvolto e che è stato parte della nostra discussione per anni e anni e anni, è che abbiamo trovato la chiave per questo “in un pugno” di rovine su un altro pianeta!

Per mia grande gratificazione, il giorno che ho parlato con Gene, due o tre giorni prima che morisse, era daccordo con me che “Cydonia è reale, stanno per annunciare la vita su Marte” e che la Fisica (iperdimensionale) di cui ho parlato sta dietro le tecnologie free-energy ed “è probabilmente ciò che ne permette il funzionamento.”

AB: Giusto. Fermi. Dio sa che il mondo ha bisogno di un veloce cambiamento, giusto? Penso che tutti là fuori lo sentano nel fondo dello stomaco, giusto? Che abbiamo iniziato un cambiamento e che arriverà molto molto presto. Sono Art Bell. Questo è Coast to Coast AM.

AB: Domani notte, a questa ora, il Dr. Michio Kaku sarà mio ospite. E’ un Sostenitore dell’idea delle multiple dimensioni. Infatti, i migliori fisici teorici dei nostri tempi sostengono l’esistenza di multiple dimensioni, anche 11. Ora, se avete mai provato come me a capire ciò che Richard chiama “fisica iperdimensionale”, possiamo provare a spiegarlo. Possiamo provarci comunque. Se considerate che tutti questi mondi hanno un quantitativo anomalo di energia che potete vedere, o un maggiore flusso a 19.5 gradi, persino la nostra Terra..ci arriviamo fra un momento.

(pubblicità)

AB: C’è qualcosa di misterioso in merito a tutto questo e a tutti questi pianeti. Persino il Sole, credo (ha questo fenomeno che avviene) a 19.5°. Persino la nostra Terra. Corretto, Richard? Cosa abbiamo sulla Terra a 19.5° che..?

RH: Abbiamo le Hawaii. Abbiamo questa grande isola con un grande vulcano sulle Hawaii che è analogo al Mt. Olympus su Marte.

AB: Stai dicendo che l’energia si è dispersa?

RH: C’è una piuma di lava e siccome siamo sulla Terra (e abbiamo strumenti sensibili), possiamo misurarlo.

AB: Riguardo ai 19.5°? Tutti sanno delle Hawaii. Continuando attorno al mondo, ci sono altri segni?

RH: No, perchè ciò che accade è che hai un consolidamento del flusso energetico in forma fisica, come un vortice o un vulcano. Se guardi i dati sui terremoti, i dati sismici, sappiamo che c’è una piuma di lava calda che esce dallo cuore esterno della Terra. Si muove a 1800 miglia sotto le Hawaii.

Questa piuma di energia è come una freccia che sale dal cuore della Terra, correndo attraverso la crosta a 19.5°. A causa della tettonica, a causa del movimento della crosta della Terra, le placche della Terra si assestano come navi nella notte, la forza risale attraverso la crosta a differenti posizioni e crea differenti isole (in tempi diversi).

Se “srotoliamo” il film, se torniamo indietro nel tempo e guardiamo dove si trovavano le isole milioni di anni fa, scopriamo che è come se avessi una sigaretta sotto un foglio di carta che bruci, creandovi un foro, quindi muovi la sigaretta ( o muovi la carta ) e bruci un altro punto e un altro e ottieni questa catena lineare di fuoriuscite attraverso la superficie.

AB: Soprattutto a 19.5°.

RH: A 19.5°, perchè la latitudine è fissa relativamente al polo.

AB: Capito. Cosa dici in merito al Sole, Richard, anche qua troviamo anomalie a 19.5°?

RH: Come ho detto in questo documento, questo documento critico che ho trovato qualche anno fa di Parker, che fu il primo a notarlo, Parker era un grande esperto del Sole negli anni ’50. Annotò che il picco del ciclo di macchie solari avveniva con macchie che non sono disposte equamente sul Sole.

Principalmente partono a circa 30-40° nord (e sud) di latitudine e mentre il ciclo progredisce, prendono la via verso il basso, un termine che uso specificamente, verso l’equatore; da entrambi i lati: il polo nord del Sole, il polo sud del Sole. Al massimo del ciclo di macchie solari, ogni 11 anni, esse hanno un picco a circa 19.5° nord e sud di latitudine del Sole.

AB: Quindi Richard, quando abbiamo discusso questa fisica iperdimensionale, abbiamo parlato di una verità universale? Una verità di ogni corpo in moto? Il Sole, la Terra, Marte, tutti i pianeti?

RH: Tutti i pianeti rotanti in questo sistema solare, lo stesso sistema solare, tutte le altre stelle e potenziali sistemi solari che stiamo trovando. Intendo, ti posso annoiare..

AB: Ho detto “è universale”?

RH: Si, sembra essere universale. Ciò che ho cercato di fare negli ultimi 10 anni o più è di accumulare sempre più evidenze scientifiche, evidenze osservate che confermano la teoria, il Modello.

AB: Ok. E’ osservabile. Tutti, chi vuole provarlo da sè, possono farlo, controllare questo punto dei 19.5°.

RH: Oh, è uno schema impressionante.

AB: E’ qualcosa che possiamo vedere. Possiamo verificarlo da noi.

RH: Si, si.

AB: Sembra anche molto legato alla nostra dimensione. Almeno, il suo effetto.

RH: Gli effetti sono, chiaramente, in questa dimensione, dove viviamo. La causa non è in questa dimensione e qua torniamo indietro ai matematici del diciannovesimo secolo come Cayle e fisici come Faraday e..

DW: Whittaker..

AB: Ok, bene David, bene.

RH: Maxwell!, l’altro personaggio.

AB: Maxwell, si, scusa, bene.

David, eri uno studente di Richard. Hai letto questo libro, ovviamente sei ..

RH: (Caldamente) Uno studente a distanza..

AB: Il significato di tutto questo..

RH: Non abbiamo parlato, fino ad un paio di anni fa.

DW: Corretto.

AB: Intendo, nel mezzo di tutto questo, dove ti introduci? Dammi una idea.

DW: Quello che ho visto è che c’era una stanza per il modello iperdimensionale da espandere. Richard lavora su diverse aree di ricerca (Marte, la fisica iperdimensionale che deriva dal suo studio, la politica di cover-up in corso, la complicità dei media in tutto,..), che sono tutte fruttuose e importanti. Io ho preferito concentrarmi sulla fisica.

Il posto in cui siamo stanotte è fantastico, perchè Richard mi ha dato un compito (un paio di mesi fa) e io l’ho completato e si tratta di un corpo di dati enorme che abbiamo raccolto, che mostra come l’intero sistema solare, non solo in ogni punto a 19.5°, ma gli stessi pianeti e in molti casi le loro lune, stanno mostrando grandi segni di aumento energetico.

Questo include aumento nella pressione atmosferica, aumento di luminosità delle Aurore Boreali, aumenti della forza dei campi magnetici, aumenti delle attività “cataclismiche” in molti casi. Posso stare qua stanotte e dirti, “dammi il nome del pianeta e ti dirò quali cambiamenti sta subendo.” Non importa quale scegli, perchè abbiamo dati su ognuno di essi.

AB: Marte.

DW: Marte. Nel 1997, sul sito del Telescopio Spaziale Hubble (hubblesite.org), il capo delle Relazioni Pubbliche della NASA del tempo, Don Savage, disse che tra la fine degli anni ’70 e il 1997, Marte ha “sviluppato nuvole, ha perso molto delle sue polveri e ha raccolto una “sorprendente abbondanza” di ozono”.

Una delle cose di cui parliamo di questo Modello ha a che fare con l’emergenza di questa energia carica, come l’ozono (o plasma, come viene definito), questo mare luminoso di elettroni, protoni. Questo è un segno, in questo nuovo Modello, di un alto grado di energia che “sanguina” attraverso la terza dimensione.

La Sonda Mars Surveyor stava orbitando attorno a Marte nel 1997 e ha incontrato, in un’area, un aumento del 200% nella pressione atmosferica rispetto alle aspettative.

RH: Ad un paio di centinaia di miglia di altitudine!

AB: Non c’è nulla che spieghi questi improvvisi cambiamenti in questa dimensione. In altre parole, possiamo guardare il Sole e vederne una maggior attività. C’è qualcosa, intendo cose fisiche, che possiamo usare per spiegare questo cambiamento. Per esempio, ho sentito che su Marte sta avvenendo un riscaldamento globale..

DW: Corretto.

AB: Su Marte. Che è..

DW: Si. Intendo, l’ironico è che tutti i dati sono stati rilasciati con spiegazioni che suonino convenzionali.

AB: Corretto, cosa sarebbe una spiegazione che suona convenzionale per il “riscaldamento globale” di Marte? Sarei molto interessato.

DW: Ha a che fare con le calotte di ghiaccio, le regioni ai poli si sono inclinate più verso il Sole e loro (la NASA) affermano che per questo il pianeta si sta scaldando e si stanno sciogliendo le calotte di ghiaccio.

AB: Si stanno sciogliendo, giusto?

DW: Oh, notevolmente, si.

RH: Il problema è che non combacia la scala temporale.
C’è qualcosa su Marte, sulla Terra e su altri molti pianeti detto spostamento obliquo. L’inclinazione della rotazione di un pianeta nella sua orbita attorno al Sole è detta “obliquità” Per la Terra è di 23.5°, per Marte è di 25°, per Giove è circa di 3°, per Saturno è di circa 27°.

Sai, vedete tutti questi modelli del sistema solare in cui avete questi pianeti nella loro orbita attorno al Sole.

AB: Certo, assolutamente.

RH: L’obliquità dei pianeti cambia nel tempo. Nei modelli ufficiali, questo è probabilmente dovuto agli effetti gravitazionali e ondulatori tra i pianeti, persino a milioni di miglia di distanza. Questo è un piccolo punto di discussione (nel Modello Fisico HD), ma ipotizziamo sia vero.

Significa che puoi costruire modelli nel computer che predicano da qui in avanti o indietro, di milioni di anni, quale sia l’inclinazione del pianeta e l’effetto di questo sul flusso solare che riceve il pianeta, quanta energia venga assorbita e riflessa e cosa significhi per il clima planetario.

Dato che questi cambiamenti di obliquità avvengono molto lentamente, in milioni di anni, non possiamo spiegare l’improvviso scioglimento dei ghiacci ai poli di Marte e il suo riscaldamento globale. Il modello ufficiale della NASA tenta senza successo di spiegare questi fenomeni improvvisi!

AB: Bene Richard, fermiamoci un secondo. David?

DW: Si.

AB: Venere.

DW: Venere, tra il 1978 e il 1983 la quantità di gas sulfurei nella sua atmosfera, in base a Bullock e Grinspoon del Scientific American Magazine, è diminuita enormemente. Lo dirò ancora: la quantità di gas sulfurei, che chiaramente puzzano come uova marcie, è diminuita enormemente tra il 1978 e il 1983.

Uno studio parallelo è stato fatto con la sonda Russa conosciuta come Venera, che ha visitato Venere nel 1975 e con il telescopio a terra Keck nel 1999. Si è rilevata una differenza nella luminosità. Abbiamo questa luce verde che è apparsa su Venere nell’atmosfera (superiore). Nel 1975, non l’hanno visto del tutto, poi nel 1999, la luminosità è aumentata del 2500%. Un cambiamento enorme!

RH: 2500%.

AB: Ancora..

DW: 2500%.

AB: Aumento di energia?

DW: Luce verde fisica.

RH: La luce verde dell’ossigeno. La stessa linea (spettrale) che abbiamo sulla Terra. Ora viene la parte strana: l’atmosfera della Terra contiene un 20% di ossigeno, giusto?

AB: Si..

DW: Giusto.

RH: Si supponeva non ci fosse ossigeno su Venere, per nulla. Quindi da dove arriva, in un paio di anni, pochi anni, tutto questo ossigeno nell’ atmosfera superiore di Venere, più di quanto se ne trovi nell’ atmosfera superiore della Terra?

DW: E dov’è finito tutto il gas sulfureo?

AB: Questi sono cambiamenti stile Genesi!

RH: Enormi, enormi!

DW: Stiamo parlando dell’atmosfera di tutto il pianeta (Venere è circa gemello alla Terra in dimensione), tutta in una volta, sta subendo una diminuzione drammatica dello zolfo, in 5 anni!

AB: Capito.

RH: Loro hanno spiegato questo come la conseguenza di una “misteriosa e massiccia eruzione vulcanica che dovrebbe essere avvenuta su Venere.” A parte il fatto che, chiaramente, Art, non ci sono dati, non ci sono osservazioni di alcun vulcano, da alcuna sonda o strumento terrestre, in tutta la storia dell’osservazione di Venere.
Usano la loro bacchetta magica, un ragazzo della NASA ha detto, “Oh, deve esserci un vulcano, perchè cos’altro potrebbe essere?”

AB/DW: Giusto, giusto.

RH: Il problema nella scienza è “Cos’altro potrebbe essere?” Questo (modo di pensare profondamente pregiudizievole) è ciò contro cui si batteva Gene Mallove, perchè il “cos’altro” è ciò che ci porta verso nuovi territori, nuove scoperte e nuovi progressi!

AB: David. Giove?

DW: Oh uomo, Giove è incredibile. C’è questa nuvola di energia che si muove attorno l’orbita della sua luna Io, la più vicina a Giove. Questa nuvola luminosa è apparsa all’improvviso nel 1979. Quindi tra il 1979 e il 1995, la luna è divenuta del 200% più luminosa e densa.

Allo stesso tempo, la ionosfera della luna Io si spostò del 1000% in altitudine, che è la zona in cui si muove l’energia carica. Venne misurata originariamente nel 1973, tra 30 e 60 miglia. Nel 1996 si trovava a 555 miglia (comunciato dal Dr. Louis Frank, dalla NASA).

La superficie di Io ora è tre volte più calda della superficie di Mercurio. Ok, ora Mercurio è vicino al Sole. Ma Io attorno a Giove (5 volte più lontano dal Sole rispetto alla Terra!), è 3 volte più caldo rispetto alla superficie di Mercurio e la temperatura della sua superficie è cresciuta del 200% tra il 1979 e il 1998.

RH: Non riguarda i vulcani.

DW: Corretto.

AB: Vi suona comune ragazzi?

DW: Ti sto dicendo, prendi un pianeta, non importa.

AB: Saturno.

DW: Si è vista prima una aurora, questa energia luminosa vista per la prima volta nel 1999, mi scuso 1995, alle regioni polari. Stanno accadendo cose strane lì. Ho trovato uno studio del Dr. Ed Sittler che mostra che tra il 1981 e il 1993, un blocco di energia molto simile a quella vista attorno a Giove, esiste attorno a Saturno ed è cresciuto del 1000% in densità e luminosità.

RH: Sono cambiamenti globali, di proporzioni “geologiche”, in pochi anni, Art.

DW: Si.

RH: Non in migliaia di anni, non in milioni di anni..

AB: Pochi anni.

RH: Corretto. Un periodo incredibilmente breve.

DW: 12 anni, in questo caso.

AB: Capito. Molto rapidamente. Ok, David, Terra.

DW: Terra.

AB: Terra.

DW: Tutte buone cose. Nel 1998, le fasce di Van Allen hanno mostrato una nuova cintura di energia per la prima volta. Qualcosa di mai visto prima, ti leggo la citazione, “La radiazione delle fasce di Van Allen è divenuta così intensa nel maggio 1998, che si è creata una nuova fascia, generando eccitazione e meraviglia nella comunità scientifica.
Nel febbraio 1996 tu e Richard avete poi parlato (io al tempo ero un ascoltatore) di questo satellite cablato.

AB: Corretto.

DW: Vi ricordate?

AB: Chiaramente.

DW: Il cavo si ruppe e questo satellite, lo spiego per i lettori, questo satellite era attaccato a questo cavo sottile..

AB: Ascoltatori.

DW: ..che si allungò a grande distanza..

RH: (ride)

DW: ..e si bruciò semplicemente. La NASA lo produsse in modo teoricamente da essere indistruttibile. Ho trovato un articolo sulla CNN che era collegato da altri articoli che dicevano che il cavo era “a prova di idiota”. Chiaramente, ora l’articolo non è più disponibile e nemmeno nella cache di Google. Continua..

Traduzione a cura di Richard
divinecosmos.com

Richard C. Hoagland e David Wilcock: Free Energy 1 di 3 ultima modifica: 2008-09-14T22:00:00+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)