Royal Raymond Rife

Il Giornale Online
Segnalata da Skorpion75

Forse la conferma piu' profonda di pleomorfismo (pluralita' di forme) e' stata data da un altro genio quasi annientato dalla scienza ortodossa, questa volta un microscopista americano di nome Royal Raymond Rife. La sua storia e' stata raccontata nel Rapporto Rife da Barry Lynes; e' stato pubblicato in forma di libro con il titolo: La cura del Cancro che ha Funzionato!

Il microscopio ordinario di Rife (con una risoluzione di 31.000) superava i microscopi elettronici che stavano emergendo in capacita' di dettaglio e chiarezza. Il suo uso di frequenze di luce naturale dispersa con l'impiego di prismi, piuttosto che fasci di elettroni e colorazioni acide, permetteva una visione chiara di soggetti viventi. Ogni microrganismo ha la sua propria frequenza fondamentale di luce, qualcosa che Bechamp ha sfruttato evidentemente con il suo polarimetro. Rife era arrivato alla conclusione che si poteva utilizzare la luce, invece di sostanze chimiche distruttive, per “colorare” il soggetto. Questo era geniale. E ugualmente geniale era la sua esecuzione.

L'intero sistema ottico, lenti e prismi, come pure le unita' d'illuminazione sono costituite da blocchi di cristallo di quarzo. L'unita' d'illuminazione utilizzata per esaminare le forme filtrabili di organismi contiene quattordici tra lenti e prismi, tre dei quali sono nella lampada ad incandescenza ad alta intensita', quattro nel prisma Risley, e sette nel condensatore acromatico, che ha un'apertura di 1.40. Tra la sorgente di luce e il campione ci sono due prismi cuneiformi di cristallo di quarzo il cui scopo e' quello di polarizzare la luce che passa attraverso il campione, essendo la polarizzazione l'applicazione pratica della teoria che le onde di luce vibrano in tutti i piani perpendicolari alla direzione in cui le onde sono propagate.

Quando la luce raggiunge un prisma polarizzante si divide in due fasci, a uno dei quali viene data una inclinazione tale da farlo riflettere sul lato del prisma, senza che passi attraverso il prisma, mentre il secondo fascio, con una inclinazione nettamente ridotta passa attraverso il prisma per illuminare il campione. Quando i prismi di quarzo del Microscopio Universale (che possono essere ruotati con un nonio per 360 gradi) vengono ruotati in direzioni opposte danno angoli d'incidenza variabile ai raggi trasmessi, mentre nello stesso tempo, dato che e' possibile vedere solo una sezione di banda di un colore alla volta, una piccola porzione dello spettro viene diretta sull'asse del microscopio.

E' possibile procedere in questo modo da un estremo all'altro dello spettro, dagli infrarossi agli ultravioletti. Ora, quando viene raggiunta quella parte dello spettro nella quale sia l'organismo che la banda del colore vibrano in sintonia l'uno con l'altra sulla stessa frequenza, un lunghezza d'onda caratteristica viene emessa dall'organismo.

Un fascio di luce monocromatica, esattamente con la stessa frequenza emessa dall'organismo, viene mandato attraverso il campione permettendo all'osservatore di esaminare l'organismo nel suo colore chimico vero e rivelando la sua propria struttura in un campo perfettamente luminoso. I fasci di luce provenienti dal campione, invece di passare attraverso l'obiettivo convergendo, attraversano una serie di prismi speciali che mantengono i raggi paralleli. E' questo principio dei raggi paralleli nel Microscopio Universale e la ridotta distanza di proiezione fra i prismi oltre alle tre paia di obiettivi da dieci, da sette e da quattro millimetri montati a breve distanza che sostituiscono le lenti che rende possibile non solo l'inusuale alta risoluzione e ingrandimento ma anche l'eliminazione di tutte le distorsioni e le aberrazioni cromatiche e sferiche. L'aggiustamento fine e' settecento volte piu' sensibile di quello dei microscopi comuni, la durata di tempo richiesto per mettere a fuoco la gamma varia tra un'ora e mezz'ora.

Uno dei conseguimenti principali di Rife era la sua abilita', attraverso numerosi stadi pleomorfici, di trasformare un virus, che aveva trovato in tessuto cancerogeno, in un fungo, piantare il fungo in un letto a base di asparago, e produrre un colibacillo (E-Coli), il tipo di microfauna indigena dell'intestino umano. Questi risultati sono stati ripetuti centinaia di volte. Rife dimostro' che la capacita' pleomorfica delle microforme di vita va dal livello di batterio al livello di fungo, e alla sua evoluzione all'ultimo stadio, la muffa. Inclusi in questo ciclo ci sono molti stadi importanti intermedi tra microzimi (piccoli agenti fermentativi) e batteri, le proteine complesse a cui ci si riferisce normalmente come virus, e i loro discendenti immediati.

Rife identifico' 10 famiglie nello spettro intero della micro-vita. All'interno di ogni famiglia, qualsiasi forma o membro potrebbe trasformarsi in qualsiasi altra forma. Inoltre, il fatto che gli organismi hanno una loro peculiare frequenza di risonanza permise a Rife di sviluppare ulteriormente il suo “Fascio radiante”, che aiutava il corpo a liberarsi dei sintomi del cancro. Quali meravigliose e benefiche rivelazioni avrebbero potuto presentarsi con la tecnologia di Rife guidata dalla visione di Bechamp?

(NdR: Antoine Pierre Jacques Béchamp (Bassing, 16 ottobre 1816 – Parigi, 15 aprile 1908) è stato un medico e chimico francese. Docente presso l'Università di Montpellier fu contemporaneo di Louis Pasteur, elaborando una teoria del pleomorfismo sui germi patogeni in contrasto con le conoscenze di allora della biologia e di quelle Pasteur.)

Queste onde, o questi raggi di luce, come queste frequenze potrebbero essere chiamate, hanno mostrato di possedere la potenza di devitalizzare organismi patogeni o di “ucciderli” quando sono stati sintonizzati su una lunghezza d'onda, o meglio, sull'esatta frequenza, che e' diversa per ogni organismo. In realta' non sono i batteri da soli che producono la malattia, ma sono i costituenti chimici di questi microrganismi che agiscono sul metabolismo non equilibrato delle cellule del corpo umano che co-producono altri sintomi di malattia. I microrganismi associati alla malattia comunque non producono la condizione che ha originato l'evoluzione morbosa nel corpo. Un Terreno biologico – bio elettronico sano o malato e' determinato principalmente da quattro cose, rapporto acido-basico + rapporto ossido-ridotto e cioe':

– Il suo equilibrio acido o alcalino (pH)

– la sua carica elettromagnetica (funzionalita' bioelettronica – puo' essere negativa o positiva)

– il suo livello di intossicazione (tossicita')

– il suo stato nutrizionale (nutrizione ed eliminazione cellulare)
Un sintomo critico di un Terreno malato e' il livello basso di ossigeno. Un altro e' un arresto o ristagno del flusso dei fluidi colloidali nello spazio intercellulare. Un altro ancora e' la perdita di carica elettrica dalla superficie dei globuli rossi. Questa condizione e' chiamata “rouleau” o “sangue viscoso”. All'interno della parete cellulare, tutte le sostanze chimiche e i componenti agendo insieme mettono in moto la vita organica. Niente all'interno di una cellula e' vivo di per se stesso. Ma quando si guarda il sangue vivo, si puo' osservare che i microrganismi subiscono un preciso, scientificamente verificabile, ciclo di mutamento della loro forma e quindi della loro funzione.

Affascinante come la metamorfosi da bruco a farfalla, questa evoluzione e' ancora piu' fantastica, perché puo' accadere abbastanza rapidamente (talvolta in minuti!). Non ci sono nemici o malattie specifiche da combattere. Esiste solo il risultato dei giusti rapporti “equilibrio” = ordine) o dell'alterazione di questi giusti rapporti = squilibrio = disordine.

L'UniVerso opera mantenendo nei giusti rapporti le coppie di opposti (Yin e Yang). Quando le cose vanno fuori questi giusti rapporti, di solito compare un segno (il sintomo), così sappiamo che qualcosa e' cambiato nell'ordine delle cose. La salute e' l'equilibrio nel sistema. Se vogliamo avere un rude termine di paragone con cosa accade in un corpo malato, provate a non fare le pulizie di casa per almeno un anno. In quell'ambiente, tutti i generi di piccoli “ospiti” verranno fuori da chissa' dove. Allo stesso modo, le abitudini alimentari sbagliate e il modo di vita “sporcano” il nostro ambiente interno. Il nostro Terreno (matrice) diventa eccessivamente acido (pH sbilanciato) preparando la strada per ospiti indesiderati.

In questo ambiente sbilanciato, i batteri dannosi possono, per le condizioni del terreno propizie, mutare di forma e funzione, (NdR: producendo anche tossine nocive al terreno cellulare + extracellulare + tessuti + organi + sistemi e quindi corpo). Queste forme di vita minuscole possono cambiare rapidamente la loro forma e funzioni.

Attraverso un processo chiamato pleomorfismo, (pleo = molti e morph = forma) i batteri possono cambiare in lieviti, da lieviti a funghi, da funghi a muffe. I microrganismi come un batterio specifico, possono assumere piu' forme. Questo cambiamento di forma altera anche le loro funzioni. Essi, i germi (parassiti, batteri eterologhi), “attaccano”, cioe' divengono “patogeni”, SOLO quando mutano la loro forma=funzione e la quantita' di essi e' sproporzionata a cio' che dovrebbe essere, per la proliferazione anomala per via della mancanza di germi antagonisti (flora batterica autoctona alterata). Nota bene: Per Terreno si intende anche il citoplasma cellulare – vedi Cellula – 1 + Cellula – 2

Cio avviene SEMPRE ed in PRIMIS nell'Intestino e nei tessuti in cui c'e' una flora batterica autoctona; questa “prassi” si conosce bene anche in medicina allopatica, ad esempio in seguito ad un utilizzo di antibiotici. Nell'intestino quando vi e' disordine funzionale, si forma del muco in maniera non adatta; ma puo' formarsi anche in altre parti del corpo quando vi e' disordine della flora batterica.

Ma per i tessuti in cui non vi e' una flora batterica autoctona residente? Se questi tessuti hanno un Terreno a pH + rH + ro' – vedi Bio Eletttronica – nei parametri della Perfetta Salute (P.S.) NON succede nulla; ma se hanno i parametri alterati per via di intossicazioni da sostanze non adatte provenienti dal sangue che le trasporta il loco, questi tessuti vengono ad essere investiti da batteri e funghi “inviati” in zona dalle funzioni del sistema immunitario per riordinare il Terreno alterato e se la cosa perdura, in quei tessuti l'alterazione della flora in loco avviene con la produzione di ulteriori tossine che circolano in loco e quindi nel sangue che possono essere trasportate anche in altri luoghi…. con le conseguenze del caso…cioe' nascono le malfunzioni tissutali, organiche, sistemiche e quindi i vari sintomi importanti. Nota bene: in TUTTI i casi ove vi e' intossicazione + infiammazioni importanti, tale da “richiamare” in loco batteri e funghi, vi e' alla base anche ed in primis una alterazione della Flora intestinale autoctona intestinale vedi:Micoplasma + INFIAMMAZIONE e Batteri (autoctoni mutati od eterologhi) con-cause Terziarie del CANCRO

Il Dott. E.C. Rosenow del Mayo Biological Labs e altri batteriologi, hanno dimostrato che un cambiamento dell'ambiente (Terreno) interno potrebbe modificare streptococchi in pneumococchi e un cambiamento del cibo riporterebbe i pneumococchi a streptococchi. Questo ha mostrato anche che i batteri sono “spazzini” per natura ed essendo essenzialmente “scorte” di enzimi, modificano la loro forma e produzione di enzimi allo scopo di dissolvere fino al suo elemento piu' piccolo qualsiasi pezzo di tessuti morti sia presente, (NdR: che per riordinare il Terreno di base – Nota bene: Per Terreno si intende anche il citoplasma cellulare ).

Oltre al pH e al pleomorfismo, dobbiamo considerare un concetto molto importante, la differenza tra i sintomi di una malattia e la condizione della malattia stessa. vedi anche Pleoformismo. Nel pleomorfismo, una cosiddetta specie e' solo uno stadio nel ciclo di crescita di una famiglia di esseri. Ogni membro ha funzioni diverse e un aspetto molto diverso dagli altri. Quello che la maggior parte della gente chiama “malattia” in realta' e' un sintomo o una raccolta di sintomi. Per esempio, i tumori e i vari tipi di cancro sono sintomi, e il tentativo di combatterli li ha portati alla quantita' epidemica di cui siamo oggi testimoni. Cio' che la gente comunemente considera cause di malattia, sono sintomi. In questa categoria ci sono i batteri, lieviti e i loro discendenti. Quando i germi sono coinvolti in una malattia producono o influenzano il corpo nel produrre sintomi secondari. La medicina ortodossa ritiene che questi sintomi secondari siano la malattia.

La risposta pero' giace nella condizione del terreno biologico. Tutti i suoi valori sono in equilibrio? O sosterra' lo sviluppo di ospiti indesiderati? Una volta che l'equilibrio viene turbato, si entra in un circolo vizioso. Quando il pH del corpo e' alterato, i suoi tessuti hanno una condizione acida. vedi Acidosi Questa condizione deriva da molte cose, principalmente dal tipo di alimenti consumati e da scarsa digestione. Quando la digestione non avviene correttamente i cibi fermentano o vanno in putrefazione. Negli stadi iniziali dello squilibrio, i sintomi esterni generalmente non sono molto intensi e di solito sono “trattati” con i farmaci di sintesi, che pero' NON risolvono il problema anzi lo acuiscono e lo rendono cronico.
Questi includono, fra gli altri, sintomi come:

– Eruzioni di pelle

– Emicranie

– Allergie

– Raffreddori e influenza

– Sinusiti

IMPORTANTE: Aumentando sempre piu' nel tempo, lo squilibrio nel Terreno biologico, si presentano condizioni sempre piu' gravi come: organi e sistemi che iniziano a capitolare, intestino, fegato, polmoni, ghiandole endocrine (tiroide, surrenali ecc.), ecc., ecc., e se non si effettua una inversione seguendo il Protocollo della Salute insegnato dalla Medicina Naturale, la malattia diviene sempre piu' grave (con infiniti sintomi) e porta inevitabilmente alla morte il soggetto creatore del proprio divenire, nel bene e nel male. Sfortunatamente il trattamento dei sintomi (leggete con attenzione la definizione di questa parola) con i farmaci al fine di farli scomparire ha un ruolo principale nel far comparire sintomi piu' gravi in seguito. Ma la maggior parte della gente non considera o non realizza questo quando va dal medico per risolvere rapidamente la “malattia”. Anche la maggior parte dei medici non e' consapevole, perche' volutamente mal-istruita dalle Universita' in mano alle ideologie di Big Pharma, o semplicemente segue la corrente per paura di perdere le possibilita' di lavoro….

L'avvicinamento medico militaristico e' la prevaricazione della terapia artificiale su quella naturale, dei veleni (farmaci) sul cibo. La mancanza di comprensione crea paura, ma quando comprendiamo che sia la salute che la malattia sono create dal nostro modo di vivere e dalle nostre abitudini alimentari, la paura dei “germi” scompare. Il nostro sistema immunitario é collegato inevitabilmente con il pianeta Terra dato che il nostro corpo e' costruito con i suoi elementi. La Terra, presa nella sua interezza come geosfera, ha il suo proprio sistema immunitario, un sistema che si autoprotegge, si rigenera, guarisce. Quando non siamo allineati con quel sistema, o danneggiamo quel sistema, il risultato inevitabile e' la nostra propria degenerazione. Anche il British Medical Journal del novembre 1950 ha ammesso: “Nonostante la massima attenzione, una intensa contaminazione da batteri del siero dei vaccini e' inevitabile durante la loro preparazione, e possono essere presenti non meno di 500 milioni di organismi per ml…”

Questo e' assolutamente vero, ma se fosse altrettanto vero che i batteri causino la malattia per la quale si vuole vaccinare, ognuno che ricevesse la sua prima vaccinazione morirebbe nell'arco di 24 ore dall'inoculazione, questa e' la prova che i Germi NON sono la causa primaria delle malattie. NdR: La vaccinazione e' una grave e pericolosa intossicazione del corpo, che produce oltre all'intossicazione, anche danni occulti che si trasmettono alla prole – mutazioni genetiche.

La storia

Rudolf Virchow, il padre della teoria dei germi, ha dichiarato nei suoi ultimi anni: “Se potessi rivivere la mia vita, la dedicherei a provare che i germi cercano il loro habitat naturale — i tessuti malati — invece di causare malattia”. Pasteur (1822-1895) e Paul Ehrlich (1854-1915) hanno dato congiuntamente al mondo civilizzato le dottrine della teoria della malattia di microbiologia e immunologia prima della scoperta delle vitamine, degli elementi traccia e di altre sostanze nutrienti. Per i loro sforzi e le loro molto “discutibili” idee, i vaccini diventarono di moda e furono promossi da eminenti scienziati di allora.

Il Dr. Antoine Béchamp, uno dei primi batteriologi al mondo e contemporaneo di Pasteur, fece grandi scoperte scientifiche e alcune delle menti piu' elevate del suo tempo hanno accettato le sue teorie e le sue scoperte come fatti sicuramente certi. Béchamp ha ottenuto così tanti conseguimenti che sono state necessarie otto pagine di un giornale scientifico di elencarli quando e' morto. Tra molte altre cose, ha salvato l'industria francese della seta dalla moria dei bachi da seta, sotto il naso di Pasteur, che era stato incaricato di risolvere il problema. Ha descritto chiaramente il processo della fermentazione per quello che e': il processo di digestione di esseri microscopici. E' stato il primo ad affermare che il sangue non e' un liquido, ma un tessuto fluente. Ha sviluppato un processo economico per la produzione dell'anilina che ha dato inizio all'industria della tintoria.

Cio' che rende la teoria dei germi così pericolosa e' che sembra così ovviamente vera. Ma e' vera solo parzialmente. Bechamp affermava: “Non c'e' alcuna dottrina così falsa che non contenga un granello di verita'. e' questo vale anche per la dottrina sui microbi.” Béchamp ha scoperto i Microzimi (chiamati ora genericamente micro-organismi) e che i germi sicuramente sono il risultato, NON la causa primaria della malattia. Attraverso i suoi esperimenti ha mostrato che le caratteristiche vitali delle cellule sono determinate dal Terreno in cui i loro microzimi si alimentano, crescono e si moltiplicano nel corpo umano. Sia le cellule normali che i germi hanno i loro compiti specifici. Le cellule organizzano i tessuti e gli organi del corpo umano. I germi puliscono il sistema e lo liberano dall'accumulo di materia patogena (tossica) e mucoide. Inspiriamo costantemente circa 14.000 germi e batteri all'ora. Se i germi sono così nocivi, perché non moriamo?

Nei primi stadi di infiammazione (formazione di pus) i batteri presenti sono gli “streptococchi” ma man mano che i globuli rossi e i tessuti si disintegrano ulteriormente gli streptococchi si trasformano in “stafilococchi”, cioe' cambiano in una forma adeguata al nuovo ambiente dei tessuti morti. I batteri non hanno alcuna azione sulle cellule vive, solo sulle cellule morte. (*) Non sono la causa della malattia ma il risultato. In molti casi di polmonite i “pneumococchi” appaiono sulla scena da 36 a 72 ore dopo l'insorgenza della malattia. Il lavoro di Béchamp nel campo della Biologia avrebbe potuto rivoluzionare la medicina con una profonda intuizione sulla natura della vita. Ma in un mondo politico, si e' trovato a dover fronteggiare uno scaltro politicante connesso a ricchi poteri: Louis Pasteur. Antoinne Béchamp era medico scienziato, mentre il farmacista Pasteur era un chimico, senza alcuna educazione nelle scienze umanistiche ed un inserzionista pubblicitario, ha plagiato la ricerca di Béchamp, l'ha distorta, l'ha sottoposta all'Accademia Francese della Scienza come sua propria!

E rendendo pubbliche queste scoperte, Pasteur ha avuto un gran seguito che lo acclamava come un genio della scienza. Pasteur e' stato responsabile in grande parte delle stragi di animali per la sperimentazione nella ricerca medica. Pasteur ha utilizzato preparazioni ottenute da tessuti di animali malati iniettandole poi in animali sani rendendoli a loro volta malati. Questo ha dato l'apparenza che i germi causino la malattia, quando in realta' queste preparazioni erano estremamente velenose. Questa non e' una procedura scientifica, ma dimostra semplicemente il fatto che si puo' far ammalare qualcuno avvelenando il suo sangue ed i suoi tessuti.Basandosi sulla sua teoria dei microzimi, Béchamp diede enfatici avvertimenti contro l'invasione diretta e artificiale del sangue.
By Luciano Gianazza – Tratto da: www.medicinenon.it

Commento NdR: (*) Qui non siamo completamente d'accordo con l'autore di questo testo, in quanto in Medicina Naturale sosteniamo che il disordine funzionale (disequilibrio) batterico – fungino della Flora autoctona, genera la “emissione di tossine” per la loro mutata “forma-funzione”, che sono co-responsabili in modo secondario e NON primario, della nascita delle malattie. I germi (microbi + virus) NON sono le VERE cause primarie delle malattie, ma solo secondarie, salvo nel caso nel quale si ingeriscano alimenti (solidi o liquidi) fortemente intossicati e/o contaminati da certi batteri e/o sopra tutto da Parassiti che sono i principali micro organismi molto responsabili nel generare forti infiammazioni e quindi notevoli disturbi e dolori, ma la medicina ufficiale non solo e' incapace a collegare molti strani dolori alle contaminazioni dei vari Parassiti, ma e' assolutamente incapace a fornire le terapie adatte ai vari casi!

I microbi (funghi e batteri) possono con-causare, cioe' aiutare il diffondersi della malattia per le tossine che producono, quando sono mutati qualitativamente e quantitativamente. Ma la cosa piu' importante da dire e' questa: SOLO se vi e' un organismo NON sano e cioe' con un Terreno in disordine (pH + rH + ro' – vedi Bio Elettronica – i germi e/o i parassiti avranno il potere di con-scatenare dei problemi, altrimenti essi non potranno che uscire dall'ospitante e non renderlo malato; ma purtroppo in questa societa' ove la salute animale ed umana e' in balia delle multinazionali, con il risultato di avere molto facilmente un Terreno disordinato (per via di vaccini, farmaci, alimenti industrializzati, acque clorate ecc.), il rischio di “allevare” nel proprio corpo parassiti (germi piu' grossi dei batteri), e' comunque molto elevato nella stragrande maggioranza degli animali e degli umani.

Qualcuno leggendo questo testo ci ha scritto: “un sano a contatto con un malato non dovrebbe quindi avere problemi dato che il suo Terreno e' sano”… Verissimo e la dimostrazione e' che i medici e gli infermieri RARAMENTE e per cause ben precise che sempre sono innaturali (es. ferite e/o vaccini fatti nel tentativo illusorio di immunizzarsi, fatto che non avviene perche' l'immunodepressione e' ormai accertata). Molti individui (anche il redattore di questo testo) pur essendo stati a contatto con numerosi malati di malattie dette infettive (esempio: poliomielite, meningite, difterite, tubercolosi, influenza, ecc.) NON si sono mai ammalati di nessuna di quelle malattie e cosi' avviene normalmente nel vivere civile della societa' animale ed umana – solo coloro che hanno un terreno disordinato ma “simile” si ammalano delle stesse malattie –

La medicina ufficiale si e' “buttata” sui batteri e sui virus, perche' serva dei produttori di farmaci e vaccini che vogliono vendere vaccini, antivirali ed antibiotici ed ha trascurato, purtroppo, le contaminazioni dei parassiti, che possono generare, se “allevati” nell'organismo le piu' svariate malattie fino al cancro! Ma le case farmaceutiche vogliono vendere le loro bombe distruttrici di batteri e virus autoctoni (i ns angeli custodi che riparano i danni che commettiamo consapevolmente od inconsapevolmente – vedi Intervista a Stefan Lanka), cosi la malattia puo' sopravvivere e divenire cronica, ed il malato e' cosi' pronto ad essere sfruttato per tutta la vita!

Non tutta la scienza medica ha appoggiato la teoria Vaccinale: Béchamp contro Pasteur. Antoine Béchamp (1816 – 1908) fu uno dei piu' grandi scienziati del XIX secolo. Medico, chimico, naturalista, biologo, fu professore di chimica medica e farmaceutica presso la Facolta' di Montpellier, professore di biochimica e fisica all’Universita' di Parigi, poi Preside della libera facolta' di Lille. Dimostro' l’esattezza delle osservazioni di Claude Bernard sull’importanza del terreno specifico di ciascun individuo e fu il primo a comprendere l’origine microbica delle patologie infettive. Nonostante cio', la sua opera e' quasi sconosciuta perché e' stata sistematicamente discreditata e falsificata a vantaggio degli interessi personali di Pasteur. Béchamp riteneva che i microbi fossero un “processus”: provenienti da un’unica fonte [delle particelle “prebatteriche” presenti in tutte le strutture organiche, dette “microzimi” (i somatidi di Naessens), essi possono cambiare dimensioni e forma secondo lo stato di salute dell’organismo nel quale vivono.

Le sue tesi sono state poi confermate da molti altri ricercatori e, nel 1980 alcuni batteriologi (Sorin, Sonea, Panisset, Naessens) hanno confermato che il polimorfismo batterico era un fatto scientifico inconfutabile: “se si sconvolge il mondo dei batteri con il nostro intervento, le conseguenze possono arrivare a compromettere la vita sulla terra”, essi affermano. Alcuni studi hanno egualmente dimostrato che i batteri possono trasformarsi in virus in funzione di cio' che gli viene dato come substrato nutritivo. (cfr. S. Sonea e M. Panisset in Introduzione alla nuova batteriologia, stampa dell’Universita' di Montréal, Canada, 1980). Béchamp, fondatore dell’enzimologia, ha identificato minuscoli corpuscoli, piu' piccoli della cellula: i microzimi. Questi ultimi sono all’origine della vita e li si ritrova tanto nell’uomo che nell’animale, nel vegetale o nei microrganismi. Nell’uomo la loro forma varia secondo lo stato complessivo del terreno nel quale essi vivono e del quale si nutrono. La malattia si manifesta quando uno squilibrio turba le normali funzioni dei microzimi. Quando lo stato di salute e' alterato (dalla malnutrizione, da un’intossicazione o da stress fisico o psichico), il microzima si trasforma in germe patogeno, cioe' in un microbo, se non vi sono antagonisti che lo mantengono nei valori quantitativi naturali per quel tipo di intossicazione!

Per Antoine Béchamp lo stesso microbo puo' assumere piu' forme adattandosi all’ambiente nel quale vive: e' la teoria del polimorfismo, le cui conseguenze, se fosse stata presa in considerazione, avrebbero rivoluzionato il nostro approccio alla salute ed alla malattia. Per i seguaci di questa teoria e' sufficiente rafforzare la salute dell’individuo perché i germi patogeni che esso ospita ritrovino la loro forma originale di microzimi e la loro funzione di pacifici protettori.
Commento NdR: Rinforzando quindi e riordinando il Terreno la matrice i microbi detti impropriamente “patogeni” svolgono le loro adatte funzioni di pulizia e di riordino dei tessuti e la malattia scompare. Ricordiamo anche che le alterazioni degli enzimi, della flora, del pH digestivo e della mucosa intestinale influenzano la salute, non soltanto a livello intestinale, ma anche a distanza in qualsiasi parte dell'organismo.

Per i Parassiti: anche in questo caso i parassiti provenienti dall'esterno, ed e' facile per loro entrare per mancanza di igiene, possono si insediarsi, ma colonizzare ed infettare, cio' puo' avvenire SOLO se il Terreno e' alterato, rispetto ai valori della Perfetta Salute e se quindi il Sistema immunitario e' stato leso e l'organismo e' in stato di intossicazione, infiammazione e quindi immunodepressione…..in percentuale sono molto piu' i danni dei parassiti che non quelli di batteri e/o virus!

Vedi anche: Le ricerche e le scoperte di Gaston Naessens sui Somatidi http://www.mednat.org/cure_natur/somatidi.htm

Immagine in alto: http://en.wikipedia.org/wiki/File:RoyRife-1.jpg
Fonte: http://www.mednat.org/germi_teoria.htm


Royal Raymond Rife ultima modifica: 2010-08-31T10:52:29+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)