Salgono le Morti Associate al Vaccino HPV, Riferiti più di 3500 Casi di Effetti Collaterali negativi

Il Giornale Online
TORONTO, 20 settembre 2007 (LifeSiteNews.com) – Al debutto canadese del vaccino HPV [ human papilloma virus, ndt ], per il virus del papilloma umano, prodotto dalla Merck e non-completamente-verificato, da usare su bambine di solo 9 anni, la vista delle conseguenze a sud del confine – Stati Uniti – ha creato serie perplessità nei Canadesi. Negli Stati Uniti era stata infatti lanciata nel giugno 2007 una simile campagna di vaccinazioni di massa per ragazze, contro l''HPV, spinta dagli stessi gruppi di interesse e dalla stessa casa farmaceutica.

In poco più di un anno, la vaccinazione contro l''HPV è stata associata a cinque morti, ed a migliaia di casi riferiti di effetti collaterali negativi, centinaia valutati come seri, e molti con ospedalizzazione.

Judicial Watch, agenzia che controlla per conto del governo degli Stati Uniti, ha inziato a preoccuparsi via via che scopriva cospicue donazioni fatte dalla Merck a politici in ruoli chiave. Una procedura per richiesta di informazioni alla Merck, nel maggio 2008, ha evidenziato per il periodo dall''8 giugno 2007 – data dell''approvazione del vaccino da parte della FDA ( Food and Drug Administration ) – al maggio 2008, 1672 casi di effetti collaterali negativi al vaccino HPV, segnalati all''FDA.

Tre morti sono risultate conseguenza della vaccinazione, fra queste quella di una dodicenne. L''assistente di un medico ha riferito che una ragazza ” è morta a causa di un grumo di sangue dopo essere stata vaccinata con il vaccino Gardasil. ” In due altri casi, ragazze di 12 e 19 anni, sono state riferite morti legate a problemi cardiaci ed/o di emboli sanguigni.

Alla data del 21 maggio 2007, fra i 1637 casi di reazioni collaterali negative segnalati all''FDA attraverso il Sistema di Segnalazione delle Reazioni Negative ai Vaccini ( VAERS ), ce ne erano 371 con reazioni gravi. Delle 42 donne vaccinate mentre in gravidanza, 18 hanno sperimentato effetti collaterali varianti dall''aborto spontaneo alle anormalità fetali.

Alla data del 21 maggio 2007, le 1637 reazioni negative alla vaccinazione segnalate come effetti collaterali sono state pubblicate dalla Merck & Co e mettono in guardia il pubblico sui potenziali effetti di dolore, febbre, nausea, vertigini e prurito conseguenti alla vaccinazione. Non c''è dubbio che il 77% di tali reazioni siano tipici effetti collaterali delle vaccinazioni. Ci sono però altri effetti collaterali ben più seri di quelli segnalati, e che comprendono la paralisi, paralisi addominali, Sindrome di Guillain-Barre [ una infiammazione del sistema nervoso periferico, incurabile, porta a morte certa per deterioramento delle funzioni vitali; sindrome rarissima in condizioni “naturali”, ndt ], e colpi apoplettici.

Judicial Watch ha informato LifeSiteNews.com che una successiva richiesta di informazioni sulle reazioni negative al vaccino HPV, riguardanti il periodo maggio – settembre 2007, ha evidenziato 1800 ulteriori casi di reazioni negative, inclusi altri casi di morte. Solo nei prossimi giorni si conoscerà il numero esatto delle morti, ha comunicato Judicial Watch a LifeSiteNews.com.

LifeSiteNews.com ha riferito in febbraio delle pressioni ufficiali della Merck negli Stati Uniti.
(si veda www.lifesitenews.com/ldn/2007/feb/07020204.html ).

Comunque gli sforzi formali della Merck Frosst Canada, consociata canadese della Merck Canada, sono in corso ricorrendo a potenti lobbysti con stretti collegamenti a politici che hanno dato sostegno ai massicci finanziamenti governativi per i programmi di vaccinazione.

Il Toronto Star ha recentemente riferito che la Merck Frosst Canada Ltd ha incaricato il gigante delle pubbliche relazioni Hill & Knowlton perchè spinga le strategie di immunizzazione ricorrendo ad alcuni lobbysti ben-collegati : Ken Boessenkool, già consulente politico anziano del Primo Ministro Stephen Harper; Bob Lopinski, già nello staff del Premier Dalton McGuinty; e Jason Grier, già capo dello staff del Ministro della Salute George Smitherman.
Il Governo Conservatore di Harper ha approvato in luglio il Gardasil, il vaccino HPV della Merck, ed ha annunciato successivamente un programma da 300 milioni di dollari per somministrare il vaccino alle bambine dai 9 ai 13 anni. Questo non è che l''inizio di quello che naturalmente la Merck si augura sarà un più ampio piano di vaccinazione di tutte le donne potenzialmente sessualmente attive del Canada, che non siano già infettate dall''HPV. In agosto, McGuinty, dei Liberali dell''Ontario, su consiglio del Ministro della Salute George Smitherman, ha annunciato che tutte le ragazze in scolarità dell''8° grado avranno gratuitamente il Gardasil.

La maggior preoccupazione degli studiosi è che il programma di vaccinazione HPV è stato definito prima che fossero completate le adeguate verifiche.

Gli effetti a lungo termine di questa vaccinazione, non sono noti. Molti si chiedono : perchè una fretta apparentemente così azzardata ?

Una risposta almeno c''è : il Gardasil è l''unico vaccino HPV attualmente disponibile e la Merck è attualmente l''unico fornitore. Un vaccino HPV concorrente, il Cervarix della Glaxo Smith Kline, non sarà disponibile prima del gennaio 2008. Via via che più bambini sono vaccinati col Gardasil, ne rimarranno sempre meno che potranno ricevere il richiamo da un vaccino concorrente incompatibile. La Merck sta correndo a catturare la quota maggiore di mercato possibile, intascando milioni di dollari dei contribuenti.

Le vendite di Gardasil, nei soli Stati Uniti, si presume ammonteranno ad 1 miliardo di dollari nel solo primo anno di disponibilità.

John-Henry Westen

Lifesitenews.com 05 giugno 2008
Tradotto per EFFEDIEFFE.com da Massimo Frulla

Fonte: Coscienza.org

Argomenti correlati:

Revisione delle conoscenze scientifiche

Quello che dobbiamo sapere prima di decidere

Salgono le Morti Associate al Vaccino HPV, Riferiti più di 3500 Casi di Effetti Collaterali negativi ultima modifica: 2008-06-11T12:00:01+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)