Schwarzenegger contro le scie chimiche

Il Giornale Online

Su segnalazione della gentilissima Dottoressa Staninger, diamo conto di un'iniziativa presa dal governatore della California, Arnorld Schwarzenegger, che ha interpellato un'attivista sul problema delle scie chimiche (il noto uomo politico usa proprio il termine “chemtrails”). Non sappiamo che cosa abbia indotto Schwarzenegger ad occuparsi del tema, se sia una reale preoccupazione per le condizioni della California trasformata dall'attività chimico-biologica in una landa semideserta e divorata dagli incendi o se, invece, sia un modo per tenere a bada gli attivisti californiani sempre più agguerriti.

Ad onor del vero, bisogna ricordare che, recentemente, il governatore ha decretato l'interruzione di un contestato programma riguardante l'irrorazione di insetticidi per eliminare una falena che ha attaccato i meli californiani.

L’ufficio del governatore della California Schwarzenegger chiede un colloquio con una attivista sulle “scie degli aerei”

20 luglio 2008

Rose ha scritto:

“Volevo darvi una buona notizia. Deborah Whitman, dell’Environmental Voices, mi ha mandato, venerdì scorso, 18 luglio, il messaggio sotto riportato. Ella ha partecipato ad un convegno dell’E..P.A. sui cambiamenti climatici, a Sacramento. La Whitman è un’instancabile e coraggiosa attivista, preoccupata per i programmi di modificazione meteorologica. Ha ricevuto una telefonata dal Governatore Schwarzenegger che le ha chiesto un incontro sul tema delle “scie degli aerei”.

Ho anche appreso, da una fonte molto attendibile, che l’ufficio di Schwarzenegger ha interpellato il California Air Resources Board affinché “affronti il tema delle scie chimiche, per stabilire se sono tossiche oppure no”. La signora Whitman ritiene sia vitale che noi contattiamo l’ufficio del Governatore, la settimana prossima, per comunicargli la nostra preoccupazione a proposito di queste attività non autorizzate di diffusione aerea di sostanze chimiche e per i loro effetti sulla salute e sull’ambiente.

Di seguito il testo dellla lettera scritta da Rose Taylor.

Egregio Governatore Schwarzenegger,

viviamo nella parte settentrionale della California ed assistiamo, con grande inquietudine, a questi programmi non autorizzati di modificazione meteorologica sopra le nostre teste. La incoraggiamo ad investigare e ad esaminare attentamente l’evidenza ben documentata che questi programmi stanno seriamente contaminando l’aria, l’acqua ed il suolo. Siamo preoccupati per ciò che respiriamo, per i danni alla salute ed all’ambiente.

Esiste l’evidenza che diffondere tonnellate di alluminio e di bario nell’atmosfera ha anche creato condizioni di siccità che possono solo aggravare i pericoli connessi agli incendi.

“Secondo il National Center for Atmospheric Research di Boulder, il solo modo per creare nuvole artificiali nell'aria secca è introdurre abbastanza particolato nell’atmosfera per attirare e addensare tutta l’umidità disponibile, trasformandola in un vapore visibile [trimetilalluminio n.d.r.]. Se questa procedura viene ripetuta spesso, il risultato è una foschia che non porta pioggia ma siccità”.

“Nel maggio del 2000 il rapporto sottoposto all’International Panel on Climate Change (I.P.C.C.), formato da tremila scienziati dell’atmosfera, ha concluso che il metodo di Teller potrebbe funzionare, ma l’I.P.C.C. ha avvertito circa imprevedibili conseguenze. L’équipe ha anche messo in guardia rispetto ad una reazione incontrollata della popolazione, reazione associata al perenne spettacolo di un cielo biancastro”.

Per favore consideri che anche la Sua famiglia ed i Suoi figli respirano quest’aria. Come Governatore, Lei ha giurato di proteggere questo grande Stato e la sua popolazione. Per favore rammenti questo giuramento e sia il leader che molti, in questo Stato, sperano Lei sia.

Ossequi

Rose Taylor
Mt. Shasta, California

Segnalata da Zret

Fonte: http://www.tankerenemy.com/2008/07/schwarzenegger-contro-le-scie-chimiche.html

Schwarzenegger contro le scie chimiche ultima modifica: 2008-07-21T15:33:13+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)