Scie chimiche in Olanda

di Zret

Segnalato da m.degournay

(articolo del Dottor Gianni Ginatta)

Pubblichiamo un articolo elaborato dal Dottor Gianni Ginatta, infaticabile ed acuto ricercatore ligure, tra i primi in Italia ad occuparsi, con competenza ed abnegazione, del problema “chemtrails”. Invitiamo eventuali attivisti italiani, che vivono nei Paesi Bassi, a prendere contatti con l'ufficio olandese citato nel testo, per raccogliere informazioni e coordinare gli interventi.

Steven Borgerhoff e Kristof Lambergts sono due autori ed editori fiamminghi. È del 2008 il loro saggio intitolato Mysteries rond complotten, edito da Luc Pire (http://www.lucpire.eu/). Nel saggio gli scrittori usano estesamente il libro Chemtrails confirmed di William Thomas [Bridger House Publishers Inc. Carson City, NV (USA), 2004]. Vengono così riportate notizie come la seguente: un test militare segreto – nome in codice D.I.C.E. – volto alla dispersione in atmosfera di sostanze chimiche e di agenti biologici, fu eseguito nel Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord, a sud di Dorset (Inghilterra meridionale), negli anni '60 e '70 del XX secolo. Solo nel 2002 il Ministero britannico della difesa ammise i fatti).

Dal testo dei due ricercatori fiamminghi, apprendiamo anche che in Olanda il Soeverein Onafhankelijk Persberau Nederland (S.O.P.N., Ufficio stampa sovrano ed indipendente dei Paesi Bassi) ha dato vita ad un progetto Stop chemtrails ed interpella sistematicamente i politici come Jan Marijnissen, Presidente del Partito socialista olandese, nonché il Primo ministro, Balkenende, affinché si rivolgano al Presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, sul problema delle scie chimiche. Entrambi hanno rifiutato di intraprendere un'azione politica, per “mancanza di prove scientifiche”.

Data articolo: luglio 2008
Fonti:
tankerenemy.com – Scie Chimiche (Chemtrails)
tanker-enemy.tv
ecplanet.com

Scie chimiche in Olanda ultima modifica: 2008-07-21T14:04:42+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)