Se gli alieni sbarcano sul web

Il Giornale Online

In un episodio della serie americana”the Simpsons”, due alieni verdi e bavosi scendono sulla terra sotto le sembianze di Bill Clinton e Al Gore ai tempi della competizione elettorale. Dopo alcuni contatti con i veri politici, i due extraterrestri rivelano se stessi e il proprio intento: schiavizzare il genere umano. Sicuramente l’episodio è frutto della fantasia papà dei Simpson.

Ma la fervida immaginazione di Matt Groening avrebbe potuto essere benissimo essere alimentata dalla lettera di un cittadino inglese in cui l’autore racconta di come fin da bambino abbia avuto contatti con alieni verdi. Secondo l’uomo, uno di questi, chiamato Algar, sarebbe sceso sulla Terra per prendere contatti con il governo britannico. Sfortunatamente (o fortunatamente, dipende dai punti di vista) Algar sarebbe stato ucciso, sempre a detta dell’autore della lettera, nel 1981 da un alieno di un’altra specie.

File dallo spazio

La lettera è uno degli otto file sugli avvistamenti di UFO pubblicati dal Ministero della Difesa britannico sul sito dei National Archives, dipartimento governativo organo esecutivo del segretario di Stato per la Giustizia. Per la prima volta infatti la Difesa del Regno Unito ha reso pubblici una serie di documenti segreti – che nei prossimi anni arriveranno a 200 – riguardanti alieni e dintorni. Con un semplice click, chiunque abbia un minimo di dimestichezza con l’inglese potrà scartabellare virtualmente tra testimonianze di strani lampi e oggetti inspiegabilmente luminosi avvistati nel cielo da gente comune, forze dell’esercito e di polizia nel periodo tra il 1978 e il1987. Sul sito dei National Archives sono e saranno consultabili anche tracce sonore e video registrate da cittadini britannici durante quel decennio.

Gli alieni sono tra di noi

Il governo di Sua Maestà – come spiega la guida per la lettura dei file pubblicati – è in realtà stato interessato agli UFO fin dai primi decenni del ‘900. Durante la prima e seconda e guerra mondiale la Difesa ha iniziato a studiare le apparizioni di oggetti luminosi, ritenendoli ordigni lanciati nei cieli dai tedeschi. Quando studi sistematici rivelarono che non si trattava di dispositivi di guerra germanici, l’interesse del governo si accrebbe addirittura. Il sito dei National Archives riporta le notizie più curiose. Nel 1983 un cittadino dell’Hampshire raccontò di come si fosse imbattuto in un alieno dietro il Basingstoke Canal nell’Aldershot e come questi, dopo avergli chiesto l’età (78 anni), avesse affermato: “Puoi andare, sei troppo vecchio per i nostri scopi”.

Non mancano poi le segnalazioni da fonti ufficiali. Come un report del 1979 firmato dalla Camera dei Lord, in cui questa escludeva qualsiasi ipotesi di collusione tra il governo di Sua Maestà e gli alieni. O il verbale di due poliziotti dell’US Air Force sull’avvistamento di “luci strane all’esterno del Royal Air Force Wooddbridge a Suffolk” nel dicembre 1980. Usciti per controllare, gli uomini della RAF si sarebbero trovati di fronte un enorme oggetto triangolare luminoso che fluttuava a pochi metri da terra con una luce rossa lampeggiante sulla sua sommità.

Credere o non credere

Secondo l’esperto di UFO David Clarke, professore alla Sheffield Hallam Univeristy , le teorie sull’esistenza degli alieni sono molto difficili da smentire. Né la pubblicazione dei file segreti sarà la prova del nove che convincerà gli scettici. Forse, tutt’al più, il pensiero che non siamo gli unici abitanti dell’universo farà scendere un brivido giù per la schiena di qualcuno. E magari ispirerà un altro episodio della saga aliena di qualche cartone animato.

Valentina Caiazzo

Fonte: http://www.ifgonline.it/pub/146/show.jsp?id=3525&iso=1&is=146

Se gli alieni sbarcano sul web ultima modifica: 2008-05-16T22:24:36+00:00 da Quantico
About the Author
Quantico