Il Senatore Goldwater zittito dal Pentagono?

Senator-Barry-MIl Pentagono “ORDINA” al Senatore Barry Goldwater – non fare domande su UFO e Alieni!

In data del 16 Luglio 1969 ci fu il lancio dell’Apollo 11 e l’inizio del primo atterraggio della razza umana sul nostro vicino, la Luna. L’importanza globale di questo grande evento storico apparve subito evidente al Kennedy Space Center, in Florida. Era il giorno del viaggio sulla Luna! Molta gente famosa da tutto il mondo si incontrò nell’area di lancio dedicata ai VIP, vicino all’Apollo LCC (Launch Control Center).

Il livello di sicurezza era settato al massimo con tutti gli ospiti VIP presenti da ogni nazione della Terra. Un ospite, che io avevo supportato durante la sua carriera politica, era invece in attesa, il Senatore Barry M. Goldwater dell’Arizona. Egli era stato il candidato Presidenziale Repubblicano nel 1964, in corsa con il Presidente Lyndon B. Johnson. Aveva perso per un ampio margine, ma noi in Florida gli avevamo assegnato una vittoria in Brevard Conty. Nel 1968, Goldwater vinse nuovamente la sua poltrona da Senatore in Arizona.

Il Senatore Barry M. Goldwater era un ex Generale Maggiore dell’Air Corp dell’Esercito degli Stati Uniti d’America, e voleva diventare un pilota di caccia P-47 Thunderbolt e/o di un P-51 Mustang, ma fu assegnato al compito di consegnare vari aerei nelle zone di guerra. Aveva volato con circa 160 aerei più altri durante la Seconda Guerra Mondiale e altri ancora da civile. Sapevo che era stato anche beccato mentre pilotava un SR-71 Blackbird. Era una cosa molto impressionante.

Essere iscrito ai Democratici e supportare un candidato Repubblicano in Florida non mi portò alcun giovamento nella vita politica del mio partito in Florida. Vivevo costantemente con insulti e ingiurie che riguardavano anche il mio coinvolgimento nella ricerca sugli UFO. McCleland è sempre stao un maverick.

Durante il lungo conto alla rovescia per il lancio del veicolo Saturn V Apollo 11, feci una pausa dal LCC e passeggiai verso il punto di avvistamento dei VIP nella speranza di incontrare il Senatore Goldwater. Mentre passavo a setaccio tutta la gente riunita, chiesi ad una delle guardie di sicurezza se conoscesse il posto del Senatore Goldwater. Egli puntò il suo dito verso un campo all’aperto nelle vicinanze, e disse “Vedi quel tizio lì in fondo che sta montando il treppiedi della sua macchina fotografica, Mac? Quello è il Senatore Goldwater”.

Avevo la mia macchineta fotografica appesa attorno al collo nella speranza di scattare qualche foto insieme al Senatore. Mi avventurai nel campo erboso mentre lui stava montando la sua macchinetta personale.

Fui sorpreso di averlo beccato da solo, fatta eccezione per una mezza dozzina di ospiti che erano nei paraggi a montare le loro macchinette fotografiche. Mi presentai ed egli rispose con un saluto gentile.

Mi chiese se fossi ospite nella sezione VIP. Sorrisi e risposi, no signore, non sono ancora un VIP. Egli ricambiò il sorriso e disse, sì, so come ti senti.

Avevo avuto la stessa esperienza nel passato. Parlammo del suo tentativo di ottenere la Presidenza e gli dissi dei miei personali sforzi in Brevard County. Mi ringraziò dicendo che almeno aveva vinto qui nell’area di Cape Canaveral.

Ponderai attentamente la mia prossima domanda riguardante gli UFO e finalmente gli chiesi se avesse voglia di discutere dell’argomento con me. Ero sorpreso che non avesse Agenti del Servizio Segreto o qualcuno degli Affari Pubblici NASA a stargli alle costole. Spiegai la mia posizione al KSC e il mio essere Direttore dell’Unità 3 NICAP per il Maggiore Donald E. Keyhoe al KSC. Lui aveva incontrato Keyhoe a Washington qualche anno prima.

Approvò l’argomento UFO e iniziammo il nostro scambio di informazioni.

Iniziai dicendo che era ovvio che egli avesse un profondo interesse per gli UFO e per le possibili visite di razze aliene sulla Terra. Egli disse, “E’ un fatto accertato a Washington e specialmente al Pentagono, ragazzo”. Avevo una certa comprensione delle sue ipotesi riguardanti gli UFO nel passato e introdussi quindi nell’argomento la famosa storia del suo tentativo di ottenere l’accesso in un’area di deposito speciale al Wright-Patterson AFB, che ipoteticamente aveva artefatti alieni all’interno. Egli disse, “Sì, è l’episodio principale riguardante me e gli UFO”.

Ero dell’idea che un Senatore degli Stati Uniti con un passato da Generale Maggiore nell’Air Corp dell’Esercito degli Stati Uniti e da membro della Commissione Selezionata del Senato degli Stati Uniti sull’Intelligence per molti anni potesse apportare un po’ di acqua al mio mulino per entrare in un’area così inaccessibile per il segreto militare. Mi aveva fatto arrabbiare non poco discutere la questione con un mio amico del settore militare e del perchè la mia posizione nel Senato degli Stati Uniti non concedesse un accesso simile.

Il mio amico, il Generale Curtis LeMay, Chairman del Consiglio Militare al Pentagono mi disse MOLTO nervosamente che non avevo bisogno di saperlo. Mi diede un bel po’ di filo da torcere riguardo le mie attività al Wright-Patterson.

Minacciò di terminare la nostra amicizia a vita! Mio Dio, Mac, questa cosa mi sorprese completamente. LeMay aggiunse, “stai lontano dal nostro comune amico Butch, inoltre”. (riferendosi al Generale William “Butch” Blanchard) Il suo essere stato alla Roswell (successivamente Walker) Air Base nel 509esimo battaglione, non ti fornirà alcun vantaggio per la tua conoscenza di quella storia del crash a Roswell”.

Goldwater disse, “Mac, Butch Blanchard era un mio caro amico sin dalla Seconda Guerra Mondiale”. Era la persona che aveva annunciato il crash di un disco vicino Roswell nel 1947. Questo collegamento mi riportò alla mente un fatto, che la situazione UFO è al più alto livello di sicurezza nazionale. Molto più alto della Bomba-H e più di qualunque altra cosa conosciuta all’interno del Pentangono, dell’FBI, CIA, DIA, NSA, ECC. Il che vuol dire, non c’è questione di più alta sicurezza nazionale di quella degli esseri alieni qui sul pianeta.

Quindi capii che Curtis aveva ragione. E non l’ho mai più interrogato sull’argomento. Questo sembrava provare secondo me che gli UFO erano un fatto, ed esistono. Ma, sono tutti alieni? Io sospetto fortemente che la maggior parte lo siano!

Clark C. McClelland, ex ScO, U.S. Space Shuttle Fleet
KSC, Florida, dal 1958 al 1992

agoracosmopolitan.com

Il Senatore Goldwater zittito dal Pentagono? ultima modifica: 2007-12-05T23:00:00+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)