Swift spia i buchi neri in azione


Le controparti ottiche di alcuni nuclei galattici attivi (nel cerchio) osservate da Swift BAT Hard X-ray Survey mostrano chiaramente il processo del merging. La forma delle galassie è distorta dall'interazione gravitazionale delle galassie vicine. Swift ha permesso di rivelare altri oggetti che non erano noti in galassie più distanti. – Credit: NASA/Swift/NOAO/Michael Koss and Richard Mushotzky (Univ. of Maryland)

da Corrado Ruscica

I dati delle osservazioni del satellite Swift stanno fornendo preziose informazioni relative ad uno dei tanti misteri collegati ai buchi neri: come mai una piccola percentuale di essi emette una enorme quantità di energia? Circa l'1% dei buchi neri supermassicci mostrano questo comportamento peculiare. Le osservazioni confermano il fatto che i buchi neri “si accendono”, per così dire, quando le galassie collidono (merging) e ciò è fondamentale per studiare l'evoluzione futura del buco nero della Via Lattea. Questa attività è caratteristica dei cosiddetti nuclei galattici attivi (Active Galactic Nuclei, AGN) che sono gli oggetti più luminosi dell'Universo e di cui fanno parte i quasar e i blazar.

“Questi nuovi dati ci permettono di capire in maniera elegante come si attivano i buchi neri” spiega Michael Koss della University of Maryland in College Park. “Non abbiamo mai osservato l'inizio dell'attività nucleare di questi oggetti in modo così chiaro” aggiunge Joel Bregman della University Michigan. Insomma, Swift sta permettendo letteralmente di “spiare” l'attività dei nuclei galattici fornendoci una nuova visione sulla loro origine ed evoluzione.

Vedi anche articolo scientifico: http://arxiv.org/PS_cache/arxiv/pdf/1001/1001.0049v1.pdf

[youtube=350,300]78jxCBfeJOY

Fonte: http://astronomicamentis.blogosfere.it/2010/05/swift-spia-i-buchi-neri-in-azione.html
Vedi: http://link2universe.wordpress.com/2010/05/24/un-buco-nero-puo-avere-un-aurora/ http://www.altrogiornale.org/news.php?item.5366.7 http://dotsub.com/view/bcdc1ff7-1b41-45cd-8e45-df9c210be586



Swift spia i buchi neri in azione ultima modifica: 2010-05-28T15:37:41+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)