Tenere gli UFO fuori dai Radar Nazionali

Il Giornale Online

di Ross Fale

Quando finirà?
Siamo vicini alla fine del 2008, i rapporti e gli avvistamenti abbondano. Ogni individuo può trovare un video, immagini, commenti e prospettive di tutti i tipi con solo mezz'ora sulla rete. In un colpo, un grande avvistamento crea una news serale. Viene discusso un giorno e poi mollato, senza pensarci più di tanto. Alcuni ignorano. Altri hanno un migliore approccio. Se sono lì, sono lì. Non sembrano danneggiare nessuno. In altre parole, molti non sanno di una persona che ritenga di essere stata rapita.

Bene, ci sono buone ragioni per tutti per dare una buona e finale occhiata: il Disclosure Project. Diretto da Steven Greer, M.D., questa organizzazione no-profit, ha compilato testimonianze da oltre 400 testimoni oculari provenienti dall'ambito governativo, militare e di corporations private che hanno avuto personali esperienze con la questione e che vogliono testimoniare sotto giuramento davanti al Congresso. Queste sono le gole profonde dei giorni moderni, ma oggi hanno nomi, gradi e storie da raccontare che vanno da avvistamenti, contatti, lavoro nella retroingegneria di tecnologia aliena, quello che volete.

Quasi tutto quello dei film di fantascienza è stato visto negli ultimi 50 anni.

Ok, ok. So che siete con me, forse più avanti di me e forse ridete di me. Gli alieni esistono, credete e se una persona è fortunata ha visto una di queste navicelle schizzare nel cielo. Forse, per voi, i cosiddetti ET non esistono. Per il piacere dell'argomento, prendiamo per garantito che esistono. Allora? Benchè la verità sull'esistenza di vinta extraterrestre intelligente è importante per il Disclosure Project, sembrano più interessanti a rivelare la tecnologia extraterrestre che sembrerebbe essere in nostro possesso come risultato di una interazione con questi esseri e ci sediamo sopra da almeno 40 anni.

Secondo la ricerca di Greer, abbiamo clonato un tipo di produzione energetica extraterrestre chiamata “zero point energy”, che cattura l'energia di cui è fatta la materia dell'universo, qualcosa di possibile grazie alla retroingegneria di mezzi ET. Con la zero point energy, secondo scienziati che ne hanno familiarità, non esiste motore di propulsione o consumo di una fonte esterna di carburante. Oltre alla possibilità di costruire un mezzo volante che non usa carburante e non inquina, il Dr.Greer e alcuni testimoni dell'ambito scientifico asseriscono che questa tecnologia può essere applicata a tutto.

Qualsiasi cosa che usa energia per funzionare potrebbe essere alimentata da questa cosiddetta energia di punto zero. Nessuna necessità di impianti energetici o linee elettriche. Nessun reattore nucleare e alcun carburante fossile. Inquinamento zero.
Ogni veicolo, ogni abitazione, potrebbe avere questa fonte d'energia ed ecco tutto.
La fame e la povertà sparirebbero. Le risorse non finirebbero. Superficialmente, questo sembrerebbe utopico, ma la realtà è che ci sono grandi implicazioni come effetto di questa tecnologia in ogni sistema sociale, economico e geopolitico. In altre parole, causerebbe un drammatico cambiamento. Avverrebbe rapidamente. La fine del mondo per come lo conosciamo. Venti anni fa, questa idea sarebbe apparsa ridicola al 100% se non sullo schermo del cinema. Comunque, ci sono dozzine di insiders governativi che vogliono testimoniare davanti al Congresso su questa tecnologia.

Pensando al comportamento di questi mezzi dai rapporti ufficiali che molti hanno sentito, questi sembrano essere di natura metallica e capaci di fare grandi distanze in poco tempo. Le persone non riportano di vedere fumi di scarico o suoni. Inoltre, questi mezzi sembrano restare in sospensione piuttosto che volare.

Su questo, credo, si può essere daccordo che si creda o meno a UFO, alieni e simili. Usando la logica e facendo un piccolo balzo, si può realizzare che le operazioni fisiche di questi mezzi descrivono qualcosa di unico in design e operatività, rispetto ai veicoli che noi guidiamo per andare al lavoro e tornare; in altre parole, non fanno rifornimento alla stazione Shell.

Se semplicemente osserviamo come questi UFO operano secondo i rapporti, che siano di origine extra-terrestre o umana e accoppiamo il tutto con le testimonianze oculari del Disclosure Proejct, se in effetti l'energia dietro a questi veicoli è basata sulle asserzioni provenienti dal Disclosure Project, allora questo è di interesse per ogni essere umano per ovvie ragioni.

Dovrebbe avvenire una chiamata ufficiale per questi testimoni che li porti a testimoniare davanti al Congresso in modo che le loro storie possano essere ascoltate e valutate da un corpo governativo, se non per altre ragioni, almeno per provare che queste persone del Disclosure Project sono nel torto una volta per tutte.

Semplicemente, teniamo una udienza. Sia se stanno mentendo che se in effetti c'è qualcosa di più. Il fatto è, che non c'è stato altro momento nella storia in cui abbiamo avuto tante e tali evidenze sull'intelligenza extraterrestre, compilate e raccolte in una locazione centrale. Cosa più interessante, l'evidenza di intelligenza e vita aliena, di questa tecnologia e di testimonianze oculari, sono ormai disponibili da sette anni. Ora è tempo per dare la chance di parlare. Ora è tempo di ascoltare.

Fonte: http://www.ufodigest.com/news/1208/off-radar.html

Tenere gli UFO fuori dai Radar Nazionali ultima modifica: 2009-01-01T23:50:16+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)