Testimoni su UFO ed EBE supportano l'hacker inglese Gary McKinnon

[youtube=425,344]b4hdcDf_ysA

di Jeff Peckman, Denver Examiner

Evidenze contro la NASA possono ribaltare il caso contro l'hacker Gary McKinnon. Testimoni credibili hanno affermato che la NASA ha alterato o distrutto le foto contenenti immagini di UFO. Questo potrebbe divenire una preoccupazione legale e pubblica per la NASA.
L'agenzia spaziale sta tentando di perseguire McKinnon per l'hacking contro i files dei computer della NASA. McKinnon ha affermato di aver visto files relativi a UFO nei computers della NASA. Però la NASA ha negato il “cover-up”.

L'affermazione della NASA di innocenza, ora viene sfidata.
Alcuni testimoni sono ex impiegati NASA e collaboratori con conoscenza delle operazioni interne alla NASA. Se la distruzione della proprietà pubblica da parte della NASA viene confermata, il presunto costo dell'hacking di McKinnon sarebbe relativamente insignificante.
Parte della missione della NASA è cercare segni dell'intelligenza extraterrestre nello spazio esterno. Quindi chiedere altro denaro per “cercare”, dopo aver distrutto evidenze dell'aver “trovato”, non sarebbe così facile.

Tra questi testimoni c'è il Sgt.Karl Wolfe dell'Air Force, l'ex impiegata della NASA Donna Hare e l'ex ingegnere della NASA John Schuessler. Wolfe e la Hare hanno esposto alcune malefatte della NASA alla conferenza stampa del Disclosure Project del 9 Maggio 2001 in Washington, D.C..
Si sono entrambi offerti di testimoniare davanti al Congresso USA.

Donna Hare aveva un lasciapassare di segretezza lavorando per un contractor della NASA, la Philco Ford. Testimonia che le sono state mostrate foto con un chiaro UFO. Il suo collega le spiegò che era suo lavoro quello di eliminare tali evidenze di UFO dalla foto prima che venissero rilasciate al pubblico. Lei ha anche sentito informazioni da impiegati del Johnson Space Center, secondo cui alcuni astronauti hanno visto mezzi extraterrestri e che quando alcuni di loro ne hanno parlato, sono stati minacciati.” (Vedere la testimonianza della Hare al minuto 100:10 nel video della conferenza stampa del 9 Maggio 2001 del Disclosure Project.)

John Schuessler è un residente dell'area di Denver e ingegnere aerospaziale in ritiro dalla Lockheed Martin. Ha lavorato alla NASA su quasi tutti i voli spaziali USA con equipaggio. In una conferenza del 19 Marzo 2008 di Lakewood, CO, Schuessler ha detto di aver visto una strana foto da quelle degli atterraggi dell'Apollo. Schuessler ha detto:
“Sono andato ad una conferenza in Canada, a Toronto. Penso fosse il 1982. Un ragazzo viene da me e dice “Ho avuto questa foto della NASA. La riconosci?” Era una foto dell'Apollo. Era una litografia ufficiale che hanno rilasciato. Ho avuto centinaia di queste litografie.
Non ho avuto questa. Erano tutte numerate. Hanno un numero sopra e sul retro hanno la descrizione. Questa foto aveva un UFO sullo sfondo.

Così appena tornato a Houston, sono andato nel laboratorio fotografico e ho chiesto di vedere le foto dell'Apollo. Siamo vecchi amici, cosi hanno detto “certo ecco l'armadio”.
Allora ho cercato nell'armadio delle foto dell'Apollo e tramite i numeri. Sono arrivato a una serie di numeri e dove avrei dovuto trovare questa, non c'era nulla. Erano tutte mancanti. Allora ho detto “dove sono queste foto?” Mi ha risposto “Come tutte le altre, il film era venuto male.” Io avevo visto la cosa di prima mano con la stampa NASA su di essa e so che è uscita. Però era stata ritirata.”

Schuessler è stato anche il co-fondatore del MUFON (Mutual UFO Network) International e il suo passato Direttore. La storia di Schuessler della foto mancante ha ispirato in particolare l'iniziativa di ballottaggio per creare una Commissione Affari Extraterrestri a Denver.
La NASA sembra voler creare un esempio con l'hacker Inglese Gary McKinnon. Alla fine, il pubblico potrebbe fare della NASA un esempio. Dopo tutto, come può la NASA continuare a prendere 17 miliardi di dollari all'anno durante la crisi economica alla luce di queste testimonianze.

Il 20 Gennaio, un giudice Inglese dovrebbe prendere la decisione finale sull'estradizione di McKinnon negli USA. Questo da alla NASA meno di una settimana per evitare la collisione con la realtà.

Fonte: http://www.agoracosmopolitan.com/home/Frontpage/2009/01/23/03052.html

[youtube=425,344]cMLrUR0_-YI

Nota: http://news.scotsman.com/scotland/39My-little—.4895790.jp

“..L'estradizione di McKinnon è stata posticipata al 15 Febbraio mentre il nuovo Direttore per le Persecuzioni Pubbliche, Keir Stamer, si occupa di revisionare il caso…”

Vedi: http://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.1081 , http://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.1107 , http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.208
[youtube=425,344]2w-SDs_Skb0

Queste parole sono di NEIL ARMSTRONG, pronunciate alla Casa Bianca, il 20 Luglio 1994, durante una cerimonia per la commemorazione della missione Apollo 11.

“Oggi abbiamo con noi un gruppo di studenti, tra i migliori Americani. A voi diciamo che abbiamo solo completato un inizio. Lasciamo a voi molto da fare. Ci sono grandi idee non scoperte, avanzamenti disponibili a coloro CHE POSSONO RIMUOVERE UNO DEGLI STRATI PROTETTIVI DELLA VERITA'. Ci sono posti dove andare oltre quanto si creda..”

Testimoni su UFO ed EBE supportano l'hacker inglese Gary McKinnon ultima modifica: 2009-01-25T01:32:52+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)