Transcomunicazione strumentale

Studio su canali di comunicazione non convenzionali. Risultati emersi da personale ricerca con analisi audio in laboratorio da Mauro Radicchi in collaborazione con Michela Albano

All Right Reserved E.P.V.R. – Entity Paranormal Voice Research®
research.epvr@gmail.com

Premesso che i risultati da me ottenuti sono a carattere di studio e le caratteristiche vocali potrebbero essere attribuibili ad E.V.P. (Electronic Voice Phenomena) nell’ambito del paranormale, tutto accadde casualmente mentre analizzando dei file audio precedentemente registrati, durante le fasi di processamento, notai degli eventi acustici in alcuni frame da ritenere non appartenenti a voce umana come caratteristica e manifestazione e decisi di effettuare altre registrazioni in luoghi specifici con soggetti differenti, ne sono emerse interessanti forme di dialogo degne di essere studiate in modo più approfondito. In questa mia relazione descrivo luoghi, soggetti e frasi emerse riprodotte in audio ascoltabili e relativo testo guida leggibile in ogni frame su video. Prima di entrare nel merito ritengo necessaria una piccola introduzione con alcuni riferimenti su trattati di studi effettuati nel passato, citandone alcuni passaggi interessanti che ritengo siano utili a capire per chi non è addentrato a questo tipo di scienza, per poi arrivare al passo successivo che riguarda i miei studi e risultati ottenuti. Mi sono basato su trattati ed esperienze del passato di luminari ricercatori sulla Transcomunicazione Strumentale come KONSTANTIN RAUDIVE – HANS SCHAER – MAGGY e JULIES HARSCH FISCHBACH – DAVID ELLIS – SARA ESTEP – FRIEDRICH JUERGENSON – ANABELA CARDOSO – MARCELLO BACCI ….e molti altri ancora.

DAVID ELLIS, nel 1978, al tempo della prestigiosa Borsa di Studio Perrot-Warrick al Trinity College di Cambridge, interessato al soggetto della Transcomunicazione Strumentale, decise di approfondire i risultati della ricerca condotta da KONSTANTIN RAUDIVE, asserendo senza ombra di dubbio che la ricerca ITC precedente a quella data – e specialmente il lavoro di RAUDIVE, non aveva potuto dimostrare alcuna connessione con il paranormale. ELLIS riteneva che i risultati raggiunti da Raudive potessero principalmente essere attribuiti a trasmissioni radio casuali e ad una tendenza da parte dei ricercatori a fornire interpretazioni arbitrarie sui suoni distorti e frammentari uditi nel corso di tali trasmissioni. Il carattere meticoloso delle indagini svolte da ELLIS convinse gli scienziati britannici impegnati in ricerche nel campo della fisica che ben poco ci si potesse aspettare dalla ITC. Nel 1999, contrariamente a quanto scrive DAVID ELLIS, da sue ricerche e studio della ITC, HANS SCHAER partner del gruppo di ricerca con MAGGY e JULES HARSCH–FISCHBACH, arrivò a conclusioni che contrastavano con quelle di ELLIS , in quanto convinto dai risultati ottenuti che i fenomeni ITC fossero estremamente indicativi di paranormalità. Se la ITC forniva autentici fenomeni paranormali, era sufficientemente significativo da spingere ad effettuare studio e ricerche in laboratorio e in tal caso, una volta dimostrato che le voci registrate fossero attribuibili a quelle di defunti, allora gli studi avrebbero potuto proseguire per cercare di indagare sulla sopravvivenza dopo la morte. FRIEDRICH JUERGENSON, regista che iniziò a studiare questa scienza per una registrazione occasionale di versi di volatili, inaspettatamente sul suo magnetofono si manifestarono voci dell’adilà..

SARA ESTEP, che diede i natali alla sigla E.V.P. (Electronic Voice Phenomena).

Dott.sa ANABELA CARDOSO, Console Generale portoghese e studiosa della transcomunicazione.

MARCELLO BACCI di grosseto, sperimentatore e radioriparatore, ottenne registrazioni E.V.P. attraverso un Radioricevitore casalingo anche senza alimentazione di rete (apparato spento) e asportando le valvole dal circuito.

Il ricercatore PRESI notò che le condizioni atmosferiche e forse ancora le fasi lunari avrebbero un ruolo nel successo o meno delle comunicazioni e che l’essere in possesso di capacità medianiche influiva poco o niente nel registrare voci metafoniche o psicofoniche, ma era molto importante la fede ed il livello d’impegno.

Il fenomeno delle E.V.P. riguarda manifestazioni di eventi vocali, apparentemente non umani, in registrazione o in ascolto tramite strumentazione elettronica appropriata.

Tali fenomeni suddivisi in categorie come:

  • Apofonia– ovvero significati in dati casuali privi di senso con manifestazioni improvvise spesso causate
    da eventi naturali e ambientali.
  • Pareidolia– interpretazione di suoni casuali o voci che parlano nella nostra lingua, ma che lasciano libera interpretazione personale tra diversi individui sulla base dello stato d’animo momentaneo di ognuno e tendenzialmente influenzati da voci o suoni definibili come familiari e ciò che la mente vorrebbe sentire.

Ancora non vi è alcuna prova scientifica di ciò e la psicofonia o metafonia non ha mai trovato alcun credito nell’ambito della comunità scientifica, ricadendo nella pseudoscienza, ma col passare degli anni c’è stata una evoluzione notevole nel campo della ricerca, con appoggio di apparati elettronici sempre più sofisticati e con software di potenziale aiuto per il ricercatore e l’analisi approfondita delle wave registrate, esaltando voci che nel campo della parapsicologia vengono appunto denominate E.V.P. (Electronic Voice Phenomena). In questa breve e sintetica prefazione, alcune informazioni fanno riferimento a trattati del Prof. David Fontana ed altri pubblicati su Wikipedia. A mio parere, basandomi su risultati emersi durante i miei studi, non sempre le E.V.P. sono Apofonia o Pareidolia acustica nel loro primordiale significato e ritengo siano da catalogare come varianti nei gruppi:

Pareidolia:

  • 1 – Frasi sconnesse casuali prive di significato dove si susseguono parole e frasi sconclusionate e prive di senso e con riferimenti diversi l’una dall’altra che non hanno nulla da collegarsi a domande specifiche espresse o al luogo dove si manifestano, oppure attribuibili a significati che crea la mente nel momento dell’ascolto, a fatti o cose che si vorrebbero ascoltare o voci provenienti da interferenze di radiofrequenza, le ultime facilmente riconoscibili da chi studia questa scienza.
  • 2 – Quando corrispondono con risposte ben precise a domande precise, con pronuncia particolare a volte semidistorta, con sillabe mancanti o appena accennate, caratteristica delle E.V.P., tutto fa pensare che si è di fronte a veri e propri fenomeni di Transcomunicazione nell’ambito del paranormale e non a Pareidolia acustica.
  • 3 – Da non sottovalutare, nel caso di frasi casuali, che è ormai quasi accertato, ma ancora non confermato, che esistono le impronte psichiche del luogo, ovvero tracce di energie e vibrazioni ferme da anni, da secoli o millenni in quel determinato sito, ma non ascoltabili ad orecchio umano e trattandosi di frequenze audio, vengono captate dai sensibili microfoni e fissati nella memoria del registratore.

Apofonia – rumori o suoni inspiegabili attribuibili spesso a situazioni ambientali o provocati da persone fisiche o eventi atmosferici, tali eventi sono stati classificati con uno standard denominato R.A.P.S. (suoni e rumori venuti dal nulla). Nel caso di rumori ambientali o simili, a volte accade che lo stesso suono, che spesso non viene considerato perché ritenuto non significativo, indipendentemente dall’ambiente, come un colpo di un oggetto che cade o infissi che sbattono o altre tipologie di eventi che provocano rumore o suono ritenuti spesso insignificanti, come da me analizzato, è risultato essere un concentrato di una parola o frase. Non dimentichiamo che le entità spesso si manifestano in quelle che noi consideriamo anomalie di disturbo, del tipo elettromagnetico (accensione o spegnimento luci ed altro), spesso o quasi sempre considerati come rumori esclusivamente anomali ed inspiegabili, che nascondono in modo criptato, altrettante singole parole o sillabe o frasi concentrate. Nei miei studi sono arrivato a conclusione che spesso vengono utilizzati canali di comunicazioni inusuali, probabilmente in assenza di determinate e particolari condizioni atmosferiche, ma anche in condizioni normali, evidentemente in mancanza dei soliti canali ponte, quali frequenze guida o in situazioni medianiche o per particolari energie e vibrazioni sia da soggetti, come animali, sia naturali, che vengono utilizzate come vie preferenziali, creando eventi acustici per arrivare a noi.

Ho raccolto campioni di file audio da me analizzati in registrazioni precedenti ed altre appositamente riprese in luoghi specifici ed energetici, dove si possono ascoltare questi strani ed inusuali modi di comunicare nel formato E.V.P. ambientale, vale a dire suoni e vibrazioni che passando attraverso canali naturali, non comprensibili e decifrabili ad orecchio umano, arrivano all’apparato elettronico e microfono sensibile con dovuti filtraggi poi, tramite processori audio, a volte emergono, ma non sempre.

Frames campione prelevati da registrazioni effettuate durante sopralluoghi. Tutte le parti audio sono ascoltabili nel video abbinato alla relazione.

Il primo campione rappresenta forme di dialogo, utilizzando come canale il rumore degli zoccoli di un cavallo al passo, registrato in un maneggio. Sono ascoltabili in libero dialogo fra loro 2 entità nel passo del cavallo, nella forma originale e nelle successive processate:

  • 1 – FRAME ORIGINALE
  • 2 – SALVE…..!!!
  • 3 – COME STAI….?
  • 4 – OGGI STO’ PROPRIO BENE…..!!

Zoccoli Cavallo: Parte superiore: Wave formante (la fase iniziale della wave è il frame originale , a seguirsi i tratti processati)
Parte inferiore: Picco di intensità vocale

Immagine Zoccoli Cavallo: Parte superiore: Wave formante
Parte inferiore: Spettrogramma dove sono visibili parti termiche vocali (rosso)

Nel secondo campione sono ascoltabili delle frasi da rumore nello scalpiccio dei passi di Michela Albano mentre registrando cammina in un prato. In varie fasi si possono ascoltare i frame originali con le successive elaborazioni fino ad arrivare alla fase finale processata dove sono ascoltabili le frasi dopo le precisazioni e domande di Michela:

Michela Albano: QUI CHE ERA LA VECCHIA FABBRICA DOVE VENIVANO A PORTARE……….
1 – FRAME ORIGINALE
2 – Frame non processato=LA VUOI UNA NOCE…?
3 – Frame primo processo=LA VUOI UNA NOCE..?
4 – LA VUOI UNA NOCE..?
5 – Frame non processato=CI VEDIAMO FRA CINQUE MINUTI…!!
6 – Frame primo processo=CI VEDIAMO FRA CINQUE MINUTI..!!
7 – CI VEDIAMO…FRA CINQUE MINUTI…..!!

In questa immagine del rumore passi: Parte superiore: Wave formante (tratti originali, a seguirsi tratti processati)
Parte inferiore: Picco di intensità vocale

Immagine del rumore dei passi: Parte superiore: Wave formante
Parte inferiore: Spettrogramma dove sono visibili le parti termiche della vocali (rosso)

Nel terzo campione sono ascoltabili frasi utilizzando il canale del vento e della pioggia, le risposte sembrano essere sensate alle domande della ricercatrice, ma il dialogo lascia pensare a fatti accaduti in epoche più remote.

Michela Albano: SE VUOI PARLARE FAREBBE COSA GRADITISSIMA A NOI…
1 – FRAME ORIGINALE
2 – FRAME NON PROCESSATO = CE’ QUALCOSA CHE DEVO DIRE ORA…?
3 – C’ERA QUALCOSA CHE DOVEVO DIRE ORA….?
4 – E DIMMELO ALMENO…..!!
Michela Albano: C’E’ UNA BUFERA IN ATTO….
5 – FRAME ORIGINALE
6 – QUESTA COSA RIGUARDA TE …!!
7 – TI UCCIDE DAVVERO…!!
8 – RIGUARDA PROPRIO TE….!!
Michela Albano: ORA VEDIAMO SE L’INGRESSO E’ LIBERO…
9 – FRAME NON PROCESSATO = PERCHE’ CE’ QUALCUNO …?
10 – PERCHE’ CE’ QUALCUNO..?
Michela Albano: CI SEI..?
11- PERCHE’ TU NON GUARDI QUA’….?

Michela Albano: PER RIACCENDERE IL REGISTRATORE FAMMI UN SEGNO…
8 – Frame non processato = ACCENDILO….ADESSO….MICHELA…..!!
9 –ACCENDILO..ADESSO…MICHELA…!!

Immagine vento e pioggia: Parte superiore: Wave Formante (parti originali, a seguirsi parti processate)
Parte inferiore: Picco di intensità vocale

Immagine vento e pioggia: Parte superiore: Wave formante
Parte inferiore: Spettrogramma dove sono visibili le parti termiche vocali (rosso)

Nel quarto campione, un altro canale naturale come lo scorrere dell’acqua ripresa in un ruscello. E’ rappresentativo un dialogo libero fra 2 entità diverse che parlano fra loro a seguito di domanda e risposta:

  • 1 – FRAME ORIGINALE
  • 2 – SENTI MA QUI…CI SI PUO’ NUOTARE..?
  • 3 – NON LO SO SE QUI’ CI SI POSSA PERDERE….!!
  • 4 – VEDIAMO CHE COSA CI PUO’ SUCCEDERE…!!
  • 5 – IO SON VENUTO QUA’ PER NUOTARE….!!!
  • 6 – HO’ PURE LA SUOCERA…..
  • 7 – NORMALMENTE NON CI SUCCEDE MAI NIENTE…!!
  • 8 – HA DETTO CHE MI DEVO SBRIGAR…..!!
  • 9 – ARRIVO….!!!

Immagine Corso acqua: Parte superiore: Wave formante (parte iniziale originale, a seguirsi parti processate)
Parte centrale: Auto Pitch equivalente al suono pulviscolare dello scorrere dell’acqua.
Parte inferiore: Picco di Intensità vocale

Immagine Corso acqua: Parte superiore: Wave formante
Parte inferiore: Spettrogramma dove sono visibili le parti termiche vocali (rosso)

Il quinto campione rappresenta il canale animale, il cinguettio di uccelli, anche qui è un susseguirsi di domande e risposte fra 2 personaggi, potrebbe sembrare pareidolia acustica, ma ascoltando attentamente già dal file originale è comprensibile ogni singola frase, nel sottofondo in simultanea o nello spegnersi della vocale nell’ultima sillaba o nelle stesse frasi è presente e molto simile all’inspirare del movimento labiale del parlato, mentre la stessa pronuncia è attribuibile ad E.V.P. .

1 – FRAME ORIGINALE
2 – CHE COSA VUOI DA ME..?
3 – NON TI HO DETTO PROPRIO NIENTE…!!
4 – MA QUESTO E’ TERRIBILE…!!
5 – LEVATI DI MEZZO…!!
6 – T’HO’ DETTO….VAFFA..CINA…!!!
7 –MI DICI COSA FARE….??
8 – LO VUOI FARE ANCHE TE…..?
9 – MA SAI CHE C’E’….?
10 – PERCHE’ RIDI..??

Immagine Uccelli: Parte superiore: Wave formante (parte iniziale originale, a seguire parti processate)
Parte inferiore: Picco di Intensità vocale

Immagine Uccelli: Parte superiore: Wave formante
Parte inferiore: Spettrogramma dove sono visibili parti termiche vocali (rosso)

Il sesto campione è sempre il canale animale, in un cane che abbaia, anche qui potrebbe sembrare pareidolia acustica al primo impatto, ma ascoltando attentamente l’abbaio dopo il processamento, risalta la forma caratteristica E.V.P.

Michela Albano: FAI SENTIRE ANCHE LA TUA VOCE….PALO….!!….GUARDA VAI AL PALO….!!…DAI FAI SENTIRE ANCHE LA TUA VOCE AL REGISTRATORE….!!…E ‘..?….CHE DICI TU..?
1 – FRAME ORIGINALE
2 – CHE COSA DEVO DIRTI ..??
Michela Albano: BRAVA…MAGARI VIENE FUORI QUALCOSA…!!

Immagine Abbaio del Cane: Parte superiore: Wave formante
Parte inferiore: Picco di Intensità vocale

Immagine Abbaio di Cane: Parte superiore: Wave formante
Parte inferiore: Spettrogramma dove sono visibili parti termiche vocali (rosso)

In conclusione, come già dichiarato, questi risultati non hanno la presunzione di essere conferma, ma vengono da me presentati a titolo informativo in riferimento a miei studi ed analisi audio nel campo della TRANSCOMUNICAZIONE STRUMENTALE che sto conducendo. Poiché tecnicamente non è ancora il tutto dimostrabile, la speranza è di arrivare a conclusioni almeno prossime alla conferma cercando di capire i motivi per cui vengono utilizzati questi inusuali e non convenzionali canali di comunicazione .

Mauro Radicchi e Michela Albano
E.P.V.R. Entity Paranormal Voice Research
Mail : research.epvr@gmail.com

Transcomunicazione strumentale ultima modifica: 2012-09-16T21:01:05+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)