Un abito-robot aiuta i movimenti di anziani e disabili

Il Giornale OnlineUn abito-robot aiuterà anziani e disabili a recuperare le forze perdute. Il progetto è del giapponese Yoshiyuki Sankai e porta un nome simbolico: Hal, lo stesso del cervellone elettronico di “2001 – Odissea nello spazio”.

Il robot ha la forma di un esoscheletro e va indossato come un abito. Una serie di sensori intuiscono i movimenti del corpo e aiutano chi lo usa a compiere azioni che non potrebbero fare da soli. La società Cyberdyne ha presentato Hal al ministero giapponese della Scienza, ma le sue applicazioni saranno anche nella Sanità. Il robot potrà essere utilizzato nei programmi di riabilitazione motoria e per dare ai disabili la forza che manca per condurre una vita normale.

Durante una dimostrazione fatta al ministero, un collaboratore di Sankai che indossava Hal ha alzato trenta chili di riso con una mano sola senza alcuna difficoltà. [/size=12]

Fonte: http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/Disabili/grubrica.asp?ID_blog=193&ID_articolo=&ID_sezione=449&sezione=

Un abito-robot aiuta i movimenti di anziani e disabili ultima modifica: 2008-04-11T14:16:54+00:00 da Nebula
About the Author