Una Scienza della Coscienza e una Nuova Visione Scientifica del Mondo

Il Giornale Online
Siamo dentro la Seconda Rivoluzione Copernicana

di Shiuji Inomata

Per circa un quarto di secolo, dai primi anni '70, vari fenomeni della coscienza, come la piegatura del metallo, hanno attratto la nostra attenzione. Ho cercato di spiegare questo fenomeno usando le teorie di fisica convenzionali, ma è stato impossibile, con la scienza Occidentale non possiamo capire questi fenomeni. Ho capito che, per risolvere questi problemi, dovremmo tornare all'era di Newton, circa 300 anni fa e riorganizzare interamente la scienza Occidentale.

Da quel periodo, a fianco dei fenomeni della coscienza, sono apparsi altri fenomeni, come la superconduttività a temperatura superiore dei materiali ceramici e la fusione fredda, che non possono essere capiti tramite la fisica meccanicistica. Infine è entrata in scena una macchina rivoluzionaria, come la N-machine, che vìola la legge di conservazione dell'energia della fisica convenzionale, E=mc^2. La N-machine è ancora in stadio sperimentale, ma la ricerca e lo sviluppo di una N-machine porterà la soluzione finale alla carenza di energia dell'umanità. Ironicamente, la realizzazione di una tale macchina significa il collasso della fisica contemporanea. Abbiamo l'alternativa, una soluzione finale ai problemi energetici o la scienza e fisica Occidentale. Questo documento spiega l'idea di base che ha portato l'autore al nuovo paradigma della scienza.

Il nuovo paradigma è stato formulato il 1 Gennaio 1983, dopo dieci anni di intensa ricerca. Nell'ottobre 1987 ho pubblicato un libro, “Paradigmof NewScience – Principia for the 21st Century” (GijutsuShuppan Pub. Co. in Tokyo). L'anno seguente, in Aprile, sono stato invitato in Svizzera e ho dato una presentazione presso ETH Zurigo, la madre di Albert Einstein, davanti a professori e ricercatori in campo energetico. Il documento di quella presentazione è stato pubblicato nel numero iniziale della serie Funai, nell'Aprile 1995, dalla Business Publication Co. a Tokyo.

Il nuovo paradigma della scienza riguarda il problema dell'incorporamento della categoria della coscienza nel paradigma scientifico contemporaneo che contiene solo le categorie massa-energia. Il Dr.W.Harman, presidente dell'Istituto delle Scienze Noetiche, il California (USA), di cui il Dr.M.Schlitz è direttore di ricerca, ha studiato le premesse filosofiche nella scienza Occidentale e ha concluso che sono oggettivismo, positivismo e riduzionismo. Egli ha evidenziato che la mente o la coscienza, dovrebbero essere incluse in una nuova futura scienza e che la sostanza fondamentale di questo universo non sono le categorie di massa-energia, ma è la categoria della coscienza e questo mondo fisico è la manifestazione della coscienza. Quindi ha predetto che la scienza sarà riorganizzata su questa linea nel futuro.
La visione scientifica convenzionale dice che la materia è esistita per prima e si è sviluppata per portare la coscienza, quindi la visione di sopra è l'inverso del pensiero convenzionale e si avvicina all'antica filosofia dell'India, piuttosto che alle filosofie moderne Occidentali. La vecchia scienza quindi è quella di massa-energia, ma la nuova scienza comprende massa-energia-coscienza. Il principio fondamentale è la formula di conversione tra coscienza, massa, energia o la triade di Inomata. (Fig.1)

G: Carica elettrica Ombra (immaginaria)
E: Energia
M: Massa
G: Costante gravitazionale
C: Velocità della Luce


Fig.1 Triangolo di Coscienza, Massa ed Energia

In questi tempi, se si chiedesse quale sia il problema originale con la scienza Occidentale, potrei solo rispondere che sia il fallimento di Sir Isaac Newton nello scoprire la causa primaria della gravitazione. Secondo il mio pensiero, la causa primaria della gravitazione è la forza tirante tra le cariche elettriche ombra contenute nella materia. La carica elettrica ombra è identica alla “coscienza panpsichica” o energia “Ki” nella filosofia Orientale. La confusione presente nella scienza deriva dal fatto che Sir Isaac Newton non ha potuto scoprire il meccanismo suddetto della gravitazione. Inoltre, la fisica contemporanea considera meccanicisticamente la materia: la materia è materia e null'altro. La nuova scienza considera la materia come composta di ingrediente materiale e ingrediente di coscienza e quest'ultimo è la causa primaria della gravitazione. Quindi nella materia che si annichilisce esistono due percorsi in cui l'ingrediente materiale e quello di coscienza si annichiliscono e anche quello dove l'ingrediente materiale si annichilisce, ma quello di coscienza sopravvive e sfugge. Secondo questo pensiero, otteniamo il triangolo coscienza-massa-energia (Fig.1). Nella fisica convenzionale abbiamo solo la relazione massa-energia, E=MC^2. Nella nuova scienza, il parametro Q rende la relazione un triangolo.

Nel vecchio paradigma abbiamo solo equivalenza di massa-energia. Nel nuovo paradigma abbiamo in aggiunta l'equivalenza coscienza-energia e coscienza-massa. L'energia nucleare sfrutta l'equivalenza massa-energia, E=MC^2. Nasce una nuova possibilità, l'uso dell'equivalenza coscienza-energia, E=(C^2/G^1/2)Q, come nella N-machine. Se il triangolo coscienza-massa-energia fosse valido, tutte le teorie fisiche dovrebbero essere riorganizzate. Se la coscienza è la carica ombra o immaginaria, la teoria elettromagnetica attuale sarebbe incompleta e andrebbe riorganizzata. Dopo la riorganizzazione, otteniamo la teoria EM complessizzata. Se il triangolo fosse valido, dobbiamo riorganizzare anche la teoria termodinamica. E.Schrödinger ha evidenziato che noi esseri viventi ci nutriamo di “entropia negativa” per vìolare la seconda legge della termodinamica. Da dove arriva l'”entropia negativa”? Non viene dal cibo, ma dallo spazio circostante stesso. Abbiamo quindi necessità di una nuova teoria termodinamica che consideri la coscienza o l'energia ombra dallo spazio. Questa è la teoria termodinamica complessizzata che ho sviluppato.

Tornando al triangolo, la legge di conservazione dell'energia nella fisica convenzionale E=MC^2 viene estesa, quindi può essere vìolata. Grazie all'equivalenza di coscienza ed energia, la seconda legge della termodinamica convenzionale può essere vìolata. La legge di conservazione dell'energia e la seconda legge della termodinamica sono i dogmi centrali della fisica convenzionale attuale. Quindi se i due dogmi centrali collassano, possiamo solo dire che la fisica contemporanea collassa. Di conseguenza la scienza/fisica Occidentale affonda. Dobbiamo salire nel nuovo paradigma scientifico il prima possibile e ho parlato di questo ad un pubblico internazionale presso il New Energy Symposium di Denver, Colorado (USA), nel 1994. Ora guardiamo la Tabella di confronto tra Nuovo e Vecchio paradigma (ndt. vedi pag 105-106-107 del documento originale)

La teoria EM diviene EM reale ed EM Ombra nel nuovo paradigma. L'EM ombra è il campo gravitazionale e l'EM complessizzato è la forma unificata di EM e gravità. Come tutti sanno, A.Einstein ha cercato di unificare EM e gravità nella sua relatività generale, ma ha fallito. L'EM complessizzato è una teoria unificata di EM e gravità. In altre parole, la fisica ha preso la strada sbagliata e ora si trova in un vicolo chiuso. Dovremmo anche considerare la fisica quantistica. Secondo la filosofia Orientale, il vuoto è un mare bilanciato di Ki o energia ombra di polarità Yin (negativa) e Yan (positiva). Il concetto di vuoto nella fisica convenzionale è diverso e nel nuovo paradigma è stato riorganizzato in linea con la filosofia Orientale. Il vuoto è rappresentato dall'equazione ombra di Dirac, che troviamo nella Tabella. Dovremmo anche chiederci se il “neutrino” sia una particella di materia come ipotizzato da W.Pauli o una particella di coscienza.

Riguardo lo spazio-tempo, la fisica convenzionale considera uno spazio-tempo a 4 dimensioni: spazio, 3 dimensioni e tempo, una dimensione. Il nuovo paradigma introduce lo spazio-tempo ombra a 4 dimensioni: lo spazio ombra, 3 dimensioni e il tempo ombra, una dimensione e rappresenta il mondo della coscienza. Lo spazio-tempo reale e quello ombra sarebbero speculari tra loro. Considerando uno spazio-tempo a 8 dimensioni, in totale, possiamo spiegare la visione remota, le esperienze pre-morte e i fenomeni di terapia remota. Infine voglio parlare delle verifiche sperimentali della teoria EM complessizzata. Tale teoria predice che la massa gravitazionale di un condensatore elettrico cambi quando è caricato con la carica elettrica ombra o Ki. Inoltre, il flusso della carica elettrica ombra o Ki, crea il vortice gravitazionale. D'altra parte, M.Faraday ha eseguito vari esperimenti sull'elettricità e il magnetismo e credeva che l'elettromagnetismo fosse correlato alla gravità, ma non riuscì a mostrarlo sperimentalmente.

Come un “Faraday contemporaneo” ho eseguito vari esperimenti sull'EM e la gravità. La teoria EM complessizzata predice che il vortice gravitazionale si genera in una bobina, quando la corrente elettrica ombra (coscienza/Ki) vi fluisce. Nell'esperimento ho usato una bobina air-core in cui viene avvolto del filo di rame isolato di 0.06mm. in diametro per 1/4 di milione di avvolgimenti e ho usato uno stuzzicadenti per rilevare il vortice gravitazionale. Questo esperimento è conosciuto come “toothpick and coil experiment.” La bobina era schermata da campi elettrostatici. Nel caso 1 in fig.2, quando fluisce corrente elettrica reale, lo stuzzicadenti deflette e notiamo la generazione del vortice gravitazionale. Nel caso 2 non fluisce corrente elettrica e per deviare lo stuzzicadenti è necessario solo connettere entrambi i terminali alla bobina. Anche i casi 3 e 4 sono fantastici e confrontabili all'induzione elettromagnetica di Faraday.

Questi esperimenti necessitano di fermare l'aria e le vibrazioni. Il filo che lega lo stuzzicadenti deve essere di seta. Tutti gli oggetti metallici dovrebbero essere rimossi nelle vicinanze dei dispositivi sperimentali. Nelle giornate serene il fenomeno è più forte che in quelle nuvolose e piovose, quando l'umidità è superiore. Negli esperimenti in cui non viene usata una fonte elettrica DC, non è necessaria la bobina da 1/4 di milione di avvolgimenti. Questo è un esperimento semplice che tutti possono eseguire. Se riflettiamo su questo esperimento, possiamo solo concludere che la presente teoria EM spiega solo metà del fenomeno EM e che esiste l'EM ombra e si tratta del campo gravitazionale. Questo è il messaggio e la lezione che ci arriva dall'EM complessizzato. Specialmente è importante il fenomeno di induzione gravitazionale dove non c'è corrente elettrica. Primo, possiamo dire che la comunicazione gravitazionale terrestre, non ottenibile con la relatività generale, è stata realizzata nella breve distanza di 15 cm.

Secondo, l'energia necessaria per la comunicazione viene dal vuoto o spazio. Quindi si tratta di “comunicazione senza energia”. Si può concludere che la relatività speciale di Einstein del 1905, per la quale non esiste etere non-materiale o Ki, è prematura. In questo modo il nuovo paradigma scientifico porterà scoperte rivoluzionarie nella tecnologia per l'energia e le comunicazioni. Nella nuova visione scientifica, la scienza Occidentale, in cui la massa-energia è la sostanza definitiva del mondo, viene ribaltata di 180° e la coscienza/Ki diviene la sostanza definitiva del mondo. Nel 17° secolo ci fu la conversione da cosmologia Tolemaica a Copernicana. Ora ci troviamo nel mezzo della seconda rivoluzione Copernicana. Ovvero, la materia non è l'origine di questo mondo. Piuttosto la coscienza esisteva prima e da essa si è manifestato il mondo materiale. Questa è la nuova visione scientifica che propongo per il prossimo secolo.

(Traduzione del discorso dell'autore nel 1° Simposio sulla Coscienza, Nuova Medicina e Nuova Energia, 1996, Giappone. Pubblicato da Business Publication Co.Ltd.Tokyo, Marzo 1997)

Tradotto in Italiano da Richard per Altrogiornale.org
Immagine: http://en.wikipedia.org/wiki/Tesseract
Fonte: Journal of New Energy, Vol.2, N° 3/4, 1997 http://newenergytimes.com/v2/archives/fic/J/JNE2N34.PDF
Vedi: http://www.altrogiornale.org/news.php?item.6383.9 http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5581

Una Scienza della Coscienza e una Nuova Visione Scientifica del Mondo ultima modifica: 2011-11-01T17:04:01+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)