Usa: lancio sonda a confini del sole


Parker spiral
Image courtesy J. Jokipii, University of Arizona

Raccogliera' immagini e traccera' mappa zona campi magnetici
(ANSA) – WASHINGTON, 20 OTT – La Nasa ha lanciato ieri una piccola sonda che in 2 due anni dovra' tracciare una cartografia dei confini del sistema solare. La sonda Ibex (Interstellar Boundary Explorer), di un peso di 462 chili, e' partita grazie a un razzo lanciato da un Lockheed L-1011 in volo a quota 12 mila metri. La Ibex raccogliera' immagini e traccera' una mappa di una vasta zona di turbolenze e dei campi magnetici dove le particelle dei venti solari si scontrano con particelle interstellari.

Fonte: http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mondo/news/2008-10-20_120271351.html

Vedi: http://www.altrogiornale.org/news.php?item.173.1 , http://www.altrogiornale.org/news.php?item.1121.10 , http://www.altrogiornale.org/news.php?item.814.10 , http://arxiv.org/PS_cache/arxiv/pdf/0808/0808.1899v1.pdf

Curiosità: http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.1404

“Per quanto riguarda il sole, ho detto all’inizio che sta andando incontro a un cambiamento del suo campo magnetico, e la Terra sta provando a rispondervi. La nostra stella, il nostro sole è sintonizzato con qualcosa: i nostri scienziati hanno rilevato un raggio, che hanno chiamato raggio di sintonizzazione da José Arguelles, proveniente dal centro della Via Latttea.
Avete visto prima che ogni volta che c’è un cambio di vibrazione, la materia deve rispondervi: lo avete visto. Così, se questa vibrazione varia, ogni componente di questo circuito deve variare, deve farlo. Se la Terra si sta muovendo attraverso una diversa vibrazione, e questa luce è la vibrazione, essa deve cambiare per rispondervi.”
G.Braden

Usa: lancio sonda a confini del sole ultima modifica: 2008-10-20T12:30:43+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)