Vaccinazioni ed aerei chimici ad Albi

L'amica Giuditta del blog Tuttouno ha tradotto una testimonianza di una cittadina francese da cui pare emergere un nesso tra voli chimici, vaccinazioni e legge marziale. Nihil novi sub sole: già tempo fa ipotizzammo che gli aerei tossici avrebbero potuto essere inquadrati in tale scenario. D'altronde in più di un'occasione abbiamo ribattezzato le chemtrails “scie chimico-biologiche”: la stessa Dottoressa Hildegarde Staninger ci avvisò che sarebbe stata attuata una vaccinazione di massa per via aerea correlata al virus dell'Herpes zoster. Donald Scott aveva scritto che virus e batteri vengono diffusi sovente con i velivoli. D'altronde è metodo rapido ed efficace.

La notizia riportata da Giuditta va presa con tutte le cautele del caso. La traduttrice stessa sta cercando conferme, come precisa in una sua nota: “Ho controllato alcune indicazioni del messaggio: ho cercato il nome dell'aerodromo e la categoria. L'aerodromo si chiama Le Séquestre (nome profetico!?) Questo aerodromo è impiegato come circuito automobilistico (specialmente il week end), come aero-club ed è usato eccezionalmente dagli aerei turistici o privati, su richiesta. Nell'aerodromo, secondo la categoria, OACI : 3C, potrebbe ospitare aerei da turismo abbastanza grandi, dico potrebbe, poiché ho scoperto che dal 2005 l'aerodromo non ha più linee regolari con Parigi e Bordeaux (l'aeroporto di Tolosa è a solo ad un'ora di distanza da Albi). Dunque una parte delle informazioni è vera. Per il resto, sono in attesa di informazioni di amici che abitano ad Albi”.

Questo breve messaggio è per avvertirvi che “LE CARTE SI STANNO SCOPRENDO!” Vi spiego. L'altroieri, faccio un piccolo giro alle 8 di sera, con la mia famigliola, in auto…. Passo vicino al piccolo aerodromo-circuito automobilistico di Albi e resto molto sorpresa, perché vedo degli aeroplani che vanno e vengono. Sorpresa è la parola giusta, poiché raramente in quell'aerodromo puoi vedere un aereo ed alle 20:30 è ancora più strano. Aeroplani che atterrano e decollano uno dopo l'altro: questo traffico non so quando sia cominciato, ma quando sono andata via è continuato.

Attenzione, non sto parlando di un aeroporto, ma di un aerodromo in cui, in piena estate, si vedono al massimo due piccoli aerei da turismo, al massimo… Mi dico: “Mah! un avvenimento importante ad Albi? Un simposio?…” Ci ho pensato un poco, per comprendere che cosa stesse succedendo, perché ero sicura che era una cosa importante, ma poi non ci ho pensato più. Poi BINGO! Ho capito! Ieri sera un piccolo giro nello stesso posto e là ad un incrocio (non lontano dal circuito) vedo un cartello giallo con su scritto:

CENTRO DI VACCINAZIONE INFLUENZA A

Ancora stupore: tutto è là sotto gli occhi: cominciano ad attuare il loro diabolico piano, anche se non si sente più parlare, in Francia, dell'influenza A… Vado un po' più lontano nella direzione indicata dalla freccia e là un altro pannello che, questa volta, mi porta direttamente all'aerodromo, il quale, per inciso, non è assolutamente idoneo (ad un simile uso). A casa, prima di andare a dormire, “si è accesa la lampadina”! Ho capito come tutto si è messo a posto, l'andirivieni incessante degli aerei (carichi del prezioso vaccino o veleno?), il centro di vaccinazione nell'aerodromo, nonostante che ad Albi ci siano posti più adatti, molto meglio attrezzati…

Sono tornata questa mattina venerdì, 30 ottobre, presso il campo d'aviazione: ora in città ci sono cartelli gialli (sui quali per il momento non è scritto niente), ma tutti indicano la direzione del circuito. Vicino all'aeroporto ci sono due pannelli. Ho imboccato con l'auto la strada senza uscita che porta al circuito e che cosa vedo? Un camion militare, con scritto sul fianco:

UNITA' LOCALE DI PREVENZIONE DEI COMPORTAMENTI A RISCHIO

Bizzarro, no? Non sono rimasta lì per molto tempo: delle persone mi guardavano in modo non molto cordiale…

TUTTO E' LA', TUTTO E' PRONTO, COME PREVISTO…

Perché questa vaccinazione così lontano dalla città? Questo aerodromo può essere circondato dalla polizia: gli autobus per il trasporto scolastico possono portarvici direttamente i nostri figli, invece di condurli a scuola. Niente e nessuno ci garantisce che il nostro desiderio di non vaccinarli sarà rispettato.
Noi genitori potremmo organizzarci e accompagnarli a turno a scuola per sincerarci che non siano vaccinati senza il nostro permesso? […] Ma con regole che vanno oltre tutta la nostra comprensione possibile, ho paura che la gente che non sarà d'accordo non avrà diritto a pronunciarsi, poiché noi siamo ad un passo dalla legge marziale.

www.tankerenemy.com

Vaccinazioni ed aerei chimici ad Albi ultima modifica: 2009-11-04T22:11:06+00:00 da zret
About the Author