Voyager 1: ai confini del sistema

Nuove misure confermano che la sonda è ormai prossima a uscire dal Sistema solare. Mauro Messerotti dell'INAF: “la zona di transizione verso il confine è più lunga delle previsto”.
di Luca Nobili

Per la Voyager 1 i confini del Sistema solare sono sempre più vicini. La sonda si trova ora a 117 Unità Astronomiche di distanza dal Sole (1 Unità Astronomica è pari a poco meno di 150 milioni di chilometri, la distanza media della Terra dal Sole) e solo pochi giorni fa le sue misure avevano permesso di ridisegnare il curioso andamento “a bolle” del campo magnetico solare a quelle distanze. Ora altre misure della sonda, questa volta relative alla velocità del cosiddetto vento interstellare, un flusso continuo di particelle emesse dal Sole, confermano che il confine è ormai prossimo. I risultati sono pubblicati su un articolo in uscita su Nature. Le misure parlano chiaro: negli ultimi tre anni di viaggio della sonda, la velocità del mix delle particelle circostanti è passata da 70 chilometri al secondo a zero e tale è rimasta negli ultimi otto mesi. Segno che siamo giunti in una zona dove il flusso di particelle solari viene frenato e fermato dal flusso di particelle delle stelle vicine. In altri termini siamo nella zona dove la pressione del vento interstellare riesce a contrastare quella del vento solare.

Per Mauro Messerotti, fisico solare dell’ INAF – Osservatorio Astronomico di Trieste “questo indica che la Voyager 1 è vicina all’eliopausa, il confine ultimo dove il vento stellare si confonde del tutto con quello emesso dalle stelle vicine. Questa è la zona dove ha termine il Sistema solare e inizia lo spazio interstellare “. Il dato più interessante e inatteso riguarda però la lunghezza della zona di transizione che precede l’eliopausa. “I modelli concettuali finora utilizzati prevedevano un passaggio brusco, netto, tra guaina eliosferica e eliopausa. La Voyager 1 sta invece viaggiando da tre anni in una zona intermedia. Non c’è quindi quella discontinuità improvvisa che ci si attendeva”.

La Voyager 1 continua il suo viaggio, sempre più vicina al confine oltre il quale l’attende lo spazio profondo.

Per saperne di più, ascolta l’intervista integrale a Mauro Messerotti http://www.media.inaf.it/gallery/main.php/v/voci/interviste/messerotti15-06-11.mp3.html

(INAF)
Fonte: http://www.media.inaf.it/2011/06/15/voyager-1-ai-confini-del-sistema/

Voyager 1: ai confini del sistema ultima modifica: 2011-06-16T15:36:25+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)