Zepp-LaRouche: l'intervento in Siria potrebbe condurre all'estinzione della civiltà!


6 settembre 2013 (MoviSol.org) In una dichiarazione elettorale del 27 agosto la presidente del Movimento Solidarietà tedesco (BüSo), Helga Zepp-LaRouche, ha messo in guardia dal grave pericolo di una guerra mondiale chiedendo un drastico cambiamento di politica nel mondo transatlantico. Ecco alcuni stralci dalla sua dichiarazione:

“L'intervento militare minacciato da una nuova coalizione dei volenterosi [link=http://www.movisol.org/13news151.htm]potrebbe[/link] essere l'inizio di una terza guerra mondiale termonucleare che potrebbe condurre all'estinzione della civiltà umana. Esso equivale all'invasione della Polonia da parte della Wehrmacht il 1 settembre 1939. Il rischio non è solo quello di una conflagrazione in tutto il Medio Oriente, ma anche di uno scontro con Russia e Cina, con tutte le conseguenze del caso.

“Questa politica verso la Siria è solo un altro tassello nel mosaico della politica di 'cambiamento di regime' che condusse alla guerra in Iraq, basata come ben sappiamo sulle menzogne di Tony Blair e George Bush Jr. Anche la guerra in Afghanistan era basata su menzogne, le menzogne sull'11 settembre, e lo era la guerra contro la Libia. E ora, con un altro intervento basato su menzogne rischiamo la guerra termonucleare.

“La politica del cambiamento di regime fu la risposta di George Bush Senior e di Margaret Thatcher alla fine dell'Unione Sovietica. Tutti i governi che si fossero opposti al nuovo impero anglo-americano, quello della globalizzazione, sarebbero stati destituiti con la forza. Tale 'globalizzazione' va di pari passo con la totale deregulation dei mercati finanziari, la trasformazione dell'economia reale in un'economia basata sul gioco d'azzardo della speculazione e della sfrenata massimizzazione dei profitti.

“Il sistema della globalizzazione è arrivato al capolinea. Il grave pericolo di guerra è dovuto solo in parte agli avvenimenti in Medio Oriente. La causa più profonda, che potrebbe fare da miccia alla guerra, è l'imminente collasso del sistema finanziario globale, un sistema indebitato a causa della speculazione in derivati, che probabilmente non sopravviverà alla fine dell'anno fiscale americano, ovvero la fine di settembre.

“La soluzione esiste: bisogna mettere fine alla politica dell'impero. Il passo indispensabile è il ripristino della separazione bancaria nella tradizione della legge Glass-Steagall, che consentì a Franklin Roosevelt nel 1933 di superare la crisi finanziaria e la depressione economica. Praticamente, questo significa mettere fine al gioco d'azzardo nell'economia ricostruendo invece l'economia reale.

In Germania, “sia la coalizione rosso-verde [SPD-Verdi] che quella giallo-nera [CDU-FDP]” che si sfidano nella campagna elettorale “hanno accettato il diktat della globalizzazione dominata dagli anglo-americani. La coalizione rosso-verde ha dato il via alla deregulation, e quella giallo-nera non ha fatto niente per ridurla dopo la crisi finanziaria del 2008, il che rende tutti questi partiti inutili se si tratta di difendere il bene comune…

“C'è un'unica chance: il Congresso USA deve approvare la legge Glass-Steagall mettendo fine così all'economia del gioco d'azzardo. Se questo accadrà negli Stati Uniti, l'Europa non avrà altra scelta e dovrà fare lo stesso. Lyndon LaRouche è il leader intellettuale di un vasto movimento in tutti gli Stati Uniti nella tradizione di Roosevelt. Questa è anche l'unica chance di fermare il pericolo di guerra rafforzando l'opposizione interna negli Stati Uniti”.

La dichiarazione di Helga Zepp-LaRouche è disponibile in tedesco http://bueso.de/node/6691

Fonte: http://www.movisol.org/13news154.htm

Zepp-LaRouche: l'intervento in Siria potrebbe condurre all'estinzione della civiltà! ultima modifica: 2013-09-18T15:03:40+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)