Benoit Mandelbrot: Frattali e l'arte della rugosità