CATENE DI DNA 'TELEPATICHE', TROVANO SIMILI A DISTANZA

Il Giornale Online
ROMA – Fra le varie capacitĂ  che ha il Dna ce n'Ă© una che ha stupito i ricercatori: la 'telepatia'. In uno studio pubblicato dal Journal of Physical Chemistry B è stato infatti dimostrato che filamenti di Dna simili sono in grado di riconoscersi in una soluzione a grande distanza, senza bisogno di mediazioni da parte di proteine o altri composti.

I ricercatori dell'Imperial College di Londra hanno studiato il comportamento di alcune catene lunghe di Dna con diverse composizioni in una soluzione in cui era presente solo acqua. Il risultato è stato che filamenti con la stessa sequenza di basi hanno il doppio della probabilitĂ  di riunirsi ed accoppiarsi. “Curiosamente – scrivono gli autori – le forze responsabili del riconoscimento possono superare distanze in acqua maggiori di un nanometro (un milionesimo di millimetro)”.

Questo fenomeno, che non era mai stato osservato, può aiutare a capire come il Dna si ricombina, un processo che in caso di 'errori' dà vita a malattie come i tumori. Secondo lo studio, più che di telepatia si tratta di 'magnetismo': a causare l' avvicinamento sarebbero infatti interazioni elettrostatiche che diventano più forti man mano che aumenta la similarità fra i filamenti.

Fonte: ansa.it