Rispondi a: LA MIA PARTE INTOLLERANTE

Home Forum L’AGORÀ LA MIA PARTE INTOLLERANTE Rispondi a: LA MIA PARTE INTOLLERANTE

#107240

sephir
Partecipante

altair, per ilmondo in cui siamo non possiamo che trovare soluzioni pratiche e tu hai ragione a dire che in un modo o nell'altro, che sia perfetto o meno, dobbiamo bloccare chi può danneggiarci senza alcun senso morale ne troppi scrupoli.
IN questo senso mi sentirei più di dire che le carceri dovrebbero essere altro che quello che sono, senza dilungarmi troppo nella spiegazione…
ma per ora siamo costretti alla loro esistenza finchè qualcuno non avrà il potere di rinsavire animi e lenire le pene interiori o il buio totale che oscura un animo che stupra o uccide o il resto…
queste sono parole di chi ovviamente non ha avuto a che fare con stupratori…ma una volta sono stato aggredito da tre imbecilli, non nego che se avessi avuto la forza di farlo non avrei porto l'altra guancia.
Ma dire il contrario, dire ciò che idealmente sarebbe giusto, dire che la violenza non porta a nulla che l'intolleranza non serve che la guerra è solo un buco nell'acqua… non per forza è buonismo ma spesso un tentativo di capire di risolvere di cambiare qualcosa.
Poi è evidente che ognuno in se sa la differenza fra idea e azione…se a mudilas succede affianco a lui quel che tu hai detto, sia stupro o violenza non rimarrà a guardare!cio non vuol dire che in cuor suo dietro l'odio che proverà per la bestialità umana non si celi cio che dice ora che non contraddice ma vuole capire e cambiare!è vero che il male si combatte con armi diverse dalle sue…ma è tanto difficile e ad ognuno gli strumenti che può indossare…
per il resto l'unica cosa rimarrebbe evitare il male come anche inizato ha detto..il proprio e quello altrui.