Rispondi a: un mondo di confusione–dove arriveremo?

Home Forum L’AGORÀ un mondo di confusione–dove arriveremo? Rispondi a: un mondo di confusione–dove arriveremo?

#134576

Anonimo

[quote1275921417=Nuzzi]
Non sono per nulla d'accordo con chi afferma, in termini assoluti, che la realtà è il frutto della mente.
Falso.[/quote1275921417]
La realtà non è il frutto della mente subito ma dopo numerosi passaggi intermedi, e comunque la realtà fa parte di un Paradigma immodificabile. Ogni esagerazione crea false dottrine e deviazioni, dal messaggio di partenza.

La percezione della realtà è il frutto della mente, la realtà stessa no!

Esatto. I materialisti vedono la materia e si lamentano della sua povertà. I spiritualisti visualizzano un mondo diverso e più bello da quello attualmente vissuto ma immaginario, presente solo nella mente dell'adepto. Infine i realisti-Consapevoli danno un significato differente, spirituale, alla materia sperimentabile e perciò sono i più felici e più realizzati dei tre.
Colui che cerca i perché dell'esistenza può 1.accontentarsi del poco, 2.fantasticare, oppure 3.progredire.
Il primo, tende alla rassegnazione e alla superficialità spirituale. Il secondo, all'illusione e il pressapochismo materiale. Il primo e il secondo si fermano perché hanno saturato ogni potenziale ramo di ricerca.
Il terzo va avanti.
Per arrivare, successivamente, ad eguagliare il suo dentro con il suo fuori, all'inizio ha comunque bisogno di passare per favole e per metafore (chi più chi meno) che poi trasforma in esperienza della materia spiritualizzata…..
Praticamente la realtà esterna è sempre la stessa uguale per tutti ed è una.
Però il realista-Consapevole osserva interiormente aspetti di questa stessa realtà esterna che sfuggono completamente al materialista-scientista e allo spiritualista irrazionale che non sa vivere con i piedi per terra.

Come è possibile separare la realtà della mente da quella vera?

La realtà della mente scompare da sola quando la mente diventa trasparente come una finestra pulita o meglio spalancata. Nessuno può farlo al posto degli altri, ognuno per se…..

O è molto difficile rispondere a questa domanda e molti hanno preso spunto da questa difficoltà per dire “ehi non esiste una realtà assoluta!” “la realtà è soggettiva, è creata dalla tua mente”.
Se prendi il film matrix è una metafora magistrale di questo modo di pensare.
Io sono dell'idea che la mente (almeno la mia) non può piegare la realtà a suo piacimento senza produrre alienazione.
Cioè io posso convincermi che pur vivendo in un monolocale di 20 metri quadri quella sia “un'ambinente meraviglioso e consono ai miei bisogno” ma quando lo faccio devo assolutamente produrre un distaccamento dalla realtà che invece è ben diversa.

Poiché il segreto non è, come viene predicato da sedicenti guru moderni, nella semplice visualizzazione dei desideri, nella affermazione del potere personale ma il segreto è nella riscoperta delle intenzioni Archetipiche dell'Essere, dell'Anima, del Sè, dell'Essenza ecc che sono in pochi a (ri)conoscere dentro se stessi perché lo cercano altrove – dove non c'è.

Per questo mi puzzano i vari metodi derivanti dal “pensiero positivo” che dicono che a seconda di come pensi crei la tua realtà!

Il senso di questi insegnamenti quando non sono campati per aria è che un determinato atteggiamento interiore come ad esempio l'apertura mentale volontaria e il Pensare Positivo attira eventi particolari nella tua Vita dai quali è possibile (volendo) imparare la giusta chiave di lettura del tuo ruolo unico e irripetibile nell'Universo.
Se quel significato “sacro” viene perso ovvero non viene mai trovato, scoperto da ognuno di noi, gli umani restano quello che la scienza ufficiale crede che l'uomo terrestre sia: il corpo senza scopo alcuno, un casuale ammasso di atomi e basta.
Se i politicanti stanno distruggendo la Terra e schiavizzano le loro amate popolazioni è proprio perché sono straconvinti che gli esseri umani inclusi loro stessi non hanno alcun valore cosmico o spirituale.
Se la gente si annoia è perché non conosce l'immenso valore di ogni essere, Umano, Animale, Piante, il Pianeta vivente ecc.
Rifiutare la ricerca dell'esperienza superiore (disponibile per chi ha voluto compiere il primo passo), vuol dire non diventare mai l'essere umano, degno di quel nome.
Le istruzioni suddette descrivono come fare il primo passo, non illustrano l'insieme.

Vuoi essere ricco? Devi immaginarti ricco sfondato, devi immaginarti una cascata di banconote che ti piovono addosso e se riuscirai a crederci veramente allora attirerai quel denaro.
Andiamo!

Infatti non funziona in questo modo un po banale, se qualcuno lo insegna, mente, oppure è un ciarlatano che non ha mai provato quello che afferma.

…ma non credete che i bambini che muoino di fame nel mondo non desiderino con tutti loro stessi mangiare?

Non è detto, se dubiti di meritare quello che non hai avuto fino ad ora (la rassegnazione) non puoi ricevere niente di quanto hai immaginato perché l'universo (dicono gli insegnamenti) manda le risposte alle richieste dell'inconscio. E l'inconscio umano, quasi sempre dubita. Delle proprie capacità naturali…..

Non pensate che ci pensino continuamente tutto il giorno?
Come mai a loro non funziona? Semplice perchè non è che hanno fame perchè non sanno pensare nel modo giusto ma semplicemente perchè c'è qualcuno che ha cascate di soldi proprio perchè tiene quella genete in quella posizione!

Questo è vero. Il problema può essere risolto in due modi. Uno è collettivo, politico e globale, l'altro è individuale, spirituale, locale. Siccome i governanti fanno orecchie da mercante è giusto tentare anche il secondo metodo; ma non basta pensare, desiderare – senza conoscersi in profondità.
Se esiste un Dio o chi per lui, il quale lascia morire di fame molti bambini, è per un solo motivo: perché ha previsto, offerto e permesso il secondo metodo di salvezza, quello famoso: “Conosci te stesso e conoscerai l'Universo”; si intende anche “e riceverai quello di cui tu hai bisogno” per poter Vivere, da essere umano.

Secondo me la metodologia new age del “pensiero crea realtà” soprattutto quando si parla di profitti da questa tecnica sia IL MODO CON CUI LA SPIRITUALITA' SI è VENDUTA AL CAPITALISMO.
Per questo ne sto alla larga come la peste.

Esattamente, la disinformazione e la manipolazione del Sapere è peggio del silenzio. Però alcuni princìpi corretti e non distorti del Pensiero Positivo possiamo applicare e sperimentare bypassando il $business$ del newage. Ad esempio, alcuni miei amici distinguono nettamente la filosofia NewAge gratuita, Sapienziale e Gnostica che praticano o da soli o in gruppo, dal newage imposto dal sistema, quello da pagare, oltre che falso e finto….

Poi è evidente che a seconda dei miei processi mentali io sarò condizionato e vedrò una cosa o non la vedrò… però questo non dimostra che la relatà oggettiva non esiste, dimostra solo che la realtà oggettiva si crea dalla sintesi del numero più alto possibile delle realtà soggettive.

Comunque per quanto rigurda gli ET, a mio avviso un essere positivo ha buone probabilità di incontrare gli ET positivi mentre una “persona” (ossia una maschera) negativa molto probabilmente materializzerà entità negative, forme pensiero che non lo aiuteranno a crescere ma al contrario lo ostacoleranno raccontandogli la versione dei fatti non corrispondente alla Realtà.
Secondo me, un ricercatore tendente “al negativo”, che sia teologo, ufologo o scienziato profes-sionista, è un pericolo pubblico, un falso profeta, perché trova nell'universo cose inesistenti (fabbricate da lui) insegnando involontariamente bugie esistenziali.