Rispondi a: i nuovi bambini

Home Forum L’AGORÀ i nuovi bambini Rispondi a: i nuovi bambini

#142831

Anonimo

[quote1352594287=DESTINO]
secondo voi come si dovranno educare i figli? o come li educate in questa societa fatta di trappole? come impedirgli di seguire “il branco” e rimanere schiavi del consumismo? senza costringerli a una emarginazione dalla societa? :O
[/quote1352594287]
La “ricetta” è semplice: Fallo innamorare della Vita,
portalo sulla strada dell'Essere, non su
quella dell'avere e dell'apparire.
Quando E', può avere
e apparire; quando non E', l'avere e
l'apparire si trasforma in una trappola mortale.
Ma.. Tu sei felice? Il bambino non ascolta
quello che gli dici, guarda
se sei felice.
Si accorge, dell'inganno, immediatamente..
Non si insegna con le sole parole!
Lui sa, che quello che conta sono i fatti,
e la coerenza, sua e di coloro che lo circondano.
Se lo abitui all'ipocrisia,
potrebbe.. intraprendere..
la carriera del Criminale, è bene saperlo.
I bambini non devono assomigliare agli adulti
ma gli adulti dovrebbero essere come i bambini..
Perciò, non imporgli il tuo sistema
di “vita” o di sopravvivenza,
piuttosto ri-scoprite (insieme) il suo.
La Vita è bella, l'Uomo
è perfetto
e la creazione è magnifica – se non sei attaccato
a quello che hai, oppure a quello che pensi di “essere”.
Quando “comprendi” ..
.. Chi sei, e perché sei qui.
Il genitore dovrebbe averlo già sperimentato
per poter insegnare questa Visione
(cosmica) ai “figli”.
Non ci si può improvvisare “educatori”.
Educare un bambino, dovrebbe voler dire aiutarlo a
trovare la SUA Via e non descrivergli la TUA Via
– ammesso che ne abbia una..
Non appoggiarti sui maestri esterni,
l'unico responsabile sei
tu, non affidarlo ai
religiosi o, ad esempio, alla politica e ai militari,
perché potrebbero insegnergli l'odio e la guerra,
la stupidità e la superficialità.
Fa risvegliare in lui il suo Maestro interiore..
I bambini dovrebbero sviluppare o rafforzare
l'intuizione e la telepatia,
è molto importante.
Non inculcargli la credenza in un dio,
al massimo puoi elencare, cronologicamente, le
varie credenze che ci sono nel mondo, sarà
lui a scegliere
( oppure .. scegliere .. di non scegliere )
quando avrà l'età adatta.
L'Uomo è responsabile al 100% delle sue azioni
e pensieri,
non un dio o diavolo..
Non battezzarlo in nome delle divinità che lui
non ha mai conosciuto, né ri-Conosciuto, né scelto..
Rispetta le sue inclinazioni naturali,
i suoi Talenti, Sogni, opinioni e desideri..
Insegnagli i Diritti Umani..
Spiegagli che la priorità è sempre la Giustizia,
perché il male fatto agli altri
non può essere cancellato – né in Cielo né in Terra.
La vera Giustizia è differente da quanto
un uomo “ordinario”
considera essere la (sua) “giustizia”..
L'Uomo nasce per Gioire,
però ci si può divertire rispettando
la Realtà, “se stessi”, il “prossimo”, il “lontano”.
L'ingiustizia ci riprogramma (in negativo),
generando malattie,
l'ingiustizia non può essere tollerata
neppure per un secondo.
Cogli l'attimo, e
non perdere tempo dietro a sciocchi discorsi
di chicchessia,
anche fosse presidente di questa
o quella nazione.
Senza la Coscienza, non
si può essere felici qui.. né altrove..
dunque è INUTILE sperare in un Mondo
“migliore”, nell'aldilà.
Poiché quello che hai compiuto
nel al di qua lo faresti nell'ipotetico
aldilà, identico..
Se qui sei ingiusto, volontariamente imperfetto,
depresso e infelice,
lo saresti anche di là..
Digli che siamo tutti fratelli sulla Terra,
e oltre,
senza distinzione di sesso, cultura, intelligenza..
Siamo uguali alla nascita,
ma non dopo,
è logico premiare i Giusti non i delinquenti.
Mostragli attraverso gli esempi pratici la funzione
del denaro in questa società:
è stato inventato per
servire l'Uomo – non per schiavizzare l'Uomo.
Lo stesso, per la Scienza e tecnologia,
dovrebbe aiutare,
non distruggere o far demonizzare l'Umanità.
Non basarti sulla ricchezza
perché
un giorno potresti
perdere tutto, e quello che credi
abbia un qualche valore
forse non ne avrà alcuno, nel prossimo futuro..
allora quello che resta.. sarai “tu” l'Essere
“nudo”, spogliato dalla finzione.. e dalle maschere.
Ognuno di noi, dovrebbe prepararsi
per quel giorno,
il Giorno del Giudizio.
Digli che vendicarsi è controproducente,
è meglio spiegare,
con pazienza e Amore, dov'è che
“il cattivo di turno” avrebbe sbagliato.
Digli che nessuno può renderlo
felice se e
quando spegne “lo Spirito”..
Ma soprattutto non parlare troppo, Amore è nella
manfestazione
dell'Essere, non nel tentare di convincere.
Colui che cerca di convincere gli altri
in realtà sta cercando di convincere se stesso che la
propria
dottrina è “quella giusta”,
la “più giusta” fra le tante in circolazione.