Rispondi a: Traffico nei cieli di tutta Italia: aerei chimici ed UFO

Home Forum EXTRA TERRA Traffico nei cieli di tutta Italia: aerei chimici ed UFO Rispondi a: Traffico nei cieli di tutta Italia: aerei chimici ed UFO

#28001
RichardRichard
Amministratore del forum

Allora se non ho capito male vi do una descrizione concettuale, secondo me, di queste entità luminose che definiamo “sacchetti volanti” o “flotillas”

Ecco come ne parla, se non erro si riferisce a questa forma di energia cosciente (attiva e non passiva, dal comportamento intelligente), uno scienziato

https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.300
STATO PIANETOFISICO DELLA TERRA E DELLA VITA
del Dr. Alexey N.Dmitriev
Pubblicato in Russo, IICA Transactions, Volume 4, 1997

….
E' ragionevole sottolineare che il nostro Pianeta passerà presto in queste nuove condizioni di crescita energetica, che porteranno alla transizione in un nuovo stato e qualità della relazione Spazio- Terra. Gli organismi viventi di queste regioni della Terra con la maggior attrazione per le influenze cosmiche, saranno spinti verso appropriate reazioni di evoluzione, o processi, per queste nuove condizioni. Queste zone di commutazioni verticali e di trasferimento d' energia, stanno già divenendo il cuore o i punti caldi, nella ricerca per nuovi sistemi di adattamento e mutua trasformazione. La lista generale di queste zone include le regioni polari, le estremità continentali est delle regioni equatoriali (Caraibi, Madagascar, Filippine, Mar Giallo, ecc..) e le zone continentali interne che tendono a piegarsi e sollevarsi (Himalaya, Pamir-Hindukush, i sistemi Altay-Sayan, ecc..).

Le aree più significative di queste, sono le zone elio-sensitive che hanno intensa risposta all'attività solare geoeffettiva (Nota #1), risposte che includono la drammatica e inusuale manifestazione del vacuum non-omogeneo o le strutture classiche di dominio eterico non-meccanico. Queste strutture o oggetti, interagiscono con le zone eliosensitive, producendo effetti profondi e potenti sull'ambiente, come l'alterazione delle attività sismiche e le composizioni chimiche. Dato che questi oggetti di dominio del vacuum non-omogeneo mostrano caratteristiche non di questo mondo fisico, come “luce liquida” e “movimento non-Newtoniano”, è difficile non descrivere la loro manifestazione come “interworld processes”. E' importante notare che queste zone eliosensitive che esibiscono processi su media e larga scala, sono anche quelle più associate a questi “interworld processes”, prodotti dai disturbi di omogeinità del vacuum fisico.

Tali disturbi causano e creano processi di trasferimento di materia ed energia tra il medium eterico e il nostro mondo tridimensionale. La moltitudine di tale fenomeno, ricco nella sua qualità e varietà, sta già crescendo rapidamente. Centinaia di migliaia di queste formazioni naturali auto-luminose, stanno esercitando una crescente influenza sui campi geofisici della Terra e della biosfera. Suggeriamo che la presenza di queste formazioni sia il precedente principale della trasformazione della Terra, una Terra che diviene sempre più soggetta ai processi fisici di transizione che esistono nella terra di confine tra il vacuum fisico e il nostro mondo materiale.

Tutto questo mette l'umanità e ognuno di noi, difronte ad un problema difficile e topico, la creazione di un avanzamento rivoluzionario nella conoscenza, che richiederà una trasformazione del nostro pensiero e una comprensione di questo fenomeno mai visto prima che ora si presenta nel nostro mondo. Non esiste altro percorso verso il futuro, che una profonda e interna percezione e conoscenza degli eventi in corso ora nell'ambiente naturale intorno a noi. Solo tramite questa comprensione l'umanità conseguirà l'equilibrio col rinnovato flusso degli Stati PianetoFisici e dei Processi.

—————–
Ecco un pezzo di Science of Oneness di Wilcock che si riferisce a vecchi testi e ai Veda

14.10 MANU E LE SETTE SFERE “LOKA” DI ESISTENZA

Continuando sullo stesso estratto, vediamo come questa creazione continui in sistemi solari come il nostro. Questi sistemi si dice che vengano creati a livello energetico molto prima di essere creati a livello fisico.
Il prossimo nuovo termine che ci viene ora fornito è Manu, una parola per la mente universale. Ci viene anche presentata l'idea che l'esistenza del Sole derivi dal gioco tra materia “positiva” e “negativa”. Per alcuni questo può essere irrealistico, ma non dimentichiamo che le CU mostrano segni di flusso nord-sud o positivo-negativo e nei pianeti sembrano esistere campi sferici controrotanti al lavoro:

Questi centri arrivano, in effetti, in esistenza molto prima che la terra sia manifestata sul piano grossolano. Questo vale anche per i centri di altri pianeti. Come il sole si presenta alla Manu (Mente Universale), entrano in esistenza due stati della materia in cui il sole vive e si muove, il positivo e il negativo.

Come il Prana solare, dopo essere stato per un periodo soggetto allo stato negativo, diviene soggetto nel suo corso rivoluzionario alla fonte della sua fase positiva, la figura di Manu viene impressa su di esso. Questa Manu infatti, la mente universale, e tutti i pianeti con i loro abitanti sono le fasi della sua esistenza…

I soli ruotano attorno a questi centri con la totalità delle loro atmosfere di Prana. Questo sistema fa nascere le Lokas o sfere di vita, di cui i pianeti sono una classe.
Queste Lokas sono state numerate da Vyasa nel suo commento su Yogashastra (Pada iii. Sutra 26)

L'aforismo è così:

“Con la meditazione sul sole si ottiene la conoscenza della creazione fisica.”

Su questo dice il venerato commentatore:

“Ci sono sette Lokas (sfere di esistenza)…”

Non è mio obiettivo cercare ora di spiegare il significato di queste Lokas. E' sufficiente per il mio proposito presente, dire che i pianeti, le stelle, le lune sono tutte impressioni di Manu, come gli organismi della Terra sono impressioni del sole (avendo i loro componenti materiali, origine da esso)..

Ogni piccolo atomo di Prana è a confronto più freddo del prossimo verso il sole rispetto ad esso. Quindi vibrazioni uguali e opposte si annullano tra loro..

14.11 TRUTIS

Ancora più interessante è il prossimo concetto, che discute cosa sono i “Trutis”. Possiamo vedere ora che questi “Trutis” sono “domini del vuoto” o unità di coscienza come li abbiamo visti nel lavoro del Dr.Dmitriev e altri.

L'estratto suggerisce anche che queste unità di coscienza sono connesse direttamente con la struttura degli atomi, che noi esploreremo nei futuri capitoli. Inoltre, abbiamo anche la descrizione del frattale o principio olografico del “l'intero è visto in ognuna delle sue parti” e dobbiamo ricordare che questo libro venne pubblicato nel 1894, molto prima che frattali e ologrammi venissero in essere:

Si deve notare qua che l'intero di questo Prana è composto da innumerevoli piccoli punti. Di questi punti io parlerò in futuro come Trutis e posso dire che sono questi Trutis che appaiono sul piano terrestre come atomi (Anu o Paramanu).

Si possono definire atomi solari. Questi atomi solari sono di varie classi secondo la prevalenza di uno o più costituenti Tattvas, (i cinque principali livelli di vibrazione).
Ogni punto di Prana è un perfetto disegno dell'intero oceano. Ogni altro punto è rappresentato in ogni punto. Ogni atomo ha, quindi, come costituenti, tutti i …Tattvas, in varie proporzioni secondo la sua posizione relativamente agli altri. Le diverse classi di questi atomi solari appaiono sul piano terrestre come i vari elementi della chimica…

Questo concetto di “Trutis” combacia perfettamente con le concezioni di Seth delle “unità di energia elettromagnetica”. Qua, avanzeremo una lista organizzata di diverse proprietà di queste unità some espresso da Seth nel primo libro The Seth Material. Nel nostro libro precedente non abbiamo modificato i dati in questo modo, ma con quello che stiamo cercando di fare in questo libro, è meglio rompere l'informazione in categorie:

Ora: ci sono strutture elettromagnetiche….che sono presenti oltre i nostri strumenti (scientifici), unità che sono i principali trasportatori di percezione. Hanno una “vita” molto breve nei nostri termini…
http://www.divinecosmos.com/index.php?option=com_content&task=category&sectionid=6&id=19&Itemid=36

[youtube=425,344]rc3B–lNGJ4

[youtube=425,344]aqv4QlV5gEg