Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#312617

Omega
Partecipante

@camillo said:
“…In verità, a coloro che negano i segni di Allah, un duro castigo! Allah è potente e vendicatore.”

Significa che il bugiardo non abiterà “nuovi Cieli e nuova Terra” (più castigo di quello!). Infatti un paradiso terrestre o celeste che sia non sarebbe tale se fosse popolato dagli attuali delinquenti, i quali evidentemente dovranno accettare Amore e Giustizia, il fondamento dell’infinito, oppure si estingueranno col tempo. Semplicemente.

@camillo said:
Siamo a livelli di concezione prescientifica alla grande.

Nessuna vera Scienza, nemmeno quella primitiva mentre è ancora ai suoi inizi, insegna la menzogna. Quindi la frase è corretta: “…In verità, a coloro che negano i segni di Allah” [ovvero a coloro che insegnano menzogne], “un duro castigo! Allah è potente e vendicatore.” Il problema dove sta?

@camillo said:
La scienza ragionevole va combattuta… Come si permette di criticarci?

La vera scienza, lo dice la parola stessa, insegna la verità-realtà. Quando non lo fa non è scienza. Quindi necessariamente il creatore e la scienza dicono le stesse cose; chiunque combatte contro il creatore combatte anche contro la scienza, e chiunque combatte contro la scienza combatte anche contro il creatore – non potrebbe essere altrimenti.

@camillo said:
Allora uno usa l’unica arma possibile la satira che è neutra, noi la facciamo per i politici, i cristiani, i talebani..,

La satira dovrebbe essere permessa dappertutto ma il fatto di permettere la satira non vuol dire che colui che fa satira ha sempre ragione circa i contenuti, o che ha compreso e fedelmente riportato le opinioni e le credenze del suo avversario politico religioso o filosofico.

@camillo said:
Ma Allah manda i suoi devoti ad uccidere i vignettisti, o molti troppi scusano… Incredibile

Per quanto riguarda la dottrina islamica, uno dei suoi pilastri è credere nel Giorno del Giudizio, nel quale Allah resusciterà ogni Umano affinché comparisse davanti al creatore per essere da Lui giudicato “secondo le sue opere”, in quanto il creatore solo conosce tutte le opere, pensieri e intenzioni di tutti gli abitanti della Terra. Ogni vero Musulmano sa che non deve giudicare, tanto meno danneggiare o uccidere, un uomo giusto, innocente, perché uccidere un uomo innocente equivale a uccidere l’umanità intera, inoltre il vero credente nel creatore sa benissimo che non si è cristiani o musulmani perché si appartiene ad una comunità ma perché si pratica Amore incondizionato e Giustizia superpartes. Da questo breve ragionamento si comprende come chiunque mette le bombe per uccidere le persone a caso non è mai stato islamico né mai lo sarà. Ugualmente… chiunque pretende di giudicare il Prossimo al posto del creatore, il che denota soltanto “incredulità”, “miscredenza”, per usare il linguaggio biblico e coranico.