Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#312625
camillo
camillo
Partecipante

Due italiani feriti in Indonesia fatti dai soliti devoti che leggono il corano pensado che dica esattamente quello che è scritto in molte sure: uccidete gli infedeli. Con corollario: uccidete chi si oppone al fatto che l’ISLAM domini anche l’aspetto politico.
Ovviamente siccome non c’è ancora la rivendicazione dicono che occorre avere prove … E chi vuoi che sia stato? I testimoni di Geova?

A dire la verità un dubbio che sia di matrice Islamica ce l’hanno. Infatti recentemente è passata una legge che grossomodo ricorda ciò che fece Mustafa Kemal Atatürk in Turchia: io traduco con la frase:
Libero stato in libero Islam.
Insomma anche in Tailandia c’è qualche persona ragionevole e democratica, ma se cominciamo con la ragionevolezza che ne è della moltitudine di “devoti islamici ignoranti?”
L’ISLAM ha bisogno di ignoranza e menzogna, una volta non era così, anzi tanto che i veri MISTICI avevano fondato il SUFISMO. Il Sufismo a me ricorda le linee esoteriche tipo RosaCroce lì sì che vedi distacco, conoscenza, amore. Ma sembrano eclissati inascoltati.

In Turchia Erdogan sta uccidendo tutto ciò che di buono Mustafa Kemal Atatürk aveva costruito.
Erdogan è un arrivista che è lontano dalla spiritualità mille miglia, si è appoggiato al fanatismo religioso per salire prima democraticamente, ora da puro dittatore.
Già nelle ultime elezioni le cose erano apparse poco chiare, i voti gli ha avuti .. ma come? A mio avviso il buon Obama ( che sia un buono lo penso veramente, come lo è questo papa… ma l’inferno è lastricato di buone intenzioni) è stato giocato alla grande, da questo furbastro.
Erdogan finanziava l’ISIS questo ormai lo sanno tutti.
Erdogan ha sfruttato la strana esagerata avversità che Obama ha per il presidente della SIRIA Asad (ci sono infiniti personaggi peggiori, ma per un qualche motivo Obama vede lì il nemico assieme a Putin).
Erdogan ha cominciato con i ricatti, usa i profughi, sfrutta la posizione geografica e il fatto che lì l’America ha basi importanti ecc. Gli scrupoli di Erdogan sono ridotti quasi a zero. Erdogan era preoccupatissimo per le prossime elezioni e per un opposizione interna che, nonostante i suoi bavagli, cominciava a far presa sulle menti non ottenebrate dagli imam al suo servizio.

Quando la Russia per fare un dispetto ad Obama che vede in Putin dio sa quale demonio.. (Obama è strano… è un buono ma vede male e si lascia abbindolare) lo ha anticipatamente informato di un possibile Golpe.. è andato a nozze. Ha fatto l’auto-golpe. una sceneggiata ridicola, ma pesante nelle conseguenze. Aveva già le liste di giudici, dirigenti, professori, laici da colpire.
Ora TUTTI vedono che è un dittatore, ma la sua gloria passerà! ne abbiamo viste di queste personalità… sempre finite male. Cancellate con infamia dalla storia.

Intanto i ribelli di Aleppo finanziati e supportati dall’America in funzione anti Asad non ce la fanno più. Hanno mandato una lettera ad Obama dicendo grossomodo così: non ci servono supporti ma un appoggio militare.
Obama però ormai non può più muoversi in quel senso, si sente responsabile e non vorrebbe abbandonarli, ma l’azione militare diretta è impossibile.
La Siria è ancora uno stato sovrano.. Però si potrebbe rifare il giochino delle armi chimiche usate dai Ribelli accusando poi il governo di Asad e quindi l’ONU interviene e…
Cosa fa allora Putin? Si preoccupa di bombardare i depositi di armi chimiche dei ribelli filo-americani.
Ma come!!!! Anche i ribelli avevano le armi chimiche? Quelle armi odiate da Obama? Ma ad Obama non glielo ha detto nessuno? Insomma è tutto una farsa.
Ecco la notizia di ieri:
Per la quarta volta lo squadrone di Tu-22M3 decollati dal Sud della Russia ha colpito bersagli dell’ISIS in Provincia di Raqqa, questa volta concentrandosi contro un laboratorio di produzione di agenti chimici e i suoi magazzini di stoccaggio.