Rispondi a: Free energy

Home Forum MISTERI Free energy Rispondi a: Free energy

#4606
brig.zero
brig.zero
Partecipante

Fusione fredda – E-Cat/ Aggiornamenti
di Armando Pascale.

La fusione fredda continua a far parlare di se. Dopo il recente interessamento di alcuni personaggi di spicco della politica nostrana, gli attori che si contendono il business energetico che pretende di rivoluzionare la nostra vita di consumatori si preparano a muovere le loro pedine sullo scacchiere del mercato. Non senza colpi di scena. Le ultime news sarebbero filtrate dalla Defkalion, la società greca che contende ad Andrea Rossi il monopolio della ricerca e commercializzazione di dispositivi basati sulla fusione fredda nucleare. L’omologo dell’E-cat di Rossi e Focardi si chiama Hyperion, e la compagnia greca scommette di poterlo immettere sul mercato già da luglio di quest’anno. Intanto Defkalion avrebbe iniziato già un aggressiva operazione di marketing preventivo, invitando presso i suoi stabilimenti produttivi alcuni “osservatori” anonimi per mostrar loro le potenzialità del nuovo dispositivo.All’opera di Rossi, definito “one man band” si contrapporrebbe quella di un numeroso team di scienziati integrati in un’azienda dotata di tutte le certificazioni europee (non riconosciute negli Stati Uniti dove Rossi ha stabilito il “quartier generale” della sua produzione tramite la Leonardo Corporation). Nonostante la Defkalion millanti interessamenti di importanti realtà aziendali, della NASA e di un altro non importante ente governativo USA non meglio identificato, continua a far riflettere la politica comunicativa di Defkalion che, a differenza di Rossi, si mostra assai reticente quando si tratta di diffondere notizie in prima persona, preferendo “delegare” una squadra di “osservatori”.

Qualche intoppo burocratico sembra intanto rallentare la marcia di Rossi. L’ingegnere italiano, che nel 2011 ha depositato la domanda di registrazione del marchio comunitario “e-cat new fire” presso l’ufficio per la registrazione dei marchi, designi e modelli dell’unione europea. Una registrazione valida nell’ordinamento dell’unione europea ma destinata ad essere la base per una domanda internazionale. La domanda, presentata in relazione a categorie merceologiche afferenti a produzione d’energia, elettricità gas, ma anche trattamento e riciclaggio dei rifiuti e purificazione delle acque reflue, e a nome della Leonardo corporation (longa manus aziendale di Rossi con sede sociale a Miami), è stata oggetto di opposizione da parte di tale caterpillar incorporation, azienda con sede sociale in Illinois specializzata nella produzione di equipaggiamenti per minatori, motori diesel e turbine industriali. Un quid pro quo legale che si spera possa giungere a soluzioni rapide.

Intanto anche i canuti accademici, tradizionalmente più restii ad accettare il background scientifico su cui si basa la fusione fredda sembrano aprire cautamente gli occhi nei confronti degli ultimi sviluppi tecnologici. Il Professor Brian Josephson, Premio Nobel e professore di fisica presso l’Universita’ di Cambridge, e’ tra le poche persone nell’ambito universitario che ha il coraggio di parlare ad alta voce di fusione fredda. qualche mese fa ha chiesto a Rossi una dimostrazione scientifica del suo e-cat. Rossi avrebbe replicato a Josephson con una missiva con cui si ribadiva che l’unico vero test per l’e-cat sarebbe stato il mercato, ovvero migliaia di clienti disposti a pagare per un dispositivo funzionante.

Forza, Andrea!

http://ildemocratico.com/2012/04/14/fusione-fredda-e-cat-aggiornamenti/


https://www.facebook.com/brig.zero