Rispondi a: ciao sono iris

Home Forum SPIRITO ciao sono iris Rispondi a: ciao sono iris

#46467

iris
Partecipante

Sono lieta di conoscerti prixi. Ho letto molto attentamente le tue parole e le condivido pienamente.Da una intera vita cerco il senso della vita, gravi problemi sin dalla prima infanzia, mi hanno formato un carattere malinconico (uno dei problemi molto devastante che ancora esiste è l'alcolismo di mio fratello che ha 5 anni meno di me io ne ho 59, devastante malattia l'alcolismo per chi ne è vittima e per chi gli sta vicino, non ti racconto i grandi guai combinati da mio fratello penso che lo puoi immaginare, io penso che lui sia propria nella fase grave e spero certamente che si renda conto di avere un problema e cerchi di guarire) si dice che la sofferenza insegna non soffrire, a me ha insegnato cercare a capire il perchè di tanta sofferenza e come poter almeno converci senza lasciarmi troppo coingolgere. Ma non ci sono riuscita. Ed ecco i miei lunghi periodi di forte depressione, con vari ricoveri. Sono pero' riuscita, affidandomi a quel Dio del quale non ero certa della esistenza ma che era l'unico che mi poteva aiutare,a formarmi una famiglia, sono riuscita per lo meno spero, a far crescere i miei figli con tutto l'amore che potevo, lasciandoli pero' liberi nella loro individualità Sono tutti e due bravi ragazzi, nessuno dei due ha preso le brutte strade della dipendenza (temevo molto questo avendo gia' un familiare alcolista). La femmina è più pacata, è sposata e vive con il marito. Il maschio invece è un po' ansioso a volte anche di piu di ansioso e perchè il lavoro che fa non gli piace e non gli da la sicurezza essendo precario, a 31 anni vive ancora con noi, non potendo avere la possibilità di pagarsi un affitto(sai bene quanto chiedono per l'affitto anche di una sola camera e cucina) e ancora meno la possibilità di acquistarla. Vedo che freme che avrebbe desiderio di farsi una vita per conto suo…ma non ci sono le basi o perlomeno non ci sono ancora. Per tutto quanto ti ho raccontato e per la lunga bruttissima malattia di mia madre, morta due anni fa, e oggi per la malattia di mio padre…insomma non ne posso più non so piu' dove sbattere la testa. Allora cerco cerco un modo che accresca la mia speranza che presto tutto possa essere più gioioso e dove cercarla se non nella figura di un Dio di Amore Assoluto?. Ho letto non so quanti libri di spiritualità, di ogni credenza religiosa da ognuno ho preso le cose buone che tali mi sembravano lasciando andare quelle che mi creavano perplessità. Qualche mese fa sono ricaduta nel nero tunnel della depressione, mi sto curando e sto un pochino meglio, anche se mi sento come morta dentro. Questo libro mi dona speranza, non lo comprendo in pieno, ma le parole che leggo sono parole di amore, invitano al perdono e al non giudicare mai nessuno per nessun motivo. Insistentemente leggo che prima devo perdonare “mio fratello” credo intenda ogni essere umano con il quale vengo a contatto. Non mi è difficile perdonore, sono un po' istintiva ma torno sempre sui miei passi e dimentico ogni rancore. Ho un carattere molto tollerante, e ho tanta pazienza ma non immensa pazienza e a volte reagisco in malo modo. Non dura che quel tanto mi passa subito e subito dimentico. Ma non sono serena, sono sempre stanca, non esco mai di casa, ho perso la voglia di avere voglia. Non quella di leggere pero' e per fortuna. Sono venuta a conoscenza di questo sito cercando notizie di Un Corso in Miracoli, che mi sta appassionando sempre di più. Ho subito notato che in questo sito vengono trattati argomenti che sono sempre stati per me molto interessanti. Sono contenta di essere approdata qui, sento che ho trovato il posto giusto 🙂 le persone giuste :). Voglio imparare a vivere nella felicità condagiando tutti quelli che mi stanno accanto e che conosco. C'è così tanta sofferenza negli esseri umani, ma proprio tanta ma li vedo come rassegnati io no, non voglio più soffrire, so che è possibile vivere nella gioia ed è questo che mi prefiggo, chiedo a Dio di aiutarmi a fare le scelte giuste, che mi portino alla conoscenza del mio Se', che mi insegnino a stimarmi e a volermi un po di bene. Questo è un punto importante: io sono molto arrabbiata con me stessa molto e non capisco perchè. Devo e voglio capire per poter dare ai miei figli la visione di una madre serena e allegra. Per adesso fingo una allegria che non vivo. I miei figli sono grandi e per niente stupidi non so quanto credano nei miei tentativi di sembrare serena. Mamma mia quanto sto scrivendo! Uno sfogo liberatorio a vostro, chiedo davvero scusa, discapito ma mi sento più leggera, mi sembra di non essere più tanto sola. Non so cosa ho scritto, come già detto scrivo di getto e non rileggo che se rileggessi cancellerei tutto. Voglio presentarmi a voi con tutta la sincerità che mi è tipica, senza voler apparire migliore di come sono. Con voi, non so perchè, mi risulta facile aprirmi e per questo vi ringrazio infinitamente perchè non immaginate nemmeno quanto mi stia sentendo meglio dopo questo logorroico sfogo.
Via lascio il mio più sentito e caro saluto agurando a tutti una dolce notte :bay: e mi scuso per gli eventuali (presumo non pochi) errori di battitura. Ciao e ancora grazie 🙂 a presto!