Rispondi a: EFT materiale e Testimonianze

Home Forum SALUTE EFT materiale e Testimonianze Rispondi a: EFT materiale e Testimonianze

#52103

windrunner
Partecipante

Gli strati del trauma

Ciao a tutti,

nella guarigione emotiva, le cose non sempre sono come sembrano.

Deborah Mitnick ci guida attraverso una sessione che ha avuto un anno fa con “Meredith” la quale ha avuto intense reazioni dopo aver assistito alla morte accidentale di un bambino. In qualche modo, Meredith si è sentita responsabile per questa morte anche se non ne ha alcuna. E' stata una risposta irrazionale, ovviamente, ed anche Meredith lo ha riconosciuto. Fortunatamente, Deborah è stata capace di trovare il nocciolo del problema e dare un duraturo sollievo a Meredith.

Abbracci, Gary

Uno psicoterapeuta della mia comunità mi ha inviato sua moglie (Meredith) dopo che ha assistito alla morte di un bambino sul luogo di lavoro. Meredith era la direttrice di turno il giorno della morte del bambino. La mamma del bimbo voleva avere una buona visuale della parata che stava passando ed ha aperto una finestra del negozio di Meredith. Stava tenendo il bimbo in braccio, ma ha perso l'equilibrio ed il bambino è stato scaraventato fuori dalla finestra. La madre era distrutta, ovviamente, ma i testimoni hanno tutti riferito che si era trattato di un incidente.

La reazione di Meredith era stata inaspettatamente intensa e non capiva perché. Era una morte accidentale, ma Meredith si sentiva responsabile pur ignorandone il motivo. Non aveva alcuna possibilità di impedire che la madre aprisse la finestra e che il bambino cadesse, eppure ha sentito la necessità di prendersi la completa responsabilità dell'incidente. Sapeva che non era una reazione logica, ma non poteva impedirselo. E' venuta da me per capirne il motivo.

Anche se non crede nemmeno nella psicoterapia convenzionale, è venuta da me su raccomandazione del marito, il quale le ha descritto EFT. Le è subito sembrata “troppo strana”. Non aveva alcuna voglia di picchiettare, voleva solo parlare con me.

Ovviamente, sono stata d'accordo.

La sua Intensità Soggettiva (IS) era 10 su scala 0-10. Non dormiva da giorni, piangeva di continuo e rifiutava di mangiare. Aveva dei flashback dell'evento, provava ansia crescente, depressione e senso di colpa, e si sentiva rabbiosa ed irritabile con i membri della sua famiglia. Meredith si isolava da chiunque e si sentiva sempre più persa. Tutto ciò di cui voleva parlare era la morte del bambino.

Ora, sembra un caso semplice per EFT, forse una delle “Meraviglie Istantanee” delle quali parla Gary.

Ma c'era qualcosa le caso di Meredith che mi motivava a chiederle più riguardo ai suoi traumi passati che a quello presente. Era così focalizzata sulla morte del bambino che ho pensato stesse rivivendo (ed evitando) un trauma del passato.

Così, invece di focalizzarmi sul trauma “facile-da-risolvere”, ho chiesto a Meredith che cosa questo trauma le permette di evitare del passato. Immediatamente è scoppiata in lacrime e mi ha detto che nessuno sapeva che era stata sposata in precedenza (nemmeno il suo attuale marito) e che il suo primo marito era morto in modo drammatico e che non era riuscita ad elaborare adeguatamente. Le sue lacrime erano copiose ed intense. Ha detto che il lutto era attuale ed intenso come il giorno in cui il suo primo marito era morto.

Anche se era totalmente scettica riguardo ad EFT, il suo dolore era così intenso che Meredith mi ha chiesto di applicarla nella speranza che potesse alleviare rapidamente un po' del suo dolore.

Meredith si era sentita “inadeguata” perché non era riuscita a “salvare” suo marito dalla morte. Inoltre non aveva voluto che soffrisse ed aveva fantasticato di ucciderlo rapidamente in modo che non dovesse sentire il dolore della malattia che lo stava divorando dal di dentro così rapidamente che non aveva avuto il tempo di assorbire lo shock della sua perdita.

Abbiamo passato i successivi 20 minuti applicando EFT sul generico “senso di colpa” per la morte di “Herman”. Volevo “togliere la punta” al dolore, così abbiamo usato EFT su “senso di colpa per Herman”. Ho pensato che avremmo potuto diventare più specifici in seguito, dopo che si fosse calmata almeno un po'.

In soli cinque passaggi il dolore ed il senso di colpa legati alla morte di Herman erano scomparsi e Meredith non sentiva più l'angoscia riguardo alla morte accidentale del bambino. Si sentiva totalmente sollevata. Non c'era bisogno di essere più specifici riguardo a Herman.

Eravamo entrambe sorprese!

Non ho utilizzato tempo per insegnare EFT a questa donna scettica. Quando il suo dolore era intenso e mi ha chiesto di picchiettare con lei, ho semplicemente fatto da specchio per mostrarle i punti da stimolare. Non c'è stata alcuna spiegazione prima di usare EFT. Meredith ha terminato la sessione sentendosi ringiovanita e dicendo: “Mi piace la tua scienza!”

Sono sicura che avrei potuto lavorare solo sul trauma del bambino e Meredith si sarebbe sentita sollevata, eppure la mia intuizione mi ha guidato a chiederle di un trauma simile ma precedente. Meredith sembra abbia preso due piccioni con una fava, e tutto ciò in meno di 45 minuti.

e' passato un anno da quella sessione. Ho aspettato a scriverne perché volevo essere sicura che i risultati fossero permanenti. Ho parlato con Meredith qualche settimana fa, e mi ha detto che non si è mai sentita così bene. Si trova in accordo con i membri della famiglia e con i colleghi. Non c'è stato alcun ulteriore problema con il trauma del bambino e si sente in pace rispetto alla morte del primo marito.

Meredith mi ha detto che non capisce come EFT faccia a funzionare, ma che va bene lo stesso. Tutto ciò che desiderava era sollievo e questo è ciò che ha ottenuto.
Deborah Mitnick, LCSW-C

http://www.eft-italia.it/traumi_emotivi/strati_del_trauma.htm