Rispondi a: Clonazione umana.

Home Forum SALUTE Clonazione umana. Rispondi a: Clonazione umana.

#52149

Omega
Partecipante

[quote1224972823=pasgal]Omega hai più volte detto: fa parte della natura.
[/quote1224972823]
Con “natura” intendo la “creazione scientifica”.

Nel senso che senza la creazione (scientifica) esisterebbe soltanto il (“nostro”) Pianeta, ma non la nostra Civiltà.

E quindi io mi chiedo: se la società considera “un Albero”, “un Animale”, “una Mela”, “un Uomo” – natura,

e siccome questi esistono grazie alla Scienza (secondo me),

– ugualmente la Clonazione dovrebbe essere considerata naturale avendo la stessa Origine.

… Scientifica. :!

Ossia la stessa Origine di “un Albero”, “un Animale”, “una Mela”, “un Uomo”.

Prima, “nella natura” non c'erano Alberi, Animali etc..

Qualcuno li avrà fatti.

Come ? Quando ? Perché ?

C'è chi sostiene che sono stati fatti: con la “Bacchetta Magica”, altri: con la Scienza “divina” (extraterrestre).

Allora io faccio una logica conclusione, che: se “un Albero” è natura (però, prima non esisteva), lo è ugualmente Clonazione (che anch'essa “prima non esisteva”).

Tranne in molti altri Pianeti (forse). !alien

Entrambi sono il frutto dello stesso procedimento creativo.

Sono stati adoperati gli stessi Strumenti per creare sia “un Albero” che “un Clone”.

Quindi, perché differenziare “la natura” di un Albero dalla “la natura” di un Clone ?

Forse la differenza è solo nel nome ? :!

“Che cos'è un nome ?”, disse il Buddha. “Una Rosa profumerebbe anche con un altro nome”.

Certo, non avrebbe senso creare Cloni imperfetti; ma quelli perfetti ci stanno.

Sarebbe sbagliato creare Cloni senza coscienza; ma quelli con la Coscienza vanno bene.

Se non sappiamo Creare Cloni perfetti, allora bisogna attendere i “Tempi Migliori”.

Qui, dipende dalla Valutazione soggettiva.

Io tendo all'Ottimismo, in generale.

Ovviamente, chi non crede nella “creazione”, ritiene che un Albero è “sempre” esistito (voglio dire almeno milioni di anni), per cui possiamo considerarlo “naturale”, mentre la clonazione essendo una invenzione recente, automaticamente “non può” ritenersi naturale.

Ma secondo me l'Albero è nato nel contesto della creazione scientifica extraterrestre (da 25000 anni fa a 13500 anni fa), da parte della stessa Civiltà non terrestre la quale avrebbe creato anche l'uomo, la stessa Civiltà che in seguito avrebbe consigliato all'Uomo “di intraprendere la strada della Clonazione Umana”.

D'altronde, se vogliamo credere nella Teoria dell'Evoluzione casuale, allora nemmeno l'Essere umano è “naturale”, non fa parte della Natura: è apparso miliardi di anni dopo i primi organismi viventi – per cui l'uomo “non è naturale”, è una “invenzione recente”.

Si potrebbe obiettare che l'uomo è stato “fatto” dalla Natura (evoluzione) seppur molto in ritardo.

Allora io rispondo che anche il Clone è stato fatto dalla Natura; poiché l'ha fatto l'Uomo – e l'uomo (secondo molti) è Natura (è tutta una catena ininterrota).

O siamo tutti Natura, o nessuno è natura. :cles:

Certo, potremmo stabilire arbitrariamente fino a che punto della Evoluzione c'è “Natura” (il limite), ma è sempre una opinione umana, non un Assioma della Natura stessa (che non parla e che non può dircelo).

Secondo quale principio logico l'uomo deve essere considerato “naturale” – non essendo apparso subito dopo gli Alberi ?

Dunque, gli Alberi potrebbero essere Natura, l'uomo no.

Se chiediamo ad un Albero cosa ne pensa di umani e di cloni, se potesse Parlare avrebbe risposto che sono la stessa e identica cosa.

Siamo più intelligenti di un Albero ? No, perché l'Albero è l'Archetipo.

Chi ritarda non è naturale (dicono gli scettici della Clonazione).

Allora l'uomo, essendo in ritardo di milioni di anni dietro gli Animali e le piante, non è ugualmente “Naturale”.

Io parto dal presupposto che se l'uomo in soli 13500 anni della sua esistenza sulla Terra ha inventato la Scienza, questo è un chiaro segno che la Scienza è prevista dalla natura –

altrimenti l'avrebbe, forse, scoperta tra miliardi di anni.

E' stato veloce l'uomo a capire i meccanismi del creato.

Perché ?

Vuol dire che il Creatore glielo ha permesso implicitamente (e non solo), donandogli la Ragione capace di creare il Clone a fin di Giustizia (Vita Eterna, ad esempio).

Poi, analizzando un Albero in laboratorio, sotto il microscopio, vediamo benissimo la sua struttura Vitale, abbiamo capito perché e come Esiste. Se fosse qualcosa di “soprannaturale” separato dalla Realtà “visibile” non sarebbe costituito dalla Materia.

Se Dio voleva indicare una Chiara linea di demarcazione tra il Naturale e il non Naturale, avrebbe creato gli Alberi gli Animali e gli Uomini dalla non Materia, immateriali, mistici, magici e soprannaturali.

Allora sì, quelli contrari alla Clonazione avrebbero ragione – la Materia sarebbe nettamente separata dallo Spirito.

Ma così non è, lo Spirito lo troviamo nella Materia, ed anche un Albero è fatto “di Materia” tangibile.

Alcuni affermano che gli Alberi possono comunicare tra di loro, o con gli Umani e Animali. Io non essendo uno del CICAP (che ricordo, è il grande Male), ovviamente sono d'accordo, esatto – gli Alberi possono comunicare con noi, ma non perché sono soprannaturali.

Esempio significativo: la Radio. Riceve e trasmette Voce e Musica tramite onde EM INVISIBILI, eppure queste onde non sono “lo Spirito” ma il frutto della Scienza, il risultato della oscillazione di un componente elettronico, fatto a sua volta da elementi chimici, dunque dalla Materia,

Due apparecchi Radio possono comunicare tranquillamente fra di loro, con un linguaggio incomprensibile per gli umani – eppure questi due “Esseri” (macchine) non sono né soprannaturali né realmente esseri…

Di conseguenza, il fatto che Alberi, Animali e Umani possono Comunicare Telepaticamente o tramite energia modulata, ciò non dimostra né la realtà dello Spirito (nel senso soprannaturale del termine) né la loro origine mistica;

Infatti due apparecchi radio comunicato tramite onde o raggi INVISIBILI ma non sono di origine “divina” o mistica. Sono il prodotto della Scienza. Siamo stati Noi a Crearli.

Per cui per quale motivo un Albero non può essere considerato il frutto della Scienza (esempio: extraterrestre) dal momento che non esiste la prova della soprannaturalità della struttura Vitale di un Albero ?

Ora, secondo te, la natura prevede la clonazione? Cioè fa parte della natura il creare in laboratorio un corpo e poi inserirgli il background?

Sì. E' la mia Risposta definitiva. L'accendiamo ? hahaha

Secondo me, assolutamente no.

Perche' un uomo può anche creare una bomba capace di distruggere il pianeta (fa parte della natura dell'uomo no?)

Ecco qui sta “l'errore” di interpretazione (delle mie parole).

Non è pericoloso inventarla, ma usarla – poiché prima o poi qualcuno l'avrebbe scoperta, l'energia nucleare.

Come esistono i Hacker/Cracker ed i ribelli nell'informatica, questi esisteranno ugualmente nella Scienza e nella Fisica delle particelle.

E' solo questione di Tempo.

Se non la inventava un umano, l'avrebbe inventata un altro umano.

Non possiamo salvarci dalle invenzioni e scoperte, perché l'uomo è per sua natura curioso (che sia buono o malvagio non cambia),

L'uomo E' stato creato “curioso”.

La questione è nell'uso – poiché nessuno può impedire certe scoperte fatte ognuno a casa propria. E' impossibile.

Quindi, parlando del solo uso della Tecnologia derivata dalle scoperte,

per me la bomba atomica non fa parte della natura dell'essere umano, ma la bomba atomica fa parte della natura dell'essere umano malato. Un essere umano mentalmente malato (con un cervello non funzionante) non può sapere cosa è naturale e cosa non lo è. Poiché non si conosce. Non conosce se stesso. E' un Dormiente forzato.

Il mio riferimento sono persone sane e Coscienti.

Ebbene tra questi ci sono Umani che amano la Scienza ed anche la Clonazione (se compiuta correttamente, in Armonia con il Cosmo), dunque basandomi sulla loro Esperienza interiore sono arrivato alla conclusione che mentre la bomba atomica (il suo uso a scopo distruttivo) non fa parte della Natura, la Clonazione può far parte della Natura in determinate circostanze.

Se si parte dalla convinzione che un Clone è SEMPRE il Male, o perché difettoso o per altri presunti motivi, allora si potrebbe ugualmente dire: che anche l'uomo è sempre il male visto che nella società umana, appunto, con noi convivono una infinità di Criminali (che “normali” evidentemente non lo sono), e poi 8 milioni di bambini che nascono ogni anno con gravi difetti genetici (creati attraverso la riproduzione cosiddetta “naturale” – quindi in teoria “perfetta” e “senza errori”) cosa sono ? Un capriccio del buon Dio annoiato ? Una distrazione di Zeus ? Un gioco delle streghe spaziali ?

He he, se l'uomo che sta per autodistruggersi (tranne rare eccezioni) per incoscienza è un “prodotto della Natura”, lo è atrettanto – se non molto di più un Clone.

Non vedo la differenza….

E se la futura Civiltà dei Cloni inventasse un Nuovo Sistema (l'organizzazione sociale) migliore del nostro, penseresti ancora che i Cloni sono il Grande Male ?

E se ci superassero in intelligenza, Spirito, saggezza e Coscienza ?

ORA… Ho un dubbio.

Legittimo.

E se quelli contrari (alla Clonazione) avessero il timore di vedersi sorpassati dalle “macchine sintetiche” ?

Sarà questa la ragione ? :hehe:

però di certo non fa una cosa buona…

Detto questo, è bellissimo poter dialogare con tante persone dalle scelte “religiose” diverse.

Esattamente. Può essere fonte di riflessione per molti….