Rispondi a: Uscire dal diabete si può?

Home Forum SALUTE Uscire dal diabete si può? Rispondi a: Uscire dal diabete si può?

#59310
Richard
Richard
Amministratore del forum

l'alimentazione e l'attività fisica che educa il consumo di zuccheri nel corpo per riassumere sono per me un grosso fattore da tenere presente in generale a mio personale parere
però immagino che ci siano altri fattori in gioco ai quali magari non pensiamo nemmeno
come sempre vi segnalo..
chiaramente è una questione delicata..
http://www.edgarcayce.it/media/diabetetipoII.htm
–Riassumendo l’approccio olistico di Cayce al trattamenti del diabete, le terapie principali sono:

• Aggiustamenti spinali per correggere ogni problema esistente nel rifornimento nervoso verso il pancreas e gli organi connessi;
• Raccomandazioni per una dieta di base che mirano a mantenere l’equilibrio con un enfasi sui cibi naturali come frutta e verdure fresche;
• L’integrazione dietetica con il carciofo di Gerusalemme per aumentare il rifornimento naturale del corpo di insulina;
• Esercizio fisico moderato nella forma di camminate e esercizi specifici;
• Idroterapia del colon per migliorare le eliminazioni e il funzionamento in tutto il canale alimentare;
• L’Esercizio sugli Ideali per sviluppare un atteggiamento di guarigione basato su principi spirituali.
Da: http://www.edgarcayce.org, “The Cayce Health Database”

Disclaimer: Il contenuto di questa sezione è soltanto informazione e non dovrebbe essere considerato come guida all’auto-diagnosi o all’auto-trattamento. Per ogni problema medico consultate un medico.

Per la terapia di ogni caso di diabete, essendo la dieta estremamente importante, veniva raccomandato il carciofo di Gerusalemme (Helianthus tuberosis). Secondo le letture, esso fornisce un tipo di insulina al corpo che aiuta a ristabilire la funzione normale del pancreas.
http://www.edgarcayce.it/media/diabete.htm

http://www.edgarcayce.it/dieta.htm

——————

Grazie al contenuto di inulina è una pianta molto adatta ed indicata nella dieta di persone diabetiche in quanto l'inulina funziona come riserva di carboidrati (in sostituzione all'amido) indipendentemente dall'insulina. L'inulina è costituita da una catena di molecole di fruttosio terminanti con glucosio. A seconda della stagione della raccolta la lunghezza delle molecole di inulina varia e quindi la loro solubilità. Il Topinambur passa per lo stomaco ed il primo tratto dell'intestino senza venire digerito, solamente nell'ultimo tratto dell'intestino sono presenti dei bifidobatteri e dei lattobacilli in grado di rompere le lunghe molecole dell'Helianthus tuberosus il cui carattere fibroso ha un effetto molto positivo sulla flora batterica. Il tubero inoltre è ricco di sali minerali ed in particolare potassio, magnesio, fosforo e ferro come pure di selenio e zinco. Il topinambur è da sempre famoso per ridurre il colesterolo e per stabilizzare la concentrazione dello zucchero nel sangue e dell'acido urico.
http://it.wikipedia.org/wiki/Helianthus_tuberosus