Rispondi a: Programmazione mentale, quella vera.

Home Forum PIANETA TERRA Programmazione mentale, quella vera. Rispondi a: Programmazione mentale, quella vera.

#76957

Mr.Rouge
Partecipante

[quote1225045149=farfalla5]
Mudi però che fai….ritiri il tuo bimbo dalla scuola per fare cosa????
C'è qualche alternativa????

Non ci prendiamo in giro viviamo qui e dobbiamo “ballare”, io non vedo per ora quale altro modo potrebbe essere per risolvere il problema di educazione….sta a noi per quello che possiamo a starli vicini e insegnarli quello che secondo noi è giusto…ma che certezze abbiamo che quella nostra opinione sia giusta???
[/quote1225045149]

Io per limitare i danni, visto che mio figlio ha ancora qualche anno di tempo prima di andare a scuola, sto cercando in queste direzioni:

Scuole Montessoriane – basate appunto sul metodo Montessori:

Il suo pensiero identifica il bambino come essere completo, capace di sviluppare energie creative e possessore di disposizioni morali (come l'amore), che l'adulto ha ormai compresso dentro di sé rendendole inattive. L'adulto ha la tendenza a reprimere la personalità del bambino e spesso lo costringe a vivere in un ambiente di altra misura con ritmi di vita innaturali.

Il principio fondamentale deve essere la libertà dell'allievo, poiché solo la libertà favorisce la creatività del bambino già presente nella sua natura. Dalla libertà deve emergere la disciplina. Un individuo disciplinato è capace di regolarsi da solo quando sarà necessario seguire delle regole di vita.

Il periodo infantile è un periodo di enorme creatività, è una fase della vita in cui la mente del bambino assorbe le caratteristiche dell'ambiente circostante facendole proprie, crescendo per mezzo di esse, in modo naturale e spontaneo, senza dover compiere alcuno sforzo cognitivo.

http://www.ildiogene.it/EncyPages/Ency=Montessori.html

Scuole Steineriane – Meodo di Rudolf Steiner

I genitori accolgono l'arrivo sulla Terra di un essere umano che ha bisogno di essere aiutato a rendersi autonomo. Egli va assistito con la massima devozione e si chiama bambino.
Madre e padre sono la sua prima vera culla nonchè il sostegno che gli permetterà di avere struttura e trovare la direzione nell'esistenza.
Il bambino avrebbe bisogno di essere accolto con l'atteggiamento di un cuore che vede. Comprendere le sue necessità e le qualità di quella persona che ci chiede aiuto è la prima vera forma di educazione per l'infanzia: l'autoeducazione del genitore.

Tutti i bambini sono differenti tuttavia esiste anche la necessità di studiare le caratteristiche che accomunano i bambini tra loro in quanto “bambini” e una delle scienze che studiano tali leggi generali è la pedagogia.
La Pedagogia steineriana (e più in generale la Scienza dello Spirito) costruisce un ponte tra natura generale del bambino e le tante differenti individualità che ci vengono incontro nei bambini che incontriamo tutti i giorni.
L'aspetto esteriore del bambino è secondo Steiner una parte soltanto di tutto ciò che un essere umano porta nel mondo con la sua incarnazione. E' però vero che già dall'aspetto esteriore possiamo cogliere tratti del nocciolo interiore attraverso l'osservazione.
Tra natura generale del bambino e natura di quel determinato bambino si colloca un terzo aspetto, il temperamento, che accomuna i bambini in gruppi. I quattro temperamenti individuati da Rudolf Steiner. Il temperamento da un lato individualizza e dall'altro riunisce in gruppi; si ha infatti a che fare con il nucleo essenziale di quel bambino e contemporaneamente con la natura generale di bambino e di essere umano.

http://www.scuolasteineriana.org/presentazione/pedagogia%2Bpensiero.htm
http://www.scuolasteineriana.org/presentazione/pedagogia%2Bmaturit%E0.htm