Rispondi a: Equo & Solidale

Home Forum PIANETA TERRA Equo & Solidale Rispondi a: Equo & Solidale

#82636
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Angoli di Mondo festeggia venticinque anni
[code][/code]

Un traguardo importante per la conoscenza del commercio equo e solidale, per la promozione della filosofia del riuso e per la diffusione delle buone prassi sul territorio padovano; la testimonianza di uno stile di vita e di commercio alternativi e rispettosi. Erano altri tempi il 1985, i primi passi si mossero con l'intenzione di informare e sensibilizzare sulle problematiche relative alla povertà e all'autosviluppo dei popoli. Qualcuno credeva già nella seconda vita degli oggetti, da vendere per raccogliere denaro da destinare a chi era meno fortunato e si parlava di “prodotti del Sud del mondo” (solo dal 1989 in Italia prenderanno il nome di Commercio Equo e Solidale), ma forse sapevano ancora un po' di esotico.
Venticinque anni dopo l'associazione e, assieme, la cooperativa Angoli di Mondo possono dire di essere riuscite a realizzare qualcosa su cui forse nemmeno i loro soci avrebbero scommesso: una rete di botteghe che offrono al territorio padovano prodotti alimentari e artigianali che rispettano la dignità dei popoli che li hanno prodotti, esperienze di valore grazie al lavoro di volontari, operatori, amici delle botteghe, strumenti di approfondimento qualificati come il centro di documentazione intitolato a Ezechiele Ramin.

Un gruppo dalla composizione umana articolata ma compatta, che ha attraversato importanti trasformazioni, ha lavorato cercando di stare al passo con i tempi anche dal punto di vista commerciale, senza “perdere l'anima” ubbidendo a regole di profitto e marketing. Con il passo dei lillipuziani sono state costruite relazioni dal basso, prime fra tutte quelle con i numerosissimi volontari, senza i quali un simile obiettivo sarebbe stato raggiunto a fatica.

Inoltre, negli anni è cresciuta la consapevolezza della necessità di educar-si per educare alle buone pratiche: da ciò ha preso il via un dialogo, sempre qualitativamente migliore, con rappresentanti di associazioni ecologiste, con studiosi del mondo accademico, con professionisti del mondo del lavoro etico e non, per aggiornarsi e potere aggiornare sulle possibilità di condurre uno stile di vita rispettoso della vita di tutti gli essere umani e del pianeta.

Perché festeggiare? Perché in un mondo che ha sempre più bisogno di punti fermi appare utile promuovere un modello economico “alternativo”, anche se da molti considerato un po' “originale”: l'esperienza di Angoli di Mondo rappresenta un traguardo importante, un segno che la continuità, la tenacia e la serietà pagano. Associazione e cooperativa sono cresciute grazie alla partecipazione di molti cittadini che ci hanno creduto, acquistando, frequentando, promuovendo: per questo sono stati organizzati momenti di approfondimento e di festa da vivere assieme alla cittadinanza.

Innanzitutto i convegni. Argomenti gli scenari locali e internazionali dei primi vent'anni anni del commercio equo (svoltosi lo scorso 25 marzo); Ascoltando il respiro del mondo: come stanno i nostri polmoni verdi? La deforestazione: il ruolo del Consumo Responsabile e della valorizzazione dell'Usato, con il prof. Pettenella, fondatore dell'associazione Agronomi senza Frontiere (22 aprile ore 21.00, Fornace Carotta, via Siracusa, 61 Padova); Io, l'economia e l'altro. Riflessioni circa l'(im)possibile relazione tra etica e mercato nel 2010, con il prof. Benedetto Gui, Università degli Studi di Padova (il 19 maggio ore 21.00, sala polivalente via Diego Valeri Padova).

La festa continua anche all'aperto, con due occasioni molto speciali: il 2 maggio in piazza della Frutta dalle ore 15.00 saranno allestiti stand, una mostra fotografica e un suk di commercio equo per raccogliere fondi da destinare alla popolazione di Haiti; saranno inoltre organizzate attività per bambini e dalle 17.30 sarà possibile assistere al concerto di Leo Miglioranza e la sua band. Il 20 giugno presso il Parco Cavalleggeri (corso Milano 123) dalle 10.00 alle 19.00 festa per l'intera giornata con mostra, mercatino delle associazioni, pranzo comune, sfilata di moda etnica ed etica, canzoni dal mondo e spettacolo musicale finale con Batuque Branko e Villa el Salvador.
http://it.greenplanet.net/index.php?option=com_content&view=article&id=%09%09%09%09%0926220


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.