Rispondi a: CERN La collisione ha avuto successo…e la particella di DIO?

Home Forum PIANETA TERRA CERN La collisione ha avuto successo…e la particella di DIO? Rispondi a: CERN La collisione ha avuto successo…e la particella di DIO?

#87290
Richard
Richard
Amministratore del forum

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5733
B: Allora perchè vuoi dare un calcio nel sedere alla teoria delle stringhe?

Garret Lisi: Perchè penso che probabilmente la natura non funzioni così.

Abbiamo due modelli molto buoni nella fisica fondamentale, la relatività generale e il modello standard delle particelle e interazioni. Una T.o.E. è una teoria che combina le due, riproducendole in un limite. (Che una T.o.E. esista è un dibattito separato). E' una cosa difficile da costruire, dato che la struttura di queste due teorie sembra molto diversa. la RG è fondamentalmente geometrica, mentre la QTF contiene algebra ovunque. Se pensi che esista una T.o.E. e sei guidato dalla semplicità, allora dovrebbe esistere una teoria unificata che dia entrambe.

Ora, la teoria delle stringhe è partita con queste motivazioni e ha avuto molto successo iniziale. Negli anni '80 le persone pensavano che il modello standard delle particelle sarebbe uscito naturalmente dalla teoria in qualsiasi momento. Ma non è accaduto. Per ottenere le particelle conosciute, le persone hanno dovuto costruire strutture elaborate di brane e orbifold usando ogni sorta di ipotesi e centinaia di parametri. A questo punto, la teoria delle stringhe è confusa, più disordinata della struttura del modello standard che dovrebbe descrivere. Per questo devo pensare che probabilmente non è così che funziona la natura.

Ora, io non detterei mai su cosa altri fisici dovrebbero lavorare. Penso anche che la teoria delle stringhe sia promettente e che sia bene che alcune persone ci lavorino. Semplicemente non fa per me. Quella su cui sto lavorando è una T.o.E. che combina tutti i campi del modello standard e della gravità in una teoria puramente geometrica Yang-Mills con una singola connessione.

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5366
Haramein:
Quindi sarebbe importante in fisica scoprire le forze fondamentali necessarie a generare la rotazione che, se conosciute, troveremmo infine le basi della realtà. Questa è cosa importante da conoscere, non dimenticate che fornirebbe importanti indizi sull' energia e la gravità, che possono avere enormi impatti sul nostro stato corrente nella tecnologia e nell'ecologia. Ancora, nella complessità della teoria quantistica e delle equazioni relativistiche (vi assicuro che queste complessità non sono banali) nessuna equazione, concetto o teoria fondamentale ha descritto ad oggi l'origine dello spin.

Questa mancanza nella nostra comprensione delle dinamiche dello spin/rotazione è ciò che ha portato il prominente Premio Nobel C.N Yang (della famosa equazione Yang-Mills) a commentare che, “la teoria della relatività generale di Einstein, benchè profondamente bella, deve essere modificata..” (ndt.”is likely to be amended”) e questa modifica, “in qualche modo si lega allo spin e alla rotazione”.

Benchè la Dr.Rauscher ed io siamo inconsapevoli dell'affermazione piu accurata del Dr.Yang, crediamo che la nostra recente pubblicazione “The Origin of Spin: A Consideration of Torque and Coriolis Forces in Einstein's Field Equations and Grand Unification Theory” si riferisca a tale questione. Come potete dedurre dal titolo, abbiamo permeato lo spaziotempo di Einstein con il termine torsione e Coriolis che diviene la causa e l'origine di tutte le rotazioni.

La teoria della struttura atomica della materia è esposta nei trattati Vaisesika e Nyaya dell'India: “Vasti mondi si trovano nel vuoto di ogni atomo..” Yoga Vasishtha
http://books.google.it/books?id=xsIi4ePN4hYC&printsec=frontcover&dq=yogi+autobiography&cd=1#v=onepage&q=atom&f=false


“Gli esseri astrali realizzano che il cosmo fisico non è primariamente costituito di elettroni, né il cosmo astrale è formato basilarmente di vitatroni (prana); entrambi sono in realtà creati da minute
particelle del pensiero di Dio, spaccate e divise da Maya (nota: illusione, tutto è Uno), la legge di relatività che in apparenza interviene a separare il Fenomeno dal Noumeno, la Creazione dal suo Creatore.
http://www.waawi.com/Pagina%20Documenti/Yogananda.htm

medico indiano ayurveda Deepak Chopra. Laureatosi in medicina negli Stati Uniti dove tuttora risiede, tende a fondere la ricerca occidentale con l’antica sapienza orientale, ricercandone comuni radici ed analoghe intuizioni, finalizzandole alla cura psico fisica degli individui. Direttore di centri per il benessere sparsi in tutto il mondo (prossima l’apertura di uno in Italia), guru di molte personalità (Derni Moore, Sylvester Stallone e Liz Taylor), filantropo (devolve in beneficenza il 15% dei suoi guadagni) e ricchissimo, a chi lo accusa di commercializzare l’anima risponde: “La miseria non aiuta ad essere spirituali. I poveri pensano al denaro molto più dei ricchi”. Egli sostiene che “la percezione dei sensi è ingannevole; l’apparenza corporea non è solida e finita come sembra. A livello subatomico non siamo più materiali dell’aria che ci circonda. Negli atomi, commistione di informazioni ed energia, domina il vuoto”.
http://www.prioratodision.net/dizionario/n01a.htm