Rispondi a: NUCLEARE: rischi di contaminazioni e possibili rimedi

Home Forum PIANETA TERRA NUCLEARE: rischi di contaminazioni e possibili rimedi Rispondi a: NUCLEARE: rischi di contaminazioni e possibili rimedi

#91118

Anonimo

http://www.ilcapoluogo.com/site/News/Attualita/Radiazioni-provenienti-dal-Giappone.-E-psicosi-47194

Radiazioni provenienti dal Giappone. E' psicosi
Nelle farmacie italiane e' corsa ai farmaci per contrastarne gli effetti
Roma, 23 mar 2011 – Nelle farmacie italiane e' corsa ai farmaci per contrastare gli effetti delle radiazioni. Lo segnala la Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi), sottolineando che “la catastrofe che ha colpito il Giappone e' un evento che ha commosso e impressionato, ma che non deve suscitare panico e allarmismi per la salute della popolazione italiana a causa di una possibile esposizione a elementi radioattivi trasportati dalle correnti aeree. E' il caso di sottolinearlo – spiega il presidente della Fofi, Andrea Mandelli – perche' ci sono state segnalate dai colleghi che operano nelle farmacie di comunita' numerose richieste di farmaci da usare in funzione di profilassi contro l'esposizione a radiazioni, in particolare prodotti a base di ioduro di potassio”. In Italia, ribadiscono i farmacisti, “non esiste un pericolo di esposizione a radiazioni, e l'assunzione di farmaci al di fuori dell'indicazione del medico e' da considerarsi irrazionale e pericolosa. Questa corsa ai medicinali in

funzione di profilassi contro le radiazioni non si e' registrata soltanto in Italia” prosegue Mandelli. “In Francia la Farmacia centrale delle Forze armate ha ricevuto centinaia di richieste per preparati a base di iodio, ma anche li' le autorita' sani tarie preposte alla radioprotezione hanno ribadito ieri che questi medicinali, nella situazione europea, sono inutili e caso mai dannosi anche per chi fosse di ritorno dal Giappone. Come farmacisti, inoltre, mettiamo in guardia i cittadini dal cercare di procurarsi questi o altri farmaci attraverso l'e-commerce, come accadde per gli antivirali ai tempi della pandemia influenzale. Non solo si rischia di essere truffati, o di pagare cifre molto superiori al valore di mercato del farmaco, ma ci si espone al rischio del contatto con farmaci contraffatti. Alla luce della situazione attuale e' bene mantenere la calma e, come sempre, rivolgersi al medico e al farmacista prima di assumere qualsiasi medicinale”.