Rispondi a: SALVIAMO IL NOSTRO PIANETA

Home Forum PIANETA TERRA SALVIAMO IL NOSTRO PIANETA Rispondi a: SALVIAMO IL NOSTRO PIANETA

#92024

Anonimo

http://www.ecoblog.it/post/14057/inquinamento-da-azoto-negli-ecosistemi-piu-remoti-della-terra

Inquinamento da azoto negli ecosistemi più remoti della Terra
Pubblicato: domenica 18 dicembre 2011 da AlterEco

Dalla fine del 19° secolo ad oggi, l’inquinamento provocato dalle attività umane ha contaminato persino i laghi più remoti della Terra, situati nell’emisfero settentrionale. Bacini idrici che si trovano a migliaia di chilometri dalla città più vicina.
A diffondere i dati sull’inquinamento da azoto riconducibile alle attività umane, è un recente studio internazionale, pubblicato sulla rivista di divulgazione scientifica Science. I ricercatori hanno analizzato i sedimenti di 36 laghi situati nel Nord degli Stati Uniti, in Canada, in Groenlandia ed in Norvegia.
La contaminazione, affermano gli autori, ha avuto inizio a partire dal 1895. A quella data infatti si fanno risalire, dalle analisi sull’azoto, i primi cambiamenti rilevanti nella composizione dei sedimenti lacustri. Negli ultimi sessant’anni c’è stata un’accelerazione nella contaminazione, a causa della commercializzazione di fertilizzanti artificiali, a partire dal 1950.
Sofia Holmgren, una delle autrici dello studio, ricercatrice della Lund University, ha spiegato che la composizione delle diatomee, alghe silicee, è cambiata, a causa sia della combustione dei fossili che dell’utilizzo di fertilizzanti azotati, sempre più massiccio in agricoltura.
L’azoto viene trasportato dalle correnti d’aria e raggiunge il suolo tramite la pioggia e la neve. In questo modo, riesce a viaggiare anche per migliaia di chilometri ed a raggiungere i laghi e gli ecosistemi più remoti del Pianeta. L’azoto è un importante nutriente per le piante, ma un uso eccessivo può provocare l’inquinamento dei corsi d’acqua, smog e piogge acide.