2012 e dintorni

Home Forum MISTERI 2012 e dintorni

Questo argomento contiene 263 risposte, ha 31 partecipanti, ed è stato aggiornato da  zret 9 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 251 a 260 (di 264 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #10902
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1353430521=Renée]
    Richard sai per caso che tempo farà domani?
    [/quote1353430521]
    pensavo che ne sapessi piu di me veramente..

    http://it.meteo.yahoo.com/


    #10903

    renae
    Bloccato

    era una battuta, sorridi….


    #10904
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1353430841=Renée]
    era una battuta, sorridi….
    [/quote1353430841]
    ci sono cascato allora


    #10905
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Cayce e l’anno 2012
    Le letture di Cayce non hanno parlato direttamente dell’anno 2012, ma di questi tempi e del cambiamento imminente che ci dovrebbe far entrare in una nuova era, lasciandoci alle spalle l’era attuale. Dicono, in breve, che i “tempi, il tempo e mezzi tempi” di cui si parla nel libro biblico di Daniele sono giunti alla fine. Siamo in un periodo di transizione verso i “tempi finali” (la fine di questa era). Dicono che alla metà dell’era attuale, quella dei Pesci, è entrato Emmanuel, cioè che Dio è venuto in mezzo all’umanità – Dio è ora con noi (che ne siamo consapevoli o no). Durante la prossima era, quella dell’Acquario, saremo pienamente coscienti del nostro rapporto con la Coscienza Universale della mente di Dio e riacquisteremo la nostra capacità di usare questo legame per soddisfare i nostri bisogni materiali. Cayce disse che avevamo già questa capacità durante l’era di Lemuria, Mu ed Atlantide, ma l’abbiamo gestita male, perdendola durante il nostro “viaggio verso l’alto attraverso l’egoismo”. Ora avremo un’altra possibilità per poter agire come dei in collaborazione fra di loro e con le forze del cosmo e ciò che chiamiamo natura. Per questo Cayce non ha indicato alcuna data specifica, ma ha detto che sarebbe avvenuto gradualmente, con energie di transizione in sovrapposizione. Alcuni non si renderanno nemmeno conto di quello che sta succedendo, mentre altri ne saranno pienamente consapevoli e partecipi.

    Si è riferito al periodo di cui si parla nell’apocalissi biblica, dicendo che sarà come mille anni in cui Satana sarà legato e solo il bene vivrà in questo mondo.

    In due letture egli disse di farci coraggio per il fatto di trovarci sulla terra durante questi tempi dorati. Siamo stati qui durante i tempi difficili, siamo qui anche durante i tempi di amore e luce.
    Da: Personal Spirituality, agosto/settembre 2008 http://www.edgarcayce.it/media/Cayce2012.htm


    #10906
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Se a tutto ciò si aggiunge che la presunta fine del mondo prevista dai Maya per il prossimo 21 Dicembre è un argomento che è stato più volte trattato in diverse trasmissioni televisive di grande ascolto quali Voyager (Rai2) e Mistero (Canale 5) e sono stati scritti fiumi di inchiostro anche da parte di “autorevoli” autori, si capisce come queste cose siano diventate così popolari

    http://www.media.inaf.it/2012/11/23/nibiru-maya-dintorni/

    è forte la situazione, gli stessi che si lamentano delle voci catastrofiste che girano, continuano a fare eco a quelle voci, gli stessi tg sono costantemente negativi e depressivi e catastrofisti.. si continua a fare eco a chi per convinzione o interesse associa l'argomento Maya-2012 alla “fine del mondo” per una o l'altra causa, ma non si prende praticamente mai in considerazione chi invece parla di fine di un ciclo e inizio di un altro in risalita verso una coscienza e consapevolezza migliore, appunto per rinascere da una situazione negativa come quella attuale. Voyager infatti non mi pare abbia mai fatto puntate sbilanciate tutte verso il catastrofismo, ma ha presentato diverse opinioni che parlano in senso positivo e ottimista.


    #10907
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://books.google.it/books?id=JYUEs-lR4OcC&pg=PA198&lpg=PA198&dq=cicli+temporali+fibonacci&source=bl&ots=Ban8Yui8mA&sig=9n8X-8r2cu7V4FpbzlfKWB8WX9k&hl=it&sa=X&ei=74uzULGOIKml4AS74oDwCw&ved=0CDEQ6AEwATgU#v=onepage&q=cicli%20temporali%20fibonacci&f=false

    Il tempo del trading. William D. Gann
    Di Mariano La Rosa
    Fonti: Mariano La Rosa, noto trader internazionale, rielabora le teorie scientifiche di William Delbert Gann, l’economista statunitense celebre agli inizi del ‘900 per la sua incredibile capacità di prevedere gli andamenti del mercato finanziario. Analisi ciclica, analisi tecnica, trading e finanza sono raccontati alla luce della rivoluzionaria Teoria di Gann, che fu il risultato di studi sull’Universo e sulle leggi naturali, matematiche e geometriche che lo governano.


    #10908
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&eotf=1&u=http%3A%2F%2Fwww.newdawnmagazine.com%2Farticles%2Fwhat-does-21-december-2012-mean-for-us

    John Major Jenkins, 'Il Calendario Maya e il 2012: perché dovremmo preoccuparci?', Edizione speciale 4 New Dawn, pubblicato nel 2008.

    La questione più urgente è 'cosa il 2012 significa per noi?' Considerate questo: i Maya ci offrono la data del 2012 e legata ad un raro allineamento galattico che la nostra scienza riconosce a malapena. Essi credevano, per ragioni che non riesco a cogliere, che tale allineamento sarebbe il segnale di grande trasformazione del pianeta. Se ci guardiamo intorno oggi, e ricordiamo gli eventi degli ultimi venti, cinquanta e cento anni, grande trasformazione è proprio quello che sta succedendo. Forse dovremmo prestare più attenzione a ciò che gli antichi insegnamenti Maya effettivamente dicono, piuttosto che l'iniezione di ipotesi moderne e distorsioni nella discussione 2012. Non c'è posto migliore di questo tipo di saggezza che la mitologia maya creazione, altrimenti noto come il Popol Vuh o mito dell'eroe Twin.


    #10909
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Hernán Huarache Mamani (Chivay, 3 marzo 1943) è uno scrittore e sciamano peruviano (indio quechua).Suo padre è un curandero e lui, seguendo gli insegnamenti e le indicazioni ricevute dal suo maestro, Anta Willki, trascorre diversi mesi dell’anno in Europa tenendo seminari e organizzando incontri tesi a diffondere e trasmettere l’amore per la pachamama e in generale il suo patrimonio spirituale.

    Laureatosi in economia all’Università di Arequipa, ha lavorato presso il ministero dell’agricoltura peruviano, ricoprendo l’incarico di economista.

    Ammalatosi gravemente, e guarito attraverso rimedi naturali dal padre curandero, scopre un nuovo cammino fino a diventare egli stesso curandero. Insegna inoltre lingua Quechua (lingua tradizionale andina) all’Università di Arequipa e da anni è impegnato in progetti di rivalutazione della cultura locale, devastata dai colonizzatori e mai più ripresasi.

    Mamani racconta del suo incontro avvenuto sul monte Ampato con un maestro a conoscenza di segreti mistici che gli sono stati trasmessi per diventare a sua volta tramite di diffusione nel mondo.Mamani ha tenuto e tiene tuttora diverse conferenze in Università e centri di ricerca di alta fama mondiale.
    http://www.ivanceci.it/2012/12/03/entrare-nel-cambiamento-intervista-a-hernan-huarache-mamani/


    #10910
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1358957662=Richard]
    Hernán Huarache Mamani (Chivay, 3 marzo 1943) è uno scrittore e sciamano peruviano (indio quechua).Suo padre è un curandero e lui, seguendo gli insegnamenti e le indicazioni ricevute dal suo maestro, Anta Willki, trascorre diversi mesi dell’anno in Europa tenendo seminari e organizzando incontri tesi a diffondere e trasmettere l’amore per la pachamama e in generale il suo patrimonio spirituale.

    Laureatosi in economia all’Università di Arequipa, ha lavorato presso il ministero dell’agricoltura peruviano, ricoprendo l’incarico di economista.

    Ammalatosi gravemente, e guarito attraverso rimedi naturali dal padre curandero, scopre un nuovo cammino fino a diventare egli stesso curandero. Insegna inoltre lingua Quechua (lingua tradizionale andina) all’Università di Arequipa e da anni è impegnato in progetti di rivalutazione della cultura locale, devastata dai colonizzatori e mai più ripresasi.

    Mamani racconta del suo incontro avvenuto sul monte Ampato con un maestro a conoscenza di segreti mistici che gli sono stati trasmessi per diventare a sua volta tramite di diffusione nel mondo.Mamani ha tenuto e tiene tuttora diverse conferenze in Università e centri di ricerca di alta fama mondiale.
    http://www.ivanceci.it/2012/12/03/entrare-nel-cambiamento-intervista-a-hernan-huarache-mamani/

    [/quote1358957662]

    https://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?138342 🙂


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #10911
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Il chilogrammo ha messo su peso. Uno studio della Newcastle University ha infatti rilevato che il campione di riferimento del chilogrammo, l’International Prototype Kilogram (Ipk) conservato nell’International Bureau of Weights and Measure di Parigi, peserebbe oggi 10 microgrammi in piu’ rispetto allo standard della sua introduzione, nel 1875. Nel 1884 sono state prodotte 40 repliche di questo campione, che sono state distribuite nel mondo per uniformare la massa. Nonostante gli sforzi fatti per proteggere l’Ipk e le sue copie, a quanto si legge nello studio pubblicato su Metrologia, la spettroscopia fotoelettronica a raggi X ha rivelato che alcuni contaminanti hanno alterato il peso del campione di platino del National Physical Laboratory (la replica numero 18) e, nel mondo, anche sugli altri campioni si starebbe verificando una crescita del peso, con passo diverso, che li starebbe facendo divergere dal prototipo originale. Gli scienziati parlano comunque di piccoli cambiamenti, meno di 100 microgrammi, anche se ”piccole variazioni su questa unita’ fondamentale di peso hanno un impatto molto ampio su scala glocale”, ha spiegato Peter Cumpson, principale autore dello studio.
    di Peppe Caridi
    http://www.meteoweb.eu/2013/01/scienza-il-chilogrammo-pesa-di-piu/175739/

    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.727
    a più un Kg, ma leggermente meno.

    Gli scienziati ancora non sanno spiegarsi il perchè

    PARIGI – Il rischio è quello di fare due pesi e due misure nel vero senso della parola: il kilogrammo ufficiale (unica tra le unità di misura definita in relazione a un manufatto e non a una proprietà fisica), custodito a Parigi al Bureau International des Poids et Mesures di Sèvres, non è più quello di una volta e pesa 50 microgrammi in meno. (.
    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2007/09_Settembre/13/chilo_pesa_meno.shtml

    G.Conforto
    Recentemente è avvenuto qualcosa di curioso, il prototipo internazionale del kilogrammo ha perso peso anche se di pochissimo, questo Le suggerisce qualcosa?
    Si certo e vi ringrazio di avermi segnalato questo fatto che mi era sfuggito; è un’altra conferma che la massa non è l’etichetta immutabile di un corpo, come si credeva un tempo, ma l’effetto delle sue relazioni – interazioni in termini scientifici – con le due forze nucleari, debole e forte. Il fatto che la massa sta cambiando, mostra che la relazione sta cambiando. La sua presunta immutabilità ha consentito alle religioni di chiamare la resurrezione del corpo un “miracolo”; invece è un evento naturale che si può spiegare, anzi ho spiegato.
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7071


Stai vedendo 10 articoli - dal 251 a 260 (di 264 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.