A proposito di petrolio

Home Forum PIANETA TERRA A proposito di petrolio

Questo argomento contiene 314 risposte, ha 38 partecipanti, ed è stato aggiornato da  deg 11 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 301 a 310 (di 315 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #71693
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1340350307=Rebel]
    [quote1340315990=Richard]
    http://goodnews.ws/blog/2012/05/30/iii-osservatorio-deloitte-dellauto-elettrica-agli-italiani-piace-lauto-elettrica-ma-bisogna-dare-una-scossa/
    Gli italiani dimostrano di apprezzare l’auto elettrica e più della metà sarebbero interessati a prenderne in considerazione l’acquisto consentendo, oltre ad un risparmio di circa l’ 85% dei costi di alimentazione (su un utilizzo di circa 10.000 Km annui) un miglioramento della qualità del’aria. Infatti si stima che sostituendo 100 mila veicoli a combustione con altrettanti mezzi elettrici si riduca dal 70% al 90% l’anno il particolato e di circa 350/400 tonnellate il monossido di azoto.Ma questi numeri si scontrano con le evidenze dei dati di vendita.
    [/quote1340315990]

    Sono d'accordo per le auto elettriche se queste sono mosse dalla Free-energy, ma se la corrente elettrica per ricaricare le batterie viene prodotta da una centrale a carbone, nucleare o a petrolio, non spostiamo di una virgola il problema, spostiamo solo l'inquinamento dal centro città alla zona dove si trova la centrale, non solo…. dovremo anche smaltire le batteria quando saranno a fine ciclo, pensiamoci bene a queste trappole mentali.

    Pensiamo in grande, pensiamo alla Free-energy che esiste da almeno 100 anni, abbandoniamo questo sistema che inquina la terra e che piano piano avvelenerà anche noi fino a farci estinguere.

    [/quote1340350307]
    ma l'elettricità non la produci certo solo bruciando carbone o petrolio 😉
    La fonte dell'elettricità sarebbe proprio il “vuoto” che compone il 99.999999% di ogni atomo
    Noi usiamo dei sistemi che fanno da “rubinetto”, il punto è trovare il rubinetto migliore.
    http://www.electra-energy-ag.com/files/vacuum/Vacuumenergy.pdf
    In regard of this model a complete new class of electromagnetic systems was discovered: so
    called “asymmetric electromagnetic systems”. These new technologies behave towards the
    energy within the quantum-vacuum like open systems. They can draw energy form the
    quantum-vacuum and convert it into e.g. electric energy

    A parte fonti come l'energia solare….


    #71694
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    La promozione, poi, non sembra un grande affare. Secondo Altroconsumo i risparmi in tre anni vanno dai 960 euro per una Cinquecento ai 1.500 se si acquista una Bravo, meno dello sconto che un cliente può ottenere sul prezzo di listino con una trattativa in concessionaria, “anche considerando che il costo della benzina non scenda mai sotto l’1,80 euro al litro”. E visto che la promozione non è cumulabile con ulteriori sconti, l’offerta degli spot non conviene.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/06/21/fiat-promette-la-benzina-a-un-euro-altroconsumo-pubblicita-ingannevole/271494/


    #71695
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Quello dell’Eni alla Conferenza di Rio+20 è un green washing vergognoso. Mentre in Brasile l’Eni promuove iniziative sulla sostenibilità ambientale e dedica un numero speciale della sua rivista ‘Oil’ (solo il nome è già un programma) alla conferenza dell’Onu in Italia fa pressione per ridurre il limite di sicurezza per le trivellazioni sotto le 12 miglia e vorrebbe riempire i mari di trivelle. Quella dell’Eni è un comportamento ipocrita e che serve solo per una ipocrita campagna di comunicazione. Intanto il ‘Cane a sei zampe’ dovrebbe spiegare cosa ha fatto per la sostenibillità ambientale negli ultimi venti anni. Insomma ‘From Rio to Rio’ con lo stesso atteggiamento: quello di chi sfrutta l’ambiente e le risorse in nome del profitto e poi fa green washing parlando di sostenibilità e con iniziative sullo sviluppo soste ile che hanno diritto di cittadinanza solo sulla carta
    http://www.ecoblog.it/post/19273/rio20-perche-il-greenwashing-delle-lobby-del-petrolio


    #71696
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Come produrre benzina dall'aria sporca GreenFreedom è il progetto perriciclare l'anidride carbonica e trasformarla in carburante

    http://www.corriere.it/economia/08_febbraio_20/benzina_aria_sporca_906efd08-dfc4-11dc-af54-0003ba99c667.shtml

    😀


    #71697
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1350852542=Richard]
    Come produrre benzina dall'aria sporca GreenFreedom è il progetto perriciclare l'anidride carbonica e trasformarla in carburante

    http://www.corriere.it/economia/08_febbraio_20/benzina_aria_sporca_906efd08-dfc4-11dc-af54-0003ba99c667.shtml

    😀
    [/quote1350852542]

    l'articolo è del 2008 e si parla di un prototipo previsto per il 2010 …
    quindi funziona ?


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #71698
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.ecoblog.it/post/50813/steven-chu-segretario-energia-usa-piu-auto-elettriche-e-meno-petrolio-straniero
    La soluzione alla crisi energetica di Steven Chu segretario per l’Energia e ora dimissionario del governo Obama è semplice: più auto elettriche e meno petrolio importato dall’estero. L’annuncio al Washington Auto Show.
    Durante il discorso tenuto al Washington Auto Show il segretario Chu ha spiegato:
    Gli Stati Uniti importano circa 1 miliardo di dollari di petrolio straniero ogni giorno che serve soprattutto al settore dei trasporti. Ridurre questa importazione avrebbe un impatto di vasta portata sia per la sicurezza nazionale sia economica salvando il denaro delle famiglie americane e delle imprese.


    #71699

    giorgi
    Partecipante

    [quote1361888695=Richard]
    http://www.ecoblog.it/post/50813/steven-chu-segretario-energia-usa-piu-auto-elettriche-e-meno-petrolio-straniero
    La soluzione alla crisi energetica di Steven Chu segretario per l’Energia e ora dimissionario del governo Obama è semplice: più auto elettriche e meno petrolio importato dall’estero. L’annuncio al Washington Auto Show.
    Durante il discorso tenuto al Washington Auto Show il segretario Chu ha spiegato:
    Gli Stati Uniti importano circa 1 miliardo di dollari di petrolio straniero ogni giorno che serve soprattutto al settore dei trasporti. Ridurre questa importazione avrebbe un impatto di vasta portata sia per la sicurezza nazionale sia economica salvando il denaro delle famiglie americane e delle imprese.
    [/quote1361888695]

    Scusate la mia domanda ma quiei politici in quale realtà vivono?

    le auto elettriche funzionano comunque col petrolio, perché una volta che viene esaurito la loro durata di autonomia devono pur essere caricate elettricamente, quindi ciò che mette in moto la fonte di l'elettricità è sempre il petrolio da dove devono attingere, anche se una minima parte è dai pannelli solari ma in una percentuale molto alta è comunque il petrolio o il metano.

    Esiste una energia pulita e perché non vogliono usarla?

    Non la usano perché sono tutti corrotti, quindi quelle persone sono tutte da mandare a casa, perché non risolveranno mai i problemi ambientali.


    #71700
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.globochannel.com/wordpress/2013/04/07/anonymus-attacca-il-petrolio-e-la-banca-disraele/
    Alon Israel, la più grande compagnia petrolifera d’Israele è diventata vittima del più grande attacco informatico. Alon gestisce un’enorme fetta di carburante venduto, un’azienda con più di 230 stazioni di benzina e negozi in tutto il paese. Informazioni sui 150 utenti della società sono trapelate attraverso un attacco hackerdi Anonymous oggi sul sito di Anonpaste.


    #71701
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://dailystorm.it/2013/06/26/brasile-la-protesta-vince-ancora-le-royalties-del-petrolio-vanno-a-sanita-ed-istruzione/
    DECISIONE IN NOTTURNA – In Brasile non accenna a fermarsi il movimento di contestazione divampato a causa dell’aumento dei costi del trasposto pubblico e delle ingenti spese sostenute per la Confederations Cup. Dopo la vittoria riportata sui governi locali, che hanno deciso di abolire i rincari sul biglietto dei mezzi pubblici, la protesta dei cittadini sembra ora aver raggiunto il parlamento. E’ passata ieri notte alla Camera dei Deputati la proposta di destinare il 75% delle royalties del petrolio all’istruzione e il restante 25% alla sanità pubblica.


    #71702

    pancia37
    Partecipante

    Mi sembra di essere in italia , si , proprio uguale ..


Stai vedendo 10 articoli - dal 301 a 310 (di 315 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.