A proposito di petrolio

Home Forum PIANETA TERRA A proposito di petrolio

Questo argomento contiene 314 risposte, ha 38 partecipanti, ed è stato aggiornato da  deg 11 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 315 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #71443

    CANERO
    Partecipante

    http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo480460.shtml

    Marea nera, 5mila delfini a rischio
    Usa, animali paralizzati sulle rive

    Oltre cinquemila delfini in trappola nel Golfo del Messico, i primi uccelli con le ali coperte dal petrolio paralizzati sulle rive. Nelle paludi del Delta del Mississippi, invaso dalla marea nera, arriva la Guardia Nazionale. Secondo un funzionario del Marine Mammal Studies in Gulfport in Mississippi, molti delfini stanno per riprodursi. Il Centro di Gulpoport si sta preparando ad accogliere animali investiti dalla marea nera.
    Sempre più elevato il livello di gravità che la macchia d'olio sta causando sull'ambiente. I primi animali coperti dal petrolio della marea nera sono arrivati a riva. Alcuni uccelli sono stati già accolti e curati dai veterinari del Tri-State Bird Rescue and Research di Fort Jackson in Louisiana. ''Il disastro si intensifica'', ha annunciato la rete televisiva Abc. Nelle paludi del Delta del Mississippi vivono oltre 400 specie animali.

    Mississippi chiede stato di emergenza
    Dopo la Luisiana, la Florida e l'Alabama, anche il Mississipi ha decretato lo stato d'emergenza di fronte alla minaccia della marea nera del petrolio fuoriuscito dalla piattaforma Deepwater Horizon. “E' una grave minaccia per il nostro ambiente e la nostra economia”, ha dichiarato il governatore dell'Alabama, Bob Riley. Il suo omologo del Mississipi auspica che “governo locale e agenzie federali lavorarino insieme per contrastare la marea nera”.


    #71444

    CANERO
    Partecipante

    4/5/2010
    Marea nera, anche Florida a rischio
    “Il greggio arriverà fino alle Keys”

    La marea nera nel Golfo del Messico continua a fare paura. Secondo Nick Shay, oceanografo della University of Miami Rosenstiel School of Marine and Atmospheric Science, i tentacoli dell'ondata di greggio potrebbero finire impigliati nella cosiddetta “Loop Corrent” nelle prossime 24-48 ore e venir trascinati lungo la costa della Florida fino alle Keys. “Non riesco a pensare uno scenario che salvi le Keys”, ha detto l'esperto.

    Stando a Shay, una volta che la marea entrerà nella “Loop Corrent”, il greggio potrebbe finire per risalire le Keys e risalire a est con la Corrente del Golfo verso Miami Beach, Fort Lauderdale e oltre. A quel punto il disastro ambientale sarebbe enorme: il petrolio potrebbe avere infatti un effetto su tutto l'ecosistema delle Keys, le spiagge, la barriera corallina e gli allevamenti ittici nell'arco di una settimana.

    La Loop Belt, nella sua descrizione, è una “cinghia di trasmissione”, una corrente marina calda che dalla penisola dello Yucatan si dirige prima a nord nel Golfo del Messico e poi inverte il senso e scorre verso sud: sfiora Cuba, attraversa lo stretto della Florida e arriva a toccare le Bahamas, dove confluisce nella grande corrente del golfo.

    Fonte: http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo480655.shtml


    #71445

    CANERO
    Partecipante

    marea nera…una strage di povere tartarughe…imbarazzante.

    http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery7296.shtml?11


    #71446
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    ke civiltà disastrosa


    #71447

    Spiderman
    Partecipante
    #71448
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    tutte kiakkiere e niente arrosto…


    #71450

    windrunner
    Partecipante

    Greenpeace ha diffuso un documento dal titolo “Orizzonte nero” con il quale pone sei domande e dà sei risposte per scoprire ciò che sta veramente succedendo in Louisiana.

    Greenpeace ha diffuso “Orizzonte nero”, un documento che spiega con sei domande e sei risposte cosa sta realmente accadendo in Louisiana, dopo l'esplosione della piattaforma Deepwater Horizon. “Occorre fare chiarezza sulle molte falsità che in questi giorni vengono diffuse – dice Greenpeace – Decenni di maree nere non ci hanno insegnato niente. Dopo tante promesse di “rivoluzione verde” e Green Economy, agli inizi di aprile 2010, Barak Obama ha ridato il via alle esplorazioni petrolifere offshore negli USA, dopo una lunga moratoria. Un pedaggio pagato alle lobby petrolifere per far passare un “Climate Bill”(la legislazione per la riduzione delle emissioni di gas serra) che riduce le emissioni degli USA solo del 4% rispetto al 1990 (anno di riferimento del Protocollo di Kyoto). Obama è stato subito ripagato da BP, proprietaria della Deepwater Horizon, con una marea nera che lascerà il segno”.

    Per leggere il documento: http://www.greenpeace.org/raw/content/italy/ufficiostampa/rapporti/orizzonte-nero.pdf

    Fonte: http://aamterranuova.it/article4567.htm


    #71449

    Anonimo

    [quote1273072898=windrunner]

    Greenpeace ha diffuso un documento dal titolo “Orizzonte nero” con il quale pone sei domande e dà sei risposte per scoprire ciò che sta veramente succedendo in Louisiana.

    Greenpeace ha diffuso “Orizzonte nero”, un documento che spiega con sei domande e sei risposte cosa sta realmente accadendo in Louisiana, dopo l'esplosione della piattaforma Deepwater Horizon. “Occorre fare chiarezza sulle molte falsità che in questi giorni vengono diffuse – dice Greenpeace – Decenni di maree nere non ci hanno insegnato niente. Dopo tante promesse di “rivoluzione verde” e Green Economy, agli inizi di aprile 2010, Barak Obama ha ridato il via alle esplorazioni petrolifere offshore negli USA, dopo una lunga moratoria. Un pedaggio pagato alle lobby petrolifere per far passare un “Climate Bill”(la legislazione per la riduzione delle emissioni di gas serra) che riduce le emissioni degli USA solo del 4% rispetto al 1990 (anno di riferimento del Protocollo di Kyoto). Obama è stato subito ripagato da BP, proprietaria della Deepwater Horizon, con una marea nera che lascerà il segno”.

    Per leggere il documento: http://www.greenpeace.org/raw/content/italy/ufficiostampa/rapporti/orizzonte-nero.pdf

    Fonte: http://aamterranuova.it/article4567.htm

    [/quote1273072898]

    Anche questo è terrificante. In un primo momento Obama aveva deciso di sospendere le trivellazioni offshore, poi ha cambiato idea (o gli hanno fatto cambiare idea?).


    #71451
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    nn credo sia facile stare al posto d obama..forse si kiederà ma ki me l hafatto fare eheh


    #71452
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [youtube=350,300]7ra6d9gRaFk


    https://www.facebook.com/brig.zero

Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 315 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.