Abduction–

Home Forum EXTRA TERRA Abduction–

Questo argomento contiene 175 risposte, ha 28 partecipanti, ed è stato aggiornato da  dolbyjeck 11 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 176 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #19308

    dolbyjeck
    Partecipante

    LA COMETA HOLMES
    PIU' GRANDE DEL SOLE!

    E’ il più grande oggetto del Sistema Solare. E’ la cometa 17/P Holmes che brilla di 2.5 magnitudini nella costellazione del Perseo, fin dal giorno della spettacolare eruzione, lo scorso 24 ottobre 2007. Quando letteralmente “esplose” nel freddo spazio siderale con un’eccezionale luminosità mai manifestata prima d’allora, a 115 anni dalla scoperta. Ebbene, sembrava che stesse per spegnersi, calando ben oltre la terza magnitidine nei giorni scorsi. Invece, sorprendentemente l’astro chiomato in queste ultime ore ha mostrato di non volersi arrendere, continuando ad espandersi. Oggi è l’oggetto celeste più grande del Sistema Solare, più grande del nostro stesso luminare. Il diametro della tenue atmosfera di polveri e gas che circondano il nucleo della cometa Holmes è stato misurato in 1.4 milioni di chilometri (0.9 milioni di miglia) il giorno 9 November 2007, grazie agli astronomi Rachel Stevenson, Jan Kleyna e Pedro Lacerda dell’Istituto di Astronomia della Universita delle Hawaii (Usa). Grazie alle osservazioni della camera grandangolare del Canada-France-Hawaii Telescope (CFHT), uno dei pochi strumenti professionali in grado di catturare l’intero diametro della cometa in una sola immagine, ed alla collaborazione degli astronomi del Programma UH, Bin Yang, Nuno Peixinho e David Jewitt. L’eruzione che sta interessando la cometa Holmes fu osservata per la prima volta lo scorso 24 ottobre e l’espansione ha continuato alla velocità di 0.5 km/sec (1.100 miglia orarie). La cometa è un milione e mezzo di volte più brillante rispetto alla fase pre-eruttiva. Questa straordinaria esplosione di luce è prodotta dai getti di polvere e gas emessi da fratture del nucleo solido della cometa, fatto di roccia e ghiaccio, del diametro di soli 3.6 km (2.2 miglia). La nuova immagine prodotta mostra la crescita di una coda sulla cometa (in basso a destra), causata dalla pressione e dall’azione del luce solare sui grani di polvere emessi dall’astro chiomato. Le previsioni degli esperti parlano chiaro: lo spettacolo è appena cominciato! Potrebbe essere anche la cometa di Natale 2007. Nelle prossime settimane, la nebulosità (coma) e la coda della cometa Holmes potrebbero espandersi ulteriormente mentre l’astro svanirà nel buio siderale dello spazio disperdendo materia sotto forma di polveri e gas. La cometa Holmes aveva mostrato una doppia esplosione nel novembre 1892 e nel gennaio 1893. Gli astronomi non sanno se la presente attività seguirà l’evento del 1892 osservato anche dall’astronomo teramano Vincenzo Cerulli, ma assicurano che le osservazioni dall’osservatorio di Mauna Kea sono state accuratamente pianificate proprio in previsione del “secondo tempo” della spettacolare eruzione 2007-2008. La maggior parte delle comete di questo tipo mostra solo leggere fluttuazioni di luminosità e solo alcune manifestano particolari esplosioni di luce e comunque non di questa entità. L’evento in atto sulla cometa Holmes è scientificamente senza precedenti. L’orbita della cometa Holmes attorno al Sole viene coperta in circa 6 anni: classificata tra le comete di corto periodo della Famiglia di Giove, la Holmes, come tutte le altre, è fortemente influenzata dalla massa dei pianeti giganti gassosi. Si ritiene che questi oggetti abbiano trascorso la maggior parte degli ultimi 4.5 miliardi di anni della loro esistenza, ad orbitare attorno al Sole partendo da regioni dello spazio situate ben oltre l’orbita di Nettuno, in una zona meglio nota come Fascia di Kuiper. L’orbita della cometa Holmes, dunque, molto probabilmente fu deviata nell’attuale regione solo poche migliaia di anni fa, proprio dall’azione di Giove, “consumata” dal Sole, perdendo massa proprio come oggi, ossia evaporando sotto l’azione della radiazione solare. Ciò significa che entro poche migliaia di anni la cometa Holmes potrebbe subire un’improvvisa deviazione orbitale fino a precipitare direttamente sul Sole o su un pianeta interno; essere espulsa dal Sistema Solare o più semplicemente finire la sua esistenza letteralmente evaporando in una nuvola di gas.

    Fonte: Antonio De Comite – CFHT (Canada-France-Hawaii Telescope)

    http://www.segnidalcielo.it/cometa_holmes_sole.html


    #19309

    dolbyjeck
    Partecipante

    UN “UFO” RIPRESO IN DIRETTA, DURANTE IL RIENTRO DELLO “SPACE SHUTTLE” DEL 7 NOVEMBRE 2007

    ESCLUSIVA NAZIONALE
    Le foto in sequenza che vi mostriamo sopra, riguardano il rientro dello “Space Shuttle Discovery”, avvenuto il giorno 07 Novembre 2007 e che ha visto come astronauta (tra gli altri) il nostro Paolo Nespoli. L'atterraggio avvenuto al Kennedy Space Center in Florida ha visto come “ospite non gradito” un UFO (Unidentified Flying Object). Il misterioso intruso si può notare in un video trasmesso in diretta dalla “Fox News Channel”, precisamente nei minuti che vanno da 01:52 a 01:53 di suddetto “footage”. E si nota arrivare dalla sinistra e leggermente più in basso un oggetto velocissimo, dalla forma di disco o missile, che passa sotto la “pancia” dello “Shuttle” per poi sparire alla vista. Un chiaro caso di “mid-air collision” (quasi collisione) tra un velivolo terrestre e velivoli di provenienza ignota. Uno dei tantissimi documentanti e non. Se non ci fosse stato questo video, anche questo caso sarebbe stato, come molti, “sepolto”. E per fortuna che è andata bene.
    Il video si può vedere su
    http://cosmos.bcst.yahoo.com/ver/249.0/popup/index.php?cl=4905283

    Antonio De Comite
    Coordinatore CUT (Centro Ufologico Taranto)


    #19310

    dolbyjeck
    Partecipante

    ANDIAMO AVANTI PER LA
    NOSTRA STRADA
    NONOSTANTE QUALCUNO CERCHI DI REMARCI CONTRO
    COMUNICAZIONE IMPORTANTE

    di Antonio De Comite

    Ormai qualcuno ci ha preso gusto, ogni qualvolta esce un articolo o una “news” sul sito dell' amico Massimo Fratini http://www.segnidalcielo.it/ o esce una segnalazione su quel sito o su quello del CUT (Centro Ufologico Taranto) di Antonio De Comite si cerca ti trovare il “pelo nell'uovo”, parlando di “spazzatura”, prove inesistenti e non ultimo (in ordine di tempo) di “errori grammaticali”. Sembra una piccola “guerra psicologica”, affinché venga inculcato nella mente dei più giovani il “dictat” del Sistema “lascia stare quelli, senti quello che abbiamo da dire noi…è verità”. E molti giovani influenzabili cadono nelle “grinfie” di persone che si nascondono dietro a un “nickname”. E poi leggono solo ciò che fa più comodo, affermando che le traduzioni sono sbagliate, quando poi sono solo un riassunto dell'articolo e non la traduzione integrale. E siccome ultimamente questi attacchi sono aumentati, decidiamo di NON ABBANDONARE, anzi RADDOPPIAMO LE FORZE e per prima cosa eliminiamo dalla casella LINK UTILI il sito di http://www.ufologia.net , il cui forum (appannaggio ultimamente di pochi noti) è divenuto solo un dibattito sterile, che riconduce tutti gli UFO a IFO e soprattutto è divenuto un “bar multimediale” dove, ripeto i siti http://www.segnidalcielo.it e http://centroufologicotaranto.blogspot.com vengono portati alla gogna da qualcuno dei fruitori di quel forum. Quindi diciamo basta a questi comportamenti e decidiamo di prendere (democraticamente) le distanze in maniera definitiva da sopra menzionato sito.

    http://www.segnidalcielo.it/


    #19311

    dolbyjeck
    Partecipante

    Commento di Massimo Fratini
    Comunico all'amico Antonio De Comite, che mi associo completamente su quanto detto sul sito del CUT Centro Ufologico Taranto, ringraziandolo pubblicamente,riguardo il suo commento di cui sopra è esposto. Purtroppo devo dire che in un recente incontro con un amico che frequenta il forum del portale ufologia.net, mi ha comunicato che ci sono frequenti attacchi nei miei confronti e sulle informazioni, news e articoli che vengono pubblicati sul mio portale http://www.segnidalcielo.it e sul portale del CUT stesso. Io ho sempre reputato queste persone delle vere “SUOCERE” dell'ufologia, persone che si divertono con limitata coscienza e intelligenza a criticare, giudicare ed attaccare il lavoro di molti ricercatori che cercano in tutti i modi di esporre le notizie, i fatti, contro la disinformazione e quindi senza manipolazione all'origine della notizia stessa. Se tali notizie vengono tradotte con mezzi elettronici, si cerca in tutti i modi di editare e ri-editare tale fonte, senza alterarne i contenuti. Questi attacchi sono privi di ogni significato e lasciano il tempo che trovano. Ricordo a queste persone di riflettere e meditare (se lo sanno fare) e che ogni 7 secondi muore un bambino per fame, pestilenza e altre malattie. Per non parlare delle migliaia e migliaia di morti per le cause di disastri naturali che in questo momento avvolgono un pianeta completamente in agonia. Quindi ci sono tanti problemi da affrontare, ma solo uniti si può combattere per la VERITA' (la grande menzogna tutta da svelare) invece di perdere tempo a screditare, attaccare e denigrare coloro che desiderano un mondo migliore (dato che il fine e questo), mi associo al pensiero dell'amico Antonio De Comite augurandogli che il suo portale abbia vita lunga e prosperità di informazioni. Massimo Fratini

    http://www.segnidalcielo.it/


    #19312

    dolbyjeck
    Partecipante

    UN BREVETTO STATUNITENSE DI UN “DISCO VOLANTE” DATATO…1945

    ESCLUSIVA NAZIONALE
    Alexander G. Weygers, (12 ottobre 1901 – 23 luglio 1989), fu un artista americano ma era meglio conosciuto come scultore, pittore, filosofo e scrittore. Nacque a Giava, Indonesia, da genitori olandesi. Ottenuta la laurea nei Paesi Bassi, l'ormai ingegnere Weygers emigrarò negli Stati Uniti d'America all'età di 30 anni e prese servizio a Seattle.Nel 1941 entrò nell'US Army, dove tra le altre cose, intraprese operazioni di “Intelligence” in molte parti del mondo.Una cosa sconosciuta a molti è quella che questo personaggio brevettò in tempi non sospetti il cosiddetto “Discoptero”, l'antesignano dei classici “Dischi Volanti”. L'aspetto davvero singolare è che questa intuizione fu messa su carta nel 1943, quindi quattro anni prima lo storico avvistamento famoso di Kenneth Arnold (24 Giugno 1947), che portò la stampa (e non solo) a far conoscere al grande pubblico il problema degli UFO (Extraterrestri e non). Secondo Weygers il futuristico “Flying Saucer” poteva essere valido sia in ambito civile che militare, tanto che questi ultimi furono davvero interessati al progetto. Due anni dopo (1945) fu inserito ufficialmente nell'Ufficio Brevetti USA. Due anni prima di Arnold, due anni prima di Roswell. Oggi il suo brevetto è presente online, al link http://www.uspto.gov/ . Basta immettere il numero Brevetto #2,377,835 e il gioco è fatto. Quel “Discottero” ha realmente volato?
    Antonio De Comite
    Coordinatore CUT (Centro Ufologico Taranto)

    http://centroufologicotaranto.blogspot.com/2007_11_01_archive.html


    #19313

    dolbyjeck
    Partecipante

    SCONOSCIUTE CREATURE INQUIETANTI SCOPERTE IN UN POZZO ABBANDONATO IN RUSSIA

    BREAKING NEWS

    Queste mostruose creature sono state rinvenute in un pozzo abbandonato, localizzato nella città russa di Chelyabinsk. Sembrano uscite da un film Horror Fantascientifico come “Alien”. A che specie appartengono, a qualche specie animale ancora non catalogato o in quel pozzo è presente qualche sostanza nociva o radioattiva che ha modificato esseri natii in mostri? Le foto sono state pubblicate sul sito http://english.pravda.ru/


    #19314

    dolbyjeck
    Partecipante

    ALLERTA PLANETARIA

    LE ISOLE DEL PACIFICO DEL SUD

    STANNO SCOMPARENDO

    Era già scritto da tempo il destino delle isole Carteret, al largo della Papua Nuova Guinea… ma solo ora ci si rende conto di quale paradiso il mondo ha perduto.

    Deve fare un certo effetto vedere risucchiare i luoghi in cui si è nati e vissuti dalle acque circostanti. Ma di quegli atolli in mezzo all'Oceano non esiste più nulla, se non un miracolo, che possa fermare le onde.

    Alle Hawaaj ci hanno provato, hanno tentato di salvare le isole dove c'era più turismo… ma sebbene abbiano eretto muri e fatto ripascimenti… è difficile fermare le onde, si tratta solo di rinviare l'inevitabile.

    Adesso tocca agli abitanti delle Carteret, i primi profughi ambientali, abbandonare le loro case a causa del perdurare delle problematiche ambientali che affliggono da tempo le loro isole. Sebbene da anni gli abitanti, in maggioranza indigeni, abbiano provato a costruire barriere protettive con muraglie e piante di mangrovia, nulla possono più ora.

    Le alte maree, provocate dal riscaldamento degli oceani, continuano a sommergere pezzo per pezzo coste, spiagge, case ed orti.

    Così, dopo Lohachara, che è stata inghiottita dal mare più in fretta del previsto, adesso tocca a queste isole perdute nel Pacifico pagare a caro prezzo la deficienza umana (leggasi global warming).

    L’avanzata delle acque è implacabile: l'oceano sta vincendo la sua partita, sommergendo giorno dopo giorno gli atolli, che tutti insieme equivalgono alla superficie di 80 campi di calcio.

    Di questo paradiso sulla Terra fagocitato dall'Oceano… l’uomo dovrà scordarsene, così come degli atolli vicini, abitati da altre 3000 persone costrette anche loro ad evacuare.

    Secondo le stime, le isole Carteret spariranno entro il 2015.

    Alla radio australiana, Raymond Masono, il vice amministratore del governo autonomo di Boungaville, ha annunciato che l’acqua salata ha gia’ invaso gran parte delle fonti d’acqua dolce ed ha distrutto le coltivazioni, rendendo inevitabile l’evacuazione della popolazione e il trasferimento proprio nell’isola di Bouganville, 100 km più a sud.

    Guarda l'intervista della CNN al Capo delle Isole Carterets Bernard Tunim

    http://edition.cnn.com/SPECIALS/2007/planet.in.peril/carteret.html

    ORRORE IN BANGLADESH

    La tempesta si sposta verso l'interno lasciandosi dietro distruzione e morte
    Molte isole ancora non sono state raggiunte dai soccorritori. Aiuti anche dalla Ue
    Bangladesh, la strage del ciclone Sidr

    Oltre 3.000 le vittime, un milione gli sfollati

    DACCA – L'ultimo bilancio sfiora i 2.400 morti, ma l'entità della strage provocata dal ciclone Sidr in Bangladesh non è ancora definita. Molte isole, le più remote, non sono state ancora raggiunte dai soccorsi. Secondo una stima non ufficiale, gli sfollati sarebbero un milione.

    LE FOTO – IL VIDEO: LE IMMAGINI DALL'ALTO

    “Ci aspettiamo di scoprire migliaia di cadaveri nei prossimi giorni”, ha ammesso il numero due dell'unità di crisi del governo. Cinque navi della marina militari, coadiuvate da elicotteri, scandagliano la costa, la zona più colpita, e portano ai sopravvissuti acqua, cibo e medicine.

    A Jholokati, la città costiera più colpita dal ciclone, a 140 chilometri dalla capitale Dacca, la gente racconta il terrore provato mentre gli elementi scatenavano tutta la loro furia: “Era l'inferno – dice un uomo di 50 anni sorpreso dalla furia del vento mentre era in un palazzo di cemento – Ho visto decine di tetti in lamiera prendere il volo da case spazzate via. Le finestre sono esplose e si aveva l'impressione che tutto l'edificio tremasse”.

    I venti hanno sfiorato i 240 chilometri l'ora sollevando onde furiose, fatto straripare fiumi, crollare ponti, spazzando via capanne e alberi. Le autorità statali hanno fatto fatica a coordinare i soccorsi e ricevere le informazioni a causa del blackout elettrico che ha colpito tutte le città, compresa la capitale. Gli ospedali sono stati costretti ad operare al lume delle candele e delle torce.

    Secondo autorità e organismi umanitari la tragedia è stata contenuta grazie al sistema d'allarme operativo già da qualche anno in queste aree tradizionalmente colpite da tifoni. Almeno 600 mila persone erano state evacuate lungo i tratti costieri di Bagerhat, Barisal e Bhola già nelle ore precedenti l'arrivo di Sidr.

    Dieci anni fa, nel novembre del 1997, il numero delle vittime fu di 150 mila. Nel 1970 il ciclone Bhola, il più disastroso a memoria d'uomo, uccise 500 mila persone. Ora Sidr si è spostato verso l'interno per raggiungere le regioni indiane di Tripura e dell'Assam meridionale, dove già si registrano pesanti piogge e forti venti. La speranza è che continui la tendenza al rallentamento della velocità dei venti, già scesi a settanta chilometri orari.

    I soccorsi si sono già messi in moto sia dai Paesi vicini che da quelli occidentali: l'Unione Europea ha sbloccato 1,5 milioni di euro per aiuti urgenti. “L'Italia – ha detto il ministro degli Esteri Massimo D'Alema – è vicina al Bangladesh e l'aiuterà concretamente”. Anche gli Stati Uniti hanno offerto assistenza.

    fonte e video:
    http://www.segnidalcielo.it/isole_carteret_inghiottite.html


    #19315

    dolbyjeck
    Partecipante

    non sono un fesso, in campania si dice……….
    ca nisciune e fesso………………..
    e chi si crede di essere superiore …… e solo una persona vuota, !ill
    mi vien da ridere come alcuni si diano delle arie x una gloria fasulla,
    molti parlano della verità con cuor sincero, ma tanti lo fanno x gloria, ma x favore ……….
    l'umiltà è quella cosa che rende unici,chi è cattivo si nasconde
    non andrò via…………..
    resto………….
    se do fastidio………..non sono fatti miei
    ma x favore siate sinceri……….
    vi nascondete sotto vesti di pecore
    hahahahaha che sciocchi che siete…..
    nessuno potrà tappare la bocca a coloro che sono in relazione
    profonda con il Padre……..

    cari illuminati, cari contorti dalla gloria ……
    state x cadere in una fossa senza fine.

    deticato a chi ha la coda di paglia 8)


    #19316

    altair
    Partecipante

    [quote1195423129=dolbyjeck]
    non sono un fesso, in campania si dice……….
    ca nisciune e fesso………………..
    e chi si crede di essere superiore …… e solo una persona vuota, !ill
    mi vien da ridere come alcuni si diano delle arie x una gloria fasulla,
    molti parlano della verità con cuor sincero, ma tanti lo fanno x gloria, ma x favore ……….
    l'umiltà è quella cosa che rende unici,chi è cattivo si nasconde
    non andrò via…………..
    resto………….
    se do fastidio………..non sono fatti miei
    ma x favore siate sinceri……….
    vi nascondete sotto vesti di pecore
    hahahahaha che sciocchi che siete…..
    nessuno potrà tappare la bocca a coloro che sono in relazione
    profonda con il Padre……..

    cari illuminati, cari contorti dalla gloria ……
    state x cadere in una fossa senza fine.

    deticato a chi ha la coda di paglia 8)
    [/quote1195423129]

    Dolbyjeck hai infilato la bellezza di 19 (leggasi diciannove) post di fila senza che nessuno trovasse nulla da dire e adesso te ne esci con questo diciannovesimo cumulo di cose indecifrabili.

    Ma di cosa stai parlando?

    Te la darai prima o poi una calmata? ~:(


    #19317

    dolbyjeck
    Partecipante

    caro altair, visto che con cordialità hai espresso il tuo pensiero grazie di cuore, il mio topic e da leggere, se ci fai caso i numerosi visitatori leggono le indecifrabili notizie che cerco su internet ,la calmata come di ci tu me la darò quando il buon Padre mi chiama, non credo che io sia stato scortese con questo post, se alcuni sono cattivi……. non credo che era diretto a te questo pensiero………… ti chiedo scusa se ti sei adirato…………ma questa è la libertà di parola che la buona democrazia ci dona. !amazed


Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 176 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.