AEREO SCOMPARSO

Home Forum MISTERI AEREO SCOMPARSO

Questo argomento contiene 73 risposte, ha 18 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marì 9 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 74 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #9402

    marì
    Bloccato

    Continuano senza sosta le ricerche del velivolo dell'Air France
    A bordo c'erano anche 10 italiani. La Francia: “Terrorismo non escluso”

    Aereo sparito nell'Atlantico
    Forse avvistati i resti dell'Airbus

    Piloti brasiliani raccontano di aver visto dei piccoli focolai d'incendio sul mare

    ROMA – Sono andate avanti per tutta la notte e continuano tuttora senza sosta le ricerche dell'Airbus dell'Air France disperso nell'Atlantico http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/esteri/aereo-brasile/aereo-brasile/aereo-brasile.html con 228 persone a bordo. Il governo del Senegal, nel frattempo, ha annunciato che nelle sue acque territoriali è stato localizzato il relitto di un aereo che potrebbe essere quello scomparso ieri. Un pilota brasiliano, invece, ha
    riferito di aver visto nella notte alcune “luminosità arancioni” sull'acqua lungo la rotta seguita dal volo AF447. Proprio nella zona indicata dal pilota, si stanno concentrando le ricerche di due apparecchi militari francesi, di due aerei brasiliani equipaggiati di attrezzature elettroniche, radar e infrarossi per le ricerche notturne. Anche gli Stati Uniti hanno inviato un aereo militare di osservazione e una squadra di salvataggio, dopo la richiesta di aiuto inviata ieri da Parigi al Pentagono. Sul posto, secondo i media brasiliani, c'è anche una nave mercantile francese Douce France, che però fino a questo momento non avrebbe trovato alcun relitto nella zona segnalata dai piloti della Tam. Le ricerche sono in corso in una zona dell'oceano Atlantico situata a circa mille chilometri dalle coste brasiliane e a circa duemila dalle coste senegalesi.

    I passeggeri. Tra i passeggeri http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/esteri/aereo-brasile/lista-italiani/lista-italiani.html dieci gli italiani, dei quali tre sono altoatesini tra i 25 ed i 34 anni: Georg Martiner, Alexander Paulitsch e Georg Lercher; altri tre sono trentini tra i 58 ed i 66 anni: Rino Zandonai, Luigi Zortea e Giovanni Lenzi; oltre ad una donna bolognese di 55 anni: Claudia Degli Esposti. Gli altri tre dispersi italiani, i cui nomi sono stati pubblicati stamane dai giornali locali, sono veneti. Secondo quanto riporta il quotidiano La Nuova Venezia, http://nuovavenezia.gelocal.it/dettaglio/due-veneziani-e-un-veronese-tra-i-10-italiani-in-lista-passeggeri/1644007?edizione=EdRegionale si tratterebbe della responsabile di origine brasiliana di un'associazione internazionale per la difesa dei diritti delle donne straniere, di suo marito, un maresciallo in pensione, entrambi residenti al Lido di Venezia, Enzo Canaletti e Angela Cristina de Oliveira. Con loro il veronese Agostino Cordioli di 73 anni, che si trovava in Brasile per lavoro. Finora non è giunta alcuna comunicazione ufficiale, affermano però le Prefetture del Veneto, e nessuna conferma dalla Farnesina.

    Solidarietà e ricerche. Per un portavoce di Air France, l'inchiesta sulle cause del disastro sarà “molto lunga e molto complessa”. Mentre il governo francese, per bocca del ministro della Difesa Hervé Morin, dice di non possedere alcun elemento che “permetta di corroborare” la tesi che il terrorismo sia la causa dell'incidente. “Non abbiamo il diritto di escludere per definizione l'azione terroristica perché è la minaccia principale per l'insieme delle democrazie occidentali – ha sottolineato Morin – ma noi non abbiamo al momento alcun elemento che permetta di confermare in un periodo così breve quale sia la causa”. Gli esperti che si avvicendano ai microfoni dei media in queste ore sembrano escludere che l'ipotesi lanciata ieri proprio dalla compagnia, di un fulmine che avrebbe colpito la carlinga dell'aereo, possa – da solo – spiegare l'incidente.

    Gli Stati Uniti offriranno tutto ''l'aiuto necessario'' per determinare le cause di quel che puo' essere accaduto all'Airbus” ha assicurato il presidente americano Barack Obama alla tv francese, i-TV. Il leader statunitense ha inoltre espresso solidarietà alle famiglie dei passeggeri. I soccorritori brasiliani “lavorano con l'ipotesi dell'esistenza di sopravissuti”, ha detto ieri sera il presidente Luiz Inacio Lula da Silva.

    (2 giugno 2009)
    fonte
    http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/esteri/aereo-brasile/aereo-2-giugno/aereo-2-giugno.html


    #9403

    marì
    Bloccato

    02 Giugno 2009 13:24

    Aereo scomparso: Eliseo, “Nessuna conferma relitti in coste Senegal”

    PARIGI – “Non ci sono conferme della presenza di relitti dell'aereo Airbus dell'Air France lungo le coste senegalesi”. Lo ha detto questa mattina il ministro della difesa francese Herve' Morin, dopo le ricerche effettuate nella zona indicata, in seguito ad alcune segnalazioni dei piloti della compagnia brasiliana Tap. (Agr)

    fonte
    http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Aereo-scomparso-Eliseo-Nessuna-conferma-relitti-coste-Senegal/02-06-2009/1-A_000025586.shtml


    #9404

    marì
    Bloccato

    2009-06-02 13:59
    I dieci italiani che erano a bordo

    Questo l'elenco ufficioso dei dieci italiani che erano a bordo dell'Airbus dell'Air France scomparso ieri mentre sorvolava l'oceano Atlantico:

    1) Rino Zandonai, direttore dell'associazione Trentini nel Mondo Onlus;
    2) Giambattista Lenzi, consigliere regionale trentino dell'Unione per il trentino (Upt);
    3) Gianni Zortea, sindaco di Canal San Bovo (Trento);
    4) Alexander Paulitsch, consulente aziendale, di San Candido (Bolzano);
    5) Georg Lercher, imprenditore del settore del legno, di San Candido (Bolzano);
    6) Georg Martiner, di origine brasiliana, di Ortisei (Bolzano);
    7) Angela Cristina de Oliveira Silva, responsabile del Centro Internazionale di Orientamento e Difesa della Donna Straniera onlus
    8) Enzo Canaletti, marito di Angela Cristina de Oliveira Silva, militare dell'esercito in pensione
    9) Agostino Cordioli, imprenditore edile di Villafranca di Verona (Verona)
    10) Claudia Degli Esposti, responsabile del marketing territoriale dell'Ervet, la spa per la valorizzazione economica del territorio che fa capo alla Regione Emilia-Romagna.

    I genitori di Alexander Paulitsch, il consulente aziendale di 35 anni di San Candido tra i dispersi, avevano già perso la figlia, morta in giovane età. C'é cordoglio nel paesino di montagna dell'Alto Adige che ha appreso dai giornali che sono due i compaesani che si trovavano a bordo del velivolo francese. Anche Georg Lercher, imprenditore di un'azienda che si occupa della lavorazione del legno 34 anni, si trovava a bordo dell'aereo. Il sindaco Josef Passler ha espresso il suo cordoglio ai familiari, che sono ancora in attesa di notizie ufficiali sulla sorte dei passeggeri del volo terminato nel nulla. Il governatore Luis Durnwalder ha posto l'accento “sul fatto tragico che non ci sono conferme, né sulla dinamica dell'accaduto, né sulla sorte toccata ai passeggeri dell'Airbus”. “L'Alto Adige – ha detto ancora Durnwalder – partecipa al cordoglio per tutti i passeggeri che si trovavano sull'aereo e soprattutto per i sei del Trentino Alto Adige” . Sull'aereo, infatti, c'erano anche tre trentini al ritorno da un viaggio organizzato dalla 'Trentini nel mondo'.

    fonte
    http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/daassociare/visualizza_new.html_985948582.html


    #9405

    sev7n
    Partecipante

    La teoria della griglia magnetica e dei suoi nodi , secondo me e' una della piu' plausibili,ho inserito anche la rotta precisa prevista e ( ci avrei scommesso )ci passa proprio sopra, quando avro' qualche coordinata in piu' sara' piu' dettagliata, stanotte a skytg24 hanno parlato di 1000 miglia marine circa, come luogo probabile dell'incidente, se cosi' fosse direi che un po' combacia, altra cosa, secondo le news l'aereo ha volato per 4 ore circa, una aereo come quello fa dagli 850 ai 900 km/H,( fonti web) se moltiplichiamo questi dati e ipotizzando una velocita' di massima potenza otteniamo quasi lo stesso numero di km riportati su questa cartina (880 x 4 = 3520) , comunque sono calcoli approsimativi.

    quella e' una zona molto particolare, un'anno fa circa, 22/05/2008 ,accadde questo:

    Senegal, decine di balene spiaggiate

    I cetacei forse si sono avvicinati troppo alla battigia in cerca di cibo e non sono più riusciti a tornare al largo

    DAKAR – Decine di balene si sono arenate sulla spiaggia di Dakar, capitale del Senegal, nelle ultime ore. Lo riferiscono fonti dell’agenzia stampa Associated Press anche se alcuni pescatori senegalesi parlano di centinaia di cetacei spiaggiati lungo la costa. Si tratta di un fenomeno sempre più frequente e gli scienziati non sono ancora riusciti a capirne l’origine.

    LE POSSIBILI CAUSE – Tra le varie ipotesi formulate si parla di un modello comportamentale, per cui il capobranco viene seguito dalle altre balene per procacciarsi il cibo. I cetacei si avvicinano troppo alla battigia e non riescono più a tornare in mare aperto.

    http://www.corriere.it/animali/08_maggio_21/balene_spiaggiate_senegal_1354d8c4-2745-11dd-93bf-00144f02aabc.shtml


    #9406

    deg
    Partecipante

    !amazed :salu: Grazie Sev.

    “Des «petits» débris d'un avion ont été localisés par l'armée de l'air brésilienne, à 650 km au nord-est de l'île de Fernando de Norohna. Ce sont peut-être les premiers résultats des recherches menées depuis hier pour retrouver une trace du vol AF 447 d'Air France, disparu des écrans radars depuis lundi matin. ” http://www.leparisien.fr/faits-divers/crash-de-l-airbus-des-debris-reperes-01-06-2009-533641.php

    I brasiliani hanno trovato pezzi di rottami..

    ANSA: Aereo sparito: trovati dei rottami
    Sono in ampia area oceano a 650 km da isola Fernando de Noronha
    (ANSA) – RIO DE JANEIRO, 2 GIU – L'Aeronautica brasiliana ha annunciato il ritrovamento di rottami in Atlantico: potrebbero essere dell'Airbus Air France scomparso. Il ritrovamento e' avvenuto a circa 650 km dall'isola di Fernando de Noronha. Avvistati 'una poltroncina, alcuni rottami bianchi, macchie d'olio e cherosene'. Secondo un militare, i detriti potrebbero avere 'i numeri di serie necessari per identificare' l'aereo scomparso ieri. 'I pezzi sono ad una distanza di 60 km l'uno dall'altro'. http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mondo/news/2009-06-02_102344519.html


    #9407

    deg
    Partecipante

    Aereo scomparso, piloti brasiliani: «Viste luci arancioni sull'Atlantico»
    «Potevano essere focolai d'incendio». Ma una nave nella zona non ha notato nulla di anomalo

    Un aereo radar brasiliano impiegato nelle ricerche nella remota isola di Fernando da Noronha (Afp)
    Un aereo radar brasiliano impiegato nelle ricerche nella remota isola di Fernando da Noronha (Afp)
    RIO DE JANEIRO – I piloti di un volo Parigi-Rio della compagnia aerea brasiliana Tam hanno riferito di aver visto «luci arancioni» sull'Atlantico una quarantina di minuti dopo l'ultimo contatto radio stabilito dall'Airbus dell'Air France scomparso lunedì sull'oceano. Lo ha reso noto alla stampa il vice presidente brasiliano, José Alencar, dopo aver incontrato all'aeroporto di Rio de Janeiro alcuni familiari dei passeggeri a bordo dell'aereo sparito. Le ricerche del relitto dell'Airbus sono proseguite per tutta la notte in un'area di circa 120 chilometri quadrati di superficie.
    Tutto l'articolo http://www.corriere.it/esteri/09_giugno_02/luci_atlantico_piloti_b61f41e6-4f3c-11de-9f09-00144f02aabc.shtml


    #9408
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Giusto una curiosità, nulla di più ovviamente, leggendo il breve articolo di Cohen in prima pagina, dice che “Questo è quello che so.
    Dischi di circa un metro di diametro sono in viaggio verso la Terra, utilizzando una sorta di vortice o un insieme di traiettorie, non ho capito molto bene. L'uscita di questo vortice sarebbe proprio la Terra e alcuni di questi stazionerebbero in questo momento in Brasile.

    Coincidenza no?


    #9409

    zret
    Partecipante

    Enigma.


    #9410

    marì
    Bloccato

    Comunque: Che brutto destino di queste povere persone …

    §(°


    #9411
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Mari, non lo sappiamo…???!!!


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 74 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.