AG su facebook

Home Forum L’AGORÀ AG su facebook

Questo argomento contiene 107 risposte, ha 18 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ezechiele 10 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 108 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #118611

    iniziato
    Partecipante

    Fiero di non essere presente su questo facebook


    #118612

    meskalito
    Partecipante

    [quote1231320058=iniziato]
    Fiero di non essere presente su questo facebook
    [/quote1231320058]

    Chissà perchè ma ne ero sicuro :hehe:


    #118613

    Omega
    Partecipante

    [quote1231189902=ezechiele]avuto conferma ultimamente che i telefoni cellulari sono un microfono sempre aperto [/quote1231189902][quote1231421530=pasgal]
    Perchè nessuno di voi sa il perchè in gergo si chiama: cellulare? Non mi dite di si, andate a studiare!
    [/quote1231421530]
    Forse perché dopo l'acquisto del suddetto giocattolo, ?!

    ti senti come arrestato, dentro un furgone- cellulare dei Carabinieri? :p

    [quote1231421546=iniziato]
    Fiero di non essere presente su questo facebook
    [/quote1231421546]
    Anche perché sono cominciate le prime censure: 😀
    [color=#0099ee]——————————————————-[/color]
    Internet, Facebook censura le foto delle mamme che allattano

    Il sito rimuove le immagini: «Oscene e sessualmente esplicite».
    Proteste e sit in delle donne in tutto il mondo

    MILANO — «Mostrano un seno intero, con capezzolo e areola, quindi vanno rimosse». Tant’è. E così da qualche tempo, Facebook, il padre di tutti i social network su Internet, il sito che fa ritrovare compagni di scuola, amici, nemici, amori, ex, sta togliendo dalle pagine dei propri iscritti alcune foto ritenute «oscene»: mamme che allattano neonati. «Violano le condizioni di Facebook sul divieto di pubblicazione di materiale osceno, pornografico e sessualmente esplicito », ha spiegato Barry Schnitt, portavoce di Facebook. Ma le mamme censurate gridano all’orrore e stanno mobilitando mezzo mondo per protestare.

    Capopopolo della rivolta è Kelli Roman, 23enne californiana. Lei è stata una delle prime a subire la cancellazione delle foto in cui veniva ritratta mentre allattava la sua bimba, un annetto fa, quando nella sua pagina su FB non le ha più trovate. Chiesta una spiegazione, le è stato risposto: «Immagini contrarie alla nostra politica». Tanto è bastato per scatenare la giovane mamma che subito ha lanciato una petizione ufficiale sul sito: «Hey Facebook, allattare al seno non è osceno! ». Un fiume in piena: oltre 105 mila persone hanno firmato e protestato contro la censura. Non solo. Il 27 dicembre si sono ritrovati online per una manifestazione virtuale: in undicimila hanno cambiato il loro profilo aggiungendo foto mentre allattavano, uno o più figli. E contemporaneamente, chi ha potuto ha raggiunto Palo Alto, quartier generale di Facebook, per un allattamento di massa davanti alla sede. In quelle stesse ore, tante immagini «oscene» sparivano però dal sito. Così le arrabbiatissime mamme hanno aperto una pagina internet dove pubblicare tutte le foto censurate. Aumentano di ora in ora.

    «Ci chiediamo—spiega Kelli Roman —, cosa ci sia di osceno nel mostrare una mamma che allatta un bambino. Abbiamo il diritto di mostrare i nostri piccoli mentre mangiano al seno, esattamente come quelli che succhiano il biberon ». Ma Schnitt di [color=#cc0000]FB replica: «Noi interveniamo solo su segnalazioni[/color] di altri utenti che si sono lamentati». E poi, aggiunge, «di solito permettiamo le foto di madri che allattano», è solo una questione di quantità. «Seno nudo, con capezzolo e areola»: troppa nudità tutta insieme. Molte immagini mostrano enormi seni con attaccati più figli contemporaneamente. Qualcuno potrebbe non gradire tanta ostentazione. La politica di Facebook è condivisa pure da MySpace, altro social network: censurate e tolte anche lì foto troppo esplicite e «nude».

    «È ridicolo! Una madre che allatta non è pornografia!». Si arrabbia Federica Panicucci, mamma di due bimbi e appassionata sostenitrice dell'allattamento al seno. Anche lei è su Facebook, «ma non capisco questo divieto, allattare il proprio bimbo è la cosa più bella e naturale che ci sia». Però ammette: «Io non pubblicherei mai le mie foto mentre allatto».

    Claudia Voltattorni, 05 gennaio 2009 Fonte: http://www.corriere.it/cronache/09_gennaio_02/facebook_mamme_allattano_4bc44848-d8ac-11dd-8512-00144f02aabc.shtml
    [color=#0099ee]——————————————————-[/color]

    Vi piace questa standardizzazione moralista delle pecore da parte degli utenti addomesticati e indottrinati dal clero bacchettone ? A me non tanto.


    #118614

    ezechiele
    Partecipante

    nel frattempo il “gruppo per la riduzione dei parlamentari (e degli stipendi ai)” e altre cause collettive come “fuori la mafia da facebook” spopolano al ritmo di 10.000 nuovi utenti al giorno….


    #118615
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1231423019=Omega]
    [quote1231421530=pasgal]
    Perchè nessuno di voi sa il perchè in gergo si chiama: cellulare? Non mi dite di si, andate a studiare!
    [/quote1231421530]
    Forse perché dopo l'acquisto del suddetto giocattolo, ?!

    ti senti come arrestato, dentro un furgone- cellulare dei Carabinieri? :p [/quote1231423019]

    :p


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #118616

    mysterio
    Partecipante

    [quote1231432930=Omega]
    Capopopolo della rivolta è Kelli Roman, 23enne californiana. Lei è stata una delle prime a subire la cancellazione delle foto in cui veniva ritratta mentre allattava la sua bimba, un annetto fa, quando nella sua pagina su FB non le ha più trovate. Chiesta una spiegazione, le è stato risposto: «Immagini contrarie alla nostra politica». Tanto è bastato per scatenare la giovane mamma che subito ha lanciato una petizione ufficiale sul sito: «Hey Facebook, allattare al seno non è osceno! ». Un fiume in piena: oltre 105 mila persone hanno firmato e protestato contro la censura. Non solo. Il 27 dicembre si sono ritrovati online per una manifestazione virtuale: in undicimila hanno cambiato il loro profilo aggiungendo foto mentre allattavano, uno o più figli. E contemporaneamente, chi ha potuto ha raggiunto Palo Alto, quartier generale di Facebook, per un allattamento di massa davanti alla sede. In quelle stesse ore, tante immagini «oscene» sparivano però dal sito. Così le arrabbiatissime mamme hanno aperto una pagina internet dove pubblicare tutte le foto censurate. Aumentano di ora in ora.

    «Ci chiediamo—spiega Kelli Roman —, cosa ci sia di osceno nel mostrare una mamma che allatta un bambino. Abbiamo il diritto di mostrare i nostri piccoli mentre mangiano al seno, esattamente come quelli che succhiano il biberon ».

    Vi piace questa standardizzazione moralista delle pecore da parte degli utenti addomesticati e indottrinati dal clero bacchettone ? A me non tanto.
    [/quote1231432930]

    Ciao Omega..io sono il primo a cui le standardizzazioni e le massificazioni non piacciono affatto e non sono certo un estimatore del clero..ed è ben lungi da me l'idea di approvare qualsiasi forma di censura..ma nel leggere tali notizie resto assai basito.

    Dare volontariamente in pasto al pubblico un immagine di sè mentre allatta mi sembra una delle più gravi mancanze di rispetto che una donna possa fare a se stessa.

    Leggere notizie come “chi ha potuto ha raggiunto Palo Alto, quartier generale di Facebook, per un allattamento di massa davanti alla sede“..mi fa solo pensare di quanto l'essere umano stia cadendo in basso.

    Senza offesa per nessuno..è solo una mia considerazione personale.


    #118617
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1231434410=mysterio]

    Leggere notizie come “chi ha potuto ha raggiunto Palo Alto, quartier generale di Facebook, per un allattamento di massa davanti alla sede“..mi fa solo pensare di quanto l'essere umano stia cadendo in basso.

    Senza offesa per nessuno..è solo una mia considerazione personale.[/quote1231434410]

    §(°


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #118618

    meskalito
    Partecipante

    Preso per buono facebook e tutto quello che rappresenta non ci vedo niente di male a pubblicare le foto di un allattamento.

    p.s. facebook mi dà la nausea.


    #118619
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1231436450=mesKalito]
    Preso per buono facebook e tutto quello che rappresenta non ci vedo niente di male a pubblicare le foto di un allattamento.

    p.s. facebook mi dà la nausea.
    [/quote1231436450]

    Faeisebocche mi sa che inizia a stare antipatico a tutti a prescindere! Poveretti :hehe:


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #118620

    deg
    Partecipante

    [quote1231438623=Omega]
    MILANO — «Mostrano un seno intero, con capezzolo e areola, quindi vanno rimosse». Tant’è. E così da qualche tempo, Facebook, il padre di tutti i social network su Internet, il sito che fa ritrovare compagni di scuola, amici, nemici, amori, ex, sta togliendo dalle pagine dei propri iscritti alcune foto ritenute «oscene»: mamme che allattano neonati. «Violano le condizioni di Facebook sul divieto di pubblicazione di materiale osceno, pornografico e sessualmente esplicito », ha spiegato Barry Schnitt, portavoce di Facebook. Ma le mamme censurate gridano all’orrore e stanno mobilitando mezzo mondo per protestare.

    Capopopolo della rivolta è Kelli Roman, 23enne californiana. Lei è stata una delle prime a subire la cancellazione delle foto in cui veniva ritratta mentre allattava la sua bimba, un annetto fa, quando nella sua pagina su FB non le ha più trovate. Chiesta una spiegazione, le è stato risposto: «Immagini contrarie alla nostra politica». Tanto è bastato per scatenare la giovane mamma che subito ha lanciato una petizione ufficiale sul sito: «Hey Facebook, allattare al seno non è osceno! ». Un fiume in piena: oltre 105 mila persone hanno firmato e protestato contro la censura. Non solo. Il 27 dicembre si sono ritrovati online per una manifestazione virtuale: in undicimila hanno cambiato il loro profilo aggiungendo foto mentre allattavano, uno o più figli. E contemporaneamente, chi ha potuto ha raggiunto Palo Alto, quartier generale di Facebook, per un allattamento di massa davanti alla sede. In quelle stesse ore, tante immagini «oscene» sparivano però dal sito. Così le arrabbiatissime mamme hanno aperto una pagina internet dove pubblicare tutte le foto censurate. Aumentano di ora in ora.

    «Ci chiediamo—spiega Kelli Roman —, cosa ci sia di osceno nel mostrare una mamma che allatta un bambino. Abbiamo il diritto di mostrare i nostri piccoli mentre mangiano al seno, esattamente come quelli che succhiano il biberon ». Ma Schnitt di [color=#cc0000]FB replica: «Noi interveniamo solo su segnalazioni[/color] di altri utenti che si sono lamentati». E poi, aggiunge, «di solito permettiamo le foto di madri che allattano», è solo una questione di quantità. «Seno nudo, con capezzolo e areola»: troppa nudità tutta insieme. Molte immagini mostrano enormi seni con attaccati più figli contemporaneamente. Qualcuno potrebbe non gradire tanta ostentazione. La politica di Facebook è condivisa pure da MySpace, altro social network: censurate e tolte anche lì foto troppo esplicite e «nude».

    «È ridicolo! Una madre che allatta non è pornografia!». Si arrabbia Federica Panicucci, mamma di due bimbi e appassionata sostenitrice dell'allattamento al seno. Anche lei è su Facebook, «ma non capisco questo divieto, allattare il proprio bimbo è la cosa più bella e naturale che ci sia». Però ammette: «Io non pubblicherei mai le mie foto mentre allatto».

    Claudia Voltattorni, 05 gennaio 2009 Fonte: http://www.corriere.it/cronache/09_gennaio_02/facebook_mamme_allattano_4bc44848-d8ac-11dd-8512-00144f02aabc.shtml
    [color=#0099ee]——————————————————-[/color]

    Vi piace questa standardizzazione moralista delle pecore da parte degli utenti addomesticati e indottrinati dal clero bacchettone ? A me non tanto.
    [/quote1231438623]

    Ho letto soltanto ora…… Che tristezza….
    Ovvio che non c'è nulla di pornografico nell'allattare com'è ovvio che la censura in questo caso è ridicola, ma quello che è sicuramente volgare è l'ostentazione malata, l'insistenza di cui fanno prove queste persone, pensando senza dubbio di stare nel giusto mentre stanno semplicemente nell'ignoranza.
    L'allattamento è un momento particolarmente intimo e prezioso, come lo è l'ora della pappa in generale, che senz'altro si può condividere con altre persone che ne carpiscono il senso.
    In nessun modo invece lo ritengo una bandiera da esporre a tutti i venti.
    Facessero pure vedere le tette su internet queste mamme ma mi auguro che pensino più al loro bimbo che alla fotografia…..


Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 108 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.