Alla ricerca dei MISTERI

Home Forum MISTERI Alla ricerca dei MISTERI

Questo argomento contiene 346 risposte, ha 37 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 4 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 181 a 190 (di 347 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #5898
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    l'articolo è interessante …però non si sa quanto sia attendibile..
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6931


    #5900
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    ecco era esattam questo che avevo letto postato da rich


    #5901

    raistlin
    Partecipante

    Per come era scritto sembrava recente, non immaginavo risalisse a tanto tempo addietro. Che bravi a rimanere così zitti zitti i militari, chissà quanti altri luoghi simili ci sono.


    #5902
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1308038034=raistlin]

    Sensazionale scoperta in Antartide: Team di scienziati scopre una “porta” spazio-temporale

    di Roberto Mattei

    [/quote1308038034]

    Vi ricordate Robert Dean che parlava di starno oggetto nella zona, nel lago Vostok…. :ummmmm:

    e che ne dite di questo, è in googlese ma si capisce bene:

    BLOOD FALLS
    Naturale capsula del tempo contenente un ecosistema alieno

    http://atlasobscura.com/place/blood-falls

    http://www.paranormalne.pl/Fimg/dziwny_swiat/2cp26c4.jpg

    Blood Falls versando in Bonney Lake. Una tenda può essere visto in basso a sinistra per la comparazione delle taglie. Foto degli Stati Uniti Programma Antartico Photo Library.
    Fonte photolibrary.usap.gov

    Questo cinque piani, la cascata di rosso sangue si riversa lentamente fuori del ghiacciaio Taylor in Antartide McMurdo Dry Valleys. Quando geologi scoperta della cascata congelata nel 1911, hanno pensato al colore rosso veniva da alghe, ma la sua vera natura si è rivelata molto più spettacolare.

    Circa due milioni di anni fa, il ghiacciaio Taylor sigillato sotto un piccolo specchio d'acqua che conteneva una antica comunità di microbi. Intrappolato sotto uno spesso strato di ghiaccio, esse sono rimaste lì da allora, isolato all'interno di una capsula del tempo naturale. Evolving indipendentemente dal resto del mondo vivente, questi microbi presenti in un luogo senza luce o senza ossigeno e poco calore, e sono essenzialmente la definizione di “brodo primordiale”. Il lago ha intrappolato salinità molto elevato ed è ricco di ferro, che dà la cascata il suo colore rosso. Una fessura nel ghiacciaio permette al lago subglaciale di fuoriuscire, formando la cascata senza contaminare l'ecosistema all'interno.

    L'esistenza di un ecosistema Blood Falls dimostra che la vita può esistere nelle condizioni più estreme sulla Terra. Anche se la tentazione di fare la connessione, non dimostra, tuttavia, che la vita potrebbe esistere su altri pianeti con ambienti analoghi e organismi analoghi di surgelati in acqua in particolare per Marte e Giove luna Europa-come la vita, come avrebbe dovuto derivare da una catena di completamente diverso di eventi.

    Anche se non conferma l'esistenza di vita extraterrestre, Antarctica's Blood Falls è una meraviglia da vedere sia visivamente che scientificamente.

    [youtube=500,390]P_fzqq0LdZ8


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #5903
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    sicuramente quel lago nasconde qualcosa..questo che si vede è uno spettacolo della natura ma non so se possa avere a che fare con quello che diceva Dean


    #5904
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1308060643=kingofpop]
    sicuramente quel lago nasconde qualcosa..questo che si vede è uno spettacolo della natura ma non so se possa avere a che fare con quello che diceva Dean
    [/quote1308060643]
    No infatti mi riferivo a quanti misteri nasconde Antartide….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #5905

    raistlin
    Partecipante

    Si l'avevo letto, pare che questi batteri sopravvivano con processi di ossidazione, anzichè con quelli che necessitano l'ossigeno.
    La vita non ha confini.


    #5906
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Una tomba rosso sangue nella piramide maya: lo rivela la telecamera
    Dopo 1.500 anni, una mini telecamera svela il contenuto della sepoltura di uno dei primi sovrani di Palenque, in Messico

    http://www.nationalgeographic.it/popoli-culture/2011/07/01/foto/una_tomba_rosso_sangue_nella_piramide_maya-402148/1/

    Le foto sul sito

    Osservata per la prima volta da secoli, una tomba di 1.500 anni all'interno di una piramide maya a Palanque, in Messico rivela il suo contenuto grazie a una minuscola telecamera calata al suo interno. La camera funeraria intatta, dipinta in color rosso sangue, secondo gli studiosi cela preziose informazioni sulla storia dei primi anni dell'antica città.

    L'esistenza della tomba è nota dal 1999, ma i ricercatori non hanno mai potuto esplorarla a causa delle precarie condizioni strutturali della piramide che la sormonta. Ogni tentativo di penetrare al suo interno potrebbe danneggiare il suo contenuto dice l'équipe archeologica, affiliata all'Istituto nazionale messicano di antropologia e storia.

    Per questa ragione i ricercatori hanno calato nella tomba una telecamera di quattro centimetri per sei attraverso un foro ampio un quindicina di centimetri aperto nel pavimento della piramide

    L'archeologa Marta Cuevas, co-direttrice dello scavo di Palenque, di fronte al Tempio 20, come viene denominata la piramide i cui sotterranei nascondono la tomba esplorata via telecamera.

    Benché finora non siano state avvistate ossa, si ritiene che la tomba custodisca i resti di un sovrano maya. Situata nell'area della cosiddetta Acropoli meridionale di Palenque, la piramide è molto simile a un'altra struttura vicina, che nel 1959 ha restituito i resti di un altro regnante.

    “Tutto ciò ci porta a pensare che a quel tempo l'Acropoli meridionale venisse utilizzata come necropoli reale”, afferma Cuevas.

    Palenque non era una delle più grandi città maya, ma ha restituito agli archeologi un tesoro di iscrizioni, rilievi, strutture architettoniche di immenso valore scientifico.

    L'impossibilità di accedere alla tomba ha fatto si che queste nove figure umane dipinte che adornano le pareti della tomba si conservassero.

    Non si sa chi o cosa rappreesentino queste figure, ma lo stile del disegno ha permesso di datarle tra il 400 e il 550 d.C., corrispondente alla prima fase di questa città-stato dei Maya.

    L'Impero Maya, che si estendeva dal Messico meridionale attraverso il Guatemala e nel Belize settentrionale, fiorì dal 250 al 900 d.C., quando finì misteriosamente.

    Illuminati dalla mini telecamera, alcuni vasi di ceramica disposti sul pavimento della tomba. Il contenuto dei vasi non è conosciuto.

    Attorno sono sparsi pezzi di giada e di conchiglie: “Sono oggetti molto rari che si ritrovano solo nei corredi funerari di personaggi molto importanti”, spiegano i ricercatori.

    Calata di circa cinque metri dalla piccola apertura sul pavimento della piramide, la telecamera mostra le pareti della tomba che potrebbe ospitare i resti di K'uk' Bahlam I, ritenuto il primo sovrano di Palenque, o un altro dei primi regnanti della città stato, afferma Cuevas.

    Un'altra possibilità è che la tomba appartenga a una celebre sovrana Ix Yohl Ik'nal: è l'ipotesi dell'archeologo David Stuart, della University of Texas.

    “Questa regina è menzionata da numerose iscrizioni del sito”, dice lo studioso.

    Gli archeologi hanno posto una tettoia a protezione della tomba, situata cinque metri più un basso rispetto l'apertura che si vede nell'immagine.

    Gli ultimi sovrani di Palenque costruirono i loro templi e le loro sepolture su quelli dei loro predecessori, rendendo difficile l'accesso alle sepolture dei regnanti più antichi. È per questo che riuscire a esplorare la tomba (a sua volta inserita in una struttura successiva) con la mini telecamera apre agli archeologi una preziosa finestra sul passato.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #5907
    elerko
    elerko
    Partecipante

    STRANA FORMAZIONE CIRCOLARE SCOPERTA NEL MAR BALTICO
    Cacciatori di tesori marini scoprono una strana formazione circolare sui fondali nel mar baltico
    Una fioritura marina? Una miniera? Un ufo? Non si sa.
    Ma è chiaro che i cacciatori di tesori svedesi hanno trovato un enorme
    formazione circolare sul fondo del Mar Baltico.

    Misterioso gigante: In profondità a 87 metri, a metà tra la Svezia e la Finlandia,
    è senza spiegazione questo circolo, di circa 60 metri di diametro.
    Era il mattino del 19 giugno. I nove membri dell'equipaggio a bordo dell'imbarcazione Mälaren,
    sei di loro ancora dormivano nei loro letti a castello. ma tre di loro gia svegli rimasero stupiti nel
    guardare lo schermo che mostrava ciò che si annidava in fondo al mare.
    Il gruppo è chiamato Ocean explorers e si definisce cacciatori di tesori.
    Il Loro concetto di business e quello di passare al setaccio i relitti che si trovano
    nei fondali del Mar Baltico, che contengono tesori che poi possono essere venduti all'asta.
    Nel 1997 Peter Lindberg (il leader del gruppo Ocean explorers) trovo un relitto, nell'arcipelago
    delle isole åland. A bordo c'erano bottiglie di champagne che successivamente vennero
    venduto per milioni di dollari. Ma quella mattina hanno trovato qualcosa di molto diverso.
    “Qualcosa di massiccio si trova laggiù”
    http://gfx.aftonbladet-cdn.se/image/13263420/385/normal/98ec7a88890b3/cirkelslap.jpg
    Trascinato avanti?: Accanto al cerchio si troverebbe una “traccia” lunga 300 m
    come se il cerchio avesse attraversato il fondale prima di fermarsi.

    “E una cosa strana, in questa professione, durante i miei 17-18 anni come cacciatore di relitti, non ho mai visto nulla di simile. La forma, completamente a cerchio, fanno di questa cosa, qualcosa di unico,”dice Peter Lindberg.
    “L'unica cosa che so è che c'è qualcosa laggiù, che è solido – mattoni, cemento o acciaio – e troppo presto per determinarlo”.
    Essi escludono le teorie che possa trattarsi di un residuato bellico della seconda guerra mondiale, oppure una fioritura marina formatasi in maniera simmetrica.
    Più probabile è che si tratta di una formazione naturale della terra.

    Fonte Italiana: http://ilsole24h.blogspot.com/2011/07/strana-formazione-circolare-scoperta.html

    Fonte orig.: http://www.aftonbladet.se/nyheter/article13263359.ab


    #5908
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Molto interessante, speriamo ci facciano sapere al più presto…


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

Stai vedendo 10 articoli - dal 181 a 190 (di 347 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.