Alla ricerca dei MISTERI

Home Forum MISTERI Alla ricerca dei MISTERI

Questo argomento contiene 346 risposte, ha 37 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 4 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 347 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #5739
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Edgar Cayce sui Maya

    D- Sono stati scoperti i templi e le piramidi più importanti ?
    R- Quelli della prima civiltà sono stati scoperti e non tutti sono stati aperti; ma le loro associazioni, le loro connessioni vengono ora sostituite – – o stanno tentando di ricostruirle. Molti della seconda e terza civiltà possono anche non essere mai scoperti, poiché per scoprirli bisognerebbe distruggere la civiltà attuale nel Messico.

    http://www.edgarcayce.it/media/lacivilt%E0.htm

    Una nuova tecnologia laser svela la città Maya di Caracol/2
    http://ilfattostorico.com/2010/05/20/una-nuova-tecnologia-laser-svela-la-citta-maya-di-caracol2/

    Grazie alla nuova tecnologia, i Chase hanno scoperto migliaia di nuove strutture, 11 nuove strade, decine di migliaia di terrazze agricole e persino una serie di grotte nascoste per tutta la città.


    #5740
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1276340638=Richard]
    Edgar Cayce sui Maya

    D- Sono stati scoperti i templi e le piramidi più importanti ?
    R- Quelli della prima civiltà sono stati scoperti e non tutti sono stati aperti; ma le loro associazioni, le loro connessioni vengono ora sostituite – – o stanno tentando di ricostruirle. Molti della seconda e terza civiltà possono anche non essere mai scoperti, poiché per scoprirli bisognerebbe distruggere la civiltà attuale nel Messico.

    http://www.edgarcayce.it/media/lacivilt%E0.htm

    Una nuova tecnologia laser svela la città Maya di Caracol/2
    http://ilfattostorico.com/2010/05/20/una-nuova-tecnologia-laser-svela-la-citta-maya-di-caracol2/

    Grazie alla nuova tecnologia, i Chase hanno scoperto migliaia di nuove strutture, 11 nuove strade, decine di migliaia di terrazze agricole e persino una serie di grotte nascoste per tutta la città.
    [/quote1276340638]

    e non finirà mai…..la ricerca !lol


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #5741
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #5742
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    quelle immagini con tecnologia laser sembrano essere state scattate su marte….


    #5743
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    RObert Schoch e la ricerca della Hall of Records a Giza
    [youtube=480,385]9SZqxCkvpbU


    #5744
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Arkaim e Stonehenge: basta la latitudine per metterle in relazione?
    [color=#ff0000](andate sul sito per vedere l' immagini)[/color]

    Arkaim e Stonehenge: basta la latitudine per metterle in relazione?
    Posted on 00:04 by Mattia Paolinelli

    IN RUSSIA, A NORD DEL CONFINE COL KAZAKHISTAN, NELLE STEPPE DEGLI URALI SORGE UN SITO ARCHEOLOGICO DALLA STORIA CONTROVERSA: ARKAIM

    Di Mattia Paolinelli

    Secondo alcuni Arkaim risale al 17.mo secolo a.C., per altri addiruttra al 20.mo. Fu scoperto per caso nel 1987. L’area doveva essere inondata per creare un deposito d’acqua, ma gli scienziati spediti in loco per preparare i lavori scoprirono Arkaim. Non che le autorità si sarebbero fermate di fronte ad un sito archeologico, ma la notizia del ritrovamento riuscì ad oltrepassare le maglie del controllo governativo e a suscitare sufficiente scalpore da costringere (stavolta si) le autorità a fermare definitivamente i lavori.

    IL COMPLESSO MEGALITICO DI STONEHENGE

    Ciò che renderebbe il villaggio di Arkaim unico sarebbe la presunta somiglianza (e simile latitudine) con Stonehenge, almeno a sentire lo studioso Konstantin Bystrushkin. In realtà, Arkaim presenta si caratteristiche simili ad un altro sito, ma non bisogna arrivare tanto lontano. Basta spostarsi di poco, rimanendo nella stessa area per trovare il vicino villaggio di Sintashta. In tutto e per tutto simile ad Arkaim ma purtroppo non altrettanto ben preservato.

    Arkaim, edificata a pianta circolare, presentava una piazza centrale, due mura di cinta (il più esterno aveva un diametro di 160 metri), e un fossato profondo 2 metri. Gli edifici si trovavano disposti nello spazio tra i due muri di cinta e all’interno di quello più interno. Tutti disposti a raggiera. Una sorta di città fortezza, dunque. E proprio la presenza della vicina Sintashta dovrebbe dimostrare che non si trattava nemmeno di un esempio urbano così raro.

    PIANTE A CONFRONTO: STONEHENGE..

    Eppure dove finiscono i dati cominciano le leggende e i miti. Arkaim è diventato per molti un luogo sacro dove confluiscono le culture e gli interessi più diversi: dal Neopaganesimo all’Esoterismo alla cultura New Age. Diventato negli anni meta di pellegrinaggio, Arkaim sarebbe un centro mistico al quale far visita per prelevare l’acqua dal fiume Bolshaya Karagankaere, chiamata “l’acqua della guarigione”, (per i pellegrini una cura miracolosa contro le malattie della pelle).

    Arkaim è stata anche denominata come “Swastika City” in quanto alcuni ravviserebbero nella forma della sua pianta il simbolo proprio della cultura vedica.

    ..E ARKAIM

    Nella zona, poi, sarebbero stati segnalati numerosi avvistamenti di U.F.O., oggetti illuminati e avvolti da un’insolita nebbia sia di giorno che di notte. Anche le montagne e le foreste limitrofe sarebbero luogo di pellegrinaggio. Secondo gli abitanti del luogo rocce e alberi risentirebbero infatti degli effetti di un misterioso campo energetico che contorcerebbe le cortecce e donerebbe poteri di guarigione miracolosi alle rocce (tanto che molti malati vengono fiduciosamente portati su queste montagne).

    PLASTICO DELLA CITTA' DI ARKAIM

    Ora, fa un pò terrore pensare a malati trasportati in montagna nella speranza che possano essere risanati in virtù di non meglio specificati poteri di guarigione delle rocce, ma a guardare il video che vi propongo qui sotto non me la sento di esprimermi sul resto. Questo luogo, in fondo, un miracolo l’ha già compiuto nell’affratellare tante persone, nel donare sorrisi e divertimento. Il pellegrinaggio che si trasforma in giorno di festa è forse l’unica magia del luogo. Ma è una magia grande abbastanza.
    http://nautilusmagazine.blogspot.com/2010/08/arkaim-e-stonehenge-basta-la-latitudine.html


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #5745

    Anonimo

    MIB UOMINI IN NERO

    Hollywood, anno 1997
    Il famoso film Mib (Men in black) interpretato da Will Smith e Tommy Lee Jones ha rilanciato il mito dei Mib in America e nel mondo risvegliando i racconti sui misteriosi uomini in nero!
    In questo film di tipo ironico e divertente una coppia d’uomini vestiti completamente di nero si presenta sui luoghi degli avvistamenti d’alieni ed Ufo e dopo aver interrogato i testimoni cancella loro la memoria con un particolare dispositivo.
    La trama di un film? Certamente, ma un fondo di verità e’ presente.
    In America questi fantomatici Uomini vestiti di nero fanno parte del folklore ufologico.
    Negli anni cinquanta miriadi di testimoni di fatti di natura extraterrestre, per esempio avvistamenti ufo, sarebbero stati avvicinati da Uomini vestiti di nero, i MIB.
    Sarebbe stato loro intimato il silenzio da parte di queste figure, prove sarebbero state sequestrate anche a studiosi e ricercatori nel campo ufologico, anch’essi sarebbero stati intimati al silenzio e minacciati.
    I Mib quindi sarebbero figure reali una vera propria associazione statunitense che agisce con l’intento di impedire la divulgazione delle informazioni di tipo ufologico al popolo statunitense da parte dei testimoni.
    L’abbigliamento dei Mib e’ composto di un vestito completamente nero e un cappello anch’esso nero.
    Un’unica foto conosciuta e’ stata scattata da un ufologo Timothy Green Beckley sempre negli Stati Uniti e ritrae un Mib in appostamento vicino ad un’abitazione.
    George Adamski, famoso contattista, ha fatto riferimento a questo gruppo, detto del silenzio che lavora per tacitare tutte le informazioni di natura ufologica.
    La storia dei Mib ebbe inizio nell’aprile del 1952 quando Albert K. Bender, appassionato di paranormale e ufologia, impiegato del Connecticut, creò un’associazione denominata IFSB(International Flying Saucer Bureau) che raggiunse in pochissimo tempo i 1500 iscritti.
    Bender decise di divulgare testimonianze riguardanti gli ufo anche se in maniera eccentrica per l’epoca, con pretese eccessive, come ad esempio la possibilità di comunicare telepaticamente con gli alieni invitandoli ad atterrare amichevolmente sulla Terra.
    A metà settembre del 1953 lo stesso Bender ricevette una visita inaspettata da parte di tre uomini vestiti di nero, l’uomo dedusse facenti parte del governo degli Stati Uniti, mentre invece, scoprì in seguito, si recarono da lui per rivelargli il mistero degli Ufo e per intimargli di non svelarlo a nessuno e di chiudere immediatamente la sua associazione.
    Bender stette male alcuni giorni, dopo la misteriosa visita, ma non rivelò molto riguardo all’esperienza, disse solo che gli uomini erano completamente vestiti di nero…
    Una successiva visita, anche se amichevole da parte di questi personaggi fece decidere a Bender di sciogliere definitivamente la società IFSB.
    Con il passare degli anni molti appassionati di dischi volanti e alieni smisero di occuparsi dell’argomento in seguito ad avvisi e minacce da parte di questi uomini vestiti di nero.
    Dopo vari anni, nel 1962, Bender in seguito alle pressioni di un amico, Gray Barker, editore ed anch’egli appassionato d’ufologia, scrisse un racconto riguardante la sua esperienza del settembre del 1953, ed insieme a Barker resero pubblico l’avvenimento in un libro: Flying Saucers and the Three Men (I dischi volanti e i tre uomini) accolto con molta perplessità e scetticismo dal pubblico.
    Nel libro Bender raccontava che i tre uomini in realtà erano alieni, d’aspetto spaventoso, venuti sulla terra per recuperare e raffinare l’acqua di mare necessaria alla loro sopravvivenza sul loro pianeta chiamato Kazik, poiché essa conteneva una sostanza indispensabile per la vita degli alieni.
    Questi esseri avrebbero condotto Bender nella loro base segreta al polo sud e lo avrebbero dotato di un dispositivo per controllarlo fino all’ultimazione della loro missione, conclusasi nel 1960, liberandolo dal vincolo del controllo.
    Questo libro e’inedito in Italia, un peccato giacché Bender descrive in maniera chiara e precisa i casi d’Abduction(rapimenti)da lui vissuti, descrive esperienze di OBE(viaggi fuori del corpo), marra di sensazioni di gelo, di presenza di luci, tutti aspetti sconosciuti al popolo, negli anni cinquanta, ma conosciuti recentemente dopo aver interrogato persone che avrebbero vissuto questo tipo d’esperienze sotto ipnosi.
    Grazie a Bender e Barker nacquero i Man in Black.
    Aumentarono le testimonianze di numerosi episodi in cui uomini vestiti di nero e talvolta militari, minacciarono ed interrogarono testimoni d’avvistamenti intimando loro il silenzio.
    A metà degli anni sessanta i MIB cambiarono aspetto, erano descritti in modo diverso come facenti parte della stessa tipologia aliena con poteri paranormali e comportamenti inquietanti.
    I Mib comparirebbero all’improvviso, sempre uomini, raramente donne, a volte in 2 individui ma piu’ spesso in 3, nei luoghi degli avvistamenti ufo oppure sui luoghi di lavoro dei testimoni.
    Si presentano vestiti con abiti scuri o lindi e privi di spiegazzature o con i vestiti sporchi e rovinati con un modo di camminare anormale e dimostrando un interessamento per le autovetture di grossa cilindrata e scure di colore come le Cadillac.
    A volte indosserebbero abiti che andranno di moda anni dopo, avrebbero l’abitudine di recuperare souvenir privi di valore, tipo riviste o biro, dalle abitazioni delle persone che sono andati a visitare.
    I tratti del viso orientaleggianti e una parlata monotona e lenta li caratterizzano, il colore della pelle è o scura o di un bianco pallidissimo con occhi a mandorla.
    Un particolare curioso spesso notato dai testimoni sono le scarpe con una suola di gomma molto spessa.Testimonianze da parte d’ufologi riguardo ad incontri ravvicinati con Mib sono veramente poche e non possono essere considerate prove attendibili riguardo all’esistenza di questi uomini in nero.
    Le uniche esistenti risalgono negli anni 50/60 e non sono attendibili, poiché screditate in passato, anche gli ufologi stessi hanno sfruttato il mito dei Mib per minacciare testimoni intimando di non raccontare le loro esperienze vissute.
    Secondo gli americani i Mib ci sono ed esistono!
    Nel marzo 1967 il Dipartimento dell’US Air Force inviò una lettera in cui si chiedeva di comunicare tempestivamente d’eventuali persone che si fossero spacciate per agenti militari nei riguardi di testimoni d’eventi di natura ufologica.
    Gli ufologi sostennero che questi personaggi in realtà fossero Ufficiali dell’Aeronautica oppure dipendenti federali.Secondo William Moore, scrittore e ufologo i Mib farebbero parte dell’Air Force Special Activities Center (AFSAC) che svolge la funzione di raccogliere informazioni da fonti umane per completare le informazioni di tipo elettronico e cartaceo, l’unita’ e’ stata coinvolta anche in indagini su Ufo.
    Moore ha anche suggerito l’idea che il gruppo abbia utilizzato l’idea degli uomini in nero per raccogliere informazioni di natura extraterrestre.John Keel, scrittore e studioso del fenomeno dell’uomo falena, scrisse il libro “ The Mothman Prophecies”, da cui e’ stato tratto un film, fu colui che attribuì il nome MIB a questi misteriosi personaggi di cui ha raccolto numerose testimonianze.
    Egli attribuisce ai Mib e ad altri fenomeni ufologici, una spiegazione non di tipo extraterrestre ma di tipo parafisica: essi provengono da un’altra dimensione che coesiste con la nostra da sempre.Peter Rojcewicz studioso americano di folklore ufologico avrebbe invece rilevato analogie tra i Mib e il Diavolo, poiché i Mib possederebbero una natura burlona come la figura del Trickster (“l’Ingannatore”, “il Burlone”).

    Fonte: http://www.cosenascoste.com/ufoalieni/mib-umini-in-nero-cn118.html


    #5746
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.laportadeltempo.com/news.asp?ID=1782
    SOMMOZZATORI TROVANO UN ANTICO SCHELETRO IN MESSICO
    Città del Messico – I sommozzatori impegnati in una pericolosa missione nelle grotte sottomarine della costa Caraibica hanno scoperto quel che sembra essere uno dei più antichi scheletri delle Americhe, secondo quanto annunciato dagli archeologi nel costo di un seminario che terminerà venerdì.


    #5747
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ah si si questa datazione al radiocarbonio..

    http://oggiscienza.wordpress.com/2010/10/22/neanderthal-forse-niente-manufatti/#more-11967

    Una nuova datazione toglie ai nostri estinti cugini la paternità su alcuni manufatti a loro precedentemente attribuiti

    NOTIZIE – I Neanderthal negli ultimi anni si sono rifatti il look. Non più bruti e un po’ stupidi, ma capaci di comportamenti moderni, come per esempio quello di creare oggetti dal valore simbolico, come gli ornamenti personali. Una delle scoperte che hanno rivoluzionato il nostro punto di vista su nostri scomparsi cugini ora viene però messa in dubbio da una nuova datazione al radiocarbonio..


    #5748
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [youtube=425,344]ddCnh-e7gjA :guit:

    http://mitiemisteri.com/ultima-cena-novita-clamorose/ 😉


    https://www.facebook.com/brig.zero

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 347 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.